Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Granada, la perla dell’Andalusia, consigli per un weekend perfetto

2 minuti di lettura
Cosa vedere a Granada per un weekend low cost, dall'Alhambra a dove dormire per non spendere una fortuna e fare una vacanza economica in Spagna.

Questo articolo è stato aggiornato il Aprile 10, 2015

Me l’avevano detto tutti, Granada ti incanterà, e così è stato. E di fronte alla belleza dell’Alhambra anche le temperatura bollenti passano in secondo piano. In realtà la città è bella in ogni sua parte: dalle stradine ombrose del centro, alle grandi piazze che appaiono quando meno te lo aspetti, fino alle meravigliose montagne della Sierra Nevada ancora innevate e alla magia dell’Albaicín.

granada-Albaicín

Ecco qua i consigli per organizzare un weekend perfetto.

Se non avete noleggiato una macchina, e atterrate a Siviglia potrete raggiungere facilmente la città con un treno Media Distancia, costa circa 30 euro. Non ce ne sono molti durante il giorno, per questo è sempre meglio prenotarlo con uno o due giorni di anticipo.

granada-turismo

Dove dormire a Granada

Alloggiare a Granada spendendo poco non è difficile, sono tanti gli ostelli, nuovi e puliti, con posizione ottima che vi permetteranno di soggiornare a 18-20 euro a notte. Io mi sono fidata dei giudizi ottimi e positivi di booking e ho scelto l’Hotel Pension Recogidas. Molto semplice e pulito, situato nell’avenida principale dello shopping.

Se trovare un posto letto è facile, mangiare spendendo poco è lo ancora di più. A Granada infatti se ordinate una birra subito avrete una tapita offerta, e molte volte anche abbondante! Io personalmente vi consiglio La Cueva: ristorante e bar da tapas con ottima birra e vino di produzione propria che vi offre una vasta scelta di salumi e carni. Incontrerete sempre menù personali e economici a poco più di 5 euro a testa con una birra, crostini e ottimo jamon serrano.

granada-Alhambra

Cosa non perdere

Mi sembra scontato dirlo ma l’Alhambra deve essere sicuramente nei vostri progetti. Prenotate la visita in anticipo sul sito per evitare scomode code o addirittura la possibilità che non rimanga neanche un biglietto per la giornata. La visita comprende l’ingresso ai meravigliosi giardini del Generalife, all’Alcazaba, al Palazzo di Carlo V sede del Museo dell’Alhambra e del Museo de las Bellas Artes e dura circa 3 ore; per i Palacios Nazaíres è bene attenersi all’ora che vi viene indicata nel momento in cui acquistate il biglietto.

E se siete degli inguaribili romantici scegliete la visita di sera, dall’ora del tramonto, quando il sole se ne va e l’aria si fa fresca: incanto e meraviglia saranno i compagni di un viaggio ai confini tra favola e realtà.

granada-albacin-spain

Una passeggiata all’Albaicín e al Sacromonte, rispettivamente l’antico quartiere moresco e il quartiere gitano di Granada. Io vi consiglio di iniziare la vostra passeggiata dal Paseo de los Tristes, il lungofiume e proseguire in direzione del Sacromonte.

Qui troverete le famose case-grotte abitate dalla comunità gitana di Granada, molte delle quali sono state trasformate in locali, discoteche e bar dove si balla il flamenco. La strada è in salita però ne vale veramente la pena, soprattutto perchè alla vostra destra si aprirà una vista mozzafiato sull’Alhambra.  Potrete poi scegliere se arrivare in cima fino all’Abbazia del Sacromonte e al museo, oppure cambiare rotta e dirigersi verso il Mirador de San Nicolás, una splendida terrazza famosa e conosciuta per regalare al turista uno splendido panorama sull’Alhambra e sulla città. Consiglio: andateci al tramonto e vi innamorerete.

granada-Albaicín-spagna

La passeggiata prosegue scendendo verso la città, inoltrandosi nel pittoresco quartiere moresco dell’Albaicín, Patrimonio dell’Unesco dal 1994.

I dintorni della Cattedrale. Qui vale la pena fare un giretto in serata. I vicoletti e le piazzette riparate e fiorite vi regaleranno delle splendide opportunità di cena. Io, lo confesso, mi sono persa, come al solito, però ho così scovato una piccola piazza, Plaza Romanilla, piena di locali e bar per bere o per cenare.

46 articoli

Informazioni sull'autore
Francesca compie il primo viaggio a 4 mesi. Da allora si è fermata poche volte. Romagnola purosangue ama sopra ogni cosa il mare e tutto ciò che è acqua. Il viaggio è la sua passione e non riesce a stare ferma per più di un mese nello stesso luogo. Treno, auto e aereo sono i suoi compagni di vita e raramente la vedrete senza un trolley o una borsa da viaggio in mano. Dopo l'erasmus a Parigi, ora vive a Siviglia, dove insegna italiano. Sogna di fare la professoressa di latino, ma nel frattempo si diletta a scrivere e a pianificare i suoi weekend in giro per il mondo.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Casa Batlló, la nuova esperienza immersiva a Barcellona

La nuova visita immersiva del capolavoro di Antonio Gaudi, parliamo di Casa Batlló e dei suoi nuovissimi 2000 mq dove sentirsi parte del genio e del capolavoro dell’artista spagnolo. Vola a Barcellona a vivere questa nuova esperienza e magia.
Destinazioni

Luoghi abbandonati in Europa oltre Chernobyl

Ti affascina il dark tourism e vorresti sapere quali sono i luoghi segnati dal sangue e dai tormenti? In questo articolo troverai diversi luoghi abbandonati in tutta Europa, a partire dall’Italia, alla Francia, passando dalla Germania fino alla Spagna.
Destinazioni

I cinque set de "Il Trono di Spade" in Spagna

Croazia e Islanda, ma anche e soprattutto Spagna. Sono molti i luoghi della penisola iberica che ritroviamo nella serie tv targata HBO. Venite a scoprire quali sono le cinque città spagnole scelte per le scene più esemplari de Il Trono di Spade.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.