Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Cristo Velato a Napoli, dove si trova

2 minuti di lettura

Cristo-velato

Il Cristo Velato di Napoli è una delle cose da vedere assolutamente durante una visita nella bellissima città della Campania. Il prezzo del biglietto non è affatto economico, ma è nulla se si pensa a quello che si andrà a vedere e credetemi ne rimarrete senza dubbio affascinati e consiglierete a vostra volta agli amici di andare a vederlo e di non perderselo. Il monumento è cosi chiamato per via di un velo di marmo che ricopre il volto del Cristo. Il velo opera dell’eccezionale maestria dello scultore Giuseppe Sanmartino, è così realistico che una leggenda narra sia stato creato niente di meno che da un celebre alchimista.

Situato in via Francesco De Sanctis, 19 all’interno della Cappella di Sansevero, nel Museo Sansevero, è possibile visitare il Cristo Velato nei giorni feriali dalle 10 alle 17:40 e nei giorni festivi dalle 10 alle 13. Non è possibile visitare il Cristo Velato a Napoli di martedì perché chiuso. Il prezzo ufficiale e intero per la Cappella Sansevero è di 7€, i biglietti ridotti vengono 5€.

Qualsiasi sia il giorno in cui deciderete di andare, sappiate che troverete un po’ di fila. Il Cristo Velato è un’opera davvero molto bella e la cappella che lo contiene non è grandissima, ecco perché possono entrare solo poche persone alla volta. La visita non prende più di mezz’ora di tempo. Mezz’ora se volete minuziosamente ammirare e leggere ogni cosa, e devo dire la verità che ne vale la pena. Sappiate però che dentro, oltre a 2 o 3 cartelli che spiegano il minimo, non troverete altro, se quindi riuscite informatevi prima o prendete una piccola guida sulla Cappella di Sansevero così da essere già a conoscenza di quello che andrete a visitare.

Il Cristo velato è un’opera scultorea tra le più belle al Mondo, tanto che anche Canova è uno degli estimatori di questa bellissima scultura. L’opera, realizzata nel 1753 venne inizialmente incaricata a Antonio Corradini che però riuscì a fare solo un piccolo bozzetto, così l’incarico passò in mano a Giuseppe Sanmartino, a cui venne affidato l’incarico di produrre una statua di marmo scolpita a grandezza naturale coperta da un sudario trasparente realizzato sempre con il marmo ovviamente. L’opera doveva rappresentare il Cristo.

La bellezza di quest’opera si percepisce benissimo guardando le mani e i piedi della scultura. Il velo di marmo sembra essere un velo vero e assolutamente non fatto con un materiale così duro, sembrerebbe quasi un tessuto da toccare e spostare. Il Cristo Velato è anche un’opera piena di significati, leggende e storie che girano intorno a questa scultura. Oltretutto anche la Cappella in cui viene conservato è una cappella che ha tanta storia ed è per questo che vi consiglio di informarvi prima di entrare così da non rimanere spiazzati una volta dentro. Tra le altre cose da vedere nella Cappella di Sansevero anche le Macchine anatomiche, uno dei più singolari monumenti costruiti.

[vlcmap]

2018 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Curiosità

Il rito di Halloween in Irlanda

Halloween è una festa nata in Irlanda e non in America come crede la maggior parte delle persone. Tutto ebbe inizio nella Contea di Meath, a pochi chilometri da Dublino. Definita come “Capodanno celtico”, Halloween si festeggia il 31 ottobre e un tempo rappresentava un rito che segnava il passaggio dalla luce alle tenebre, poiché coincideva con la fine dei raccolti e l’inizio del periodo invernale.
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.