Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Costruisci la Sagrada Familia a Barcellona

1 minuti di lettura

La Sagrada Familia di Barcellona è considerato il capolavoro dell’architetto Antoni Gaudì. L’immansa opera si trova nella città di Barcellona dove all’incirca nel 1880 iniziarono i lavori.

L’intento era quello di costruire un’imponente chiesa grazie alle donazioni che venivano fatte. Tutt’oggi l’intento è quello, anche se la chiesa non è mai stata finita ed è tutt’ora in fase di lavorazione con gru e cantieri aperti. Con il biglietto d’ingresso, del costo di 13€, 11€ se siete studenti o gruppi di almeno 20 persone, potete contribuire alla costruzione di questa meravigliosa opera.

Gli orari di visita sono molto larghi e un giro fino alle sue terrazze, è il modo migliore per visitare l’imponente chiesa. Gli orari vanno da ottobre a marzo dalle 9 alle 18, da aprile a settembre dalle 9 alle 20. Il 25 e 26 dicembre e il 1 e il 6 gennaio dalle 9 alle 14. Non avete scuse insomma ;)

La mia prima volta alla Sagrada Familia sono arrivata fino alla torre in cima, la seconda no. Sinceramente devo dire che la prima volta l’interno della Sagrada era ancora un cantiere a cielo aperto, senza la visita alla torre sarebbero stati soldi sprecati. Durante la seconda visita invece, fatta nell’agosto del 2012 l’interno era completato e ho pagato solo 13€ per l’ingresso contro i 16€ per la visita anche alla torre. Ho visto solo l’interno finito, non sono salita ancora su (ci tornerò quando anche questo sarà completato) e devo dire che sono stati dei soldi spesi benissimo. L’interno è meraviglioso!

Gaudì voleva ricreare l’interno di una foresta, senza linee rette ma ondulate, perché diceva che in natura non esistono linee rette. La navata è meravigliosa, il gioco di luci (secondo me bellissimo all’ora del tramonto) rende questo capolavoro architettonico e artistico una delle bellezze di Barcellona.

La Sagrada Familia è la prima attrazione visitata ogni anno in Spagna con oltre 2 milioni di visitatori ogni anno. Questo vi dice niente? Personalmente pagherei ancora ancora e ancora per vedere questo spettacolo. Non perdetevi il museo sotto la Sagrada, ad entrata gratuita ripropone le foto e gli schizzi del genio Gaudì, i lavori e tante piccole curiosità come la spiegazione dei numeri che si trovano all’entrata della biglietteria.

L’interno della Sagrada Familia è stato finalmente completato, la chiesa è stata consacrata e le previsioni sono che verrà completata finalmente anche fuori non prima del 2030. Insomma, io farò in tempo a tornarci una terza volta, e voi, l’avete vista?

[vlcmap]

1992 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è autrice e fondatrice del magazine Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. Per Viaggi Low Cost scrive ogni giorno tutto quello che trova di economico nei suoi numerosi viaggi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Dove Mangiare

5 posti dove andare a mangiare tartufo in Italia

Degustare il tartufo bianco è una di quelle esperienze imperdibili della vita, in Italia non abbiamo che l’imbarazzo della scelta: sono tantissimi i ristoranti, le osterie, gli agriturismo dove è possibile ordinare un gustoso e pregiato piatto a base di tartufo. Nel post vi consigliamo 5 luoghi per fare la conoscenza di questa famosa e pregiata pietanza.
Destinazioni

Italia, 5 posti sul mare da scoprire in inverno

Se amate il mare d’inverno, non perdete questo articolo con alcuni consigli per una vacanza originale alla scoperta di panorami mozzafiato e di tempo trascorso in lentezza. Da nord a sud Italia, non esiste luogo più affascinante del mare d’inverno: provare per credere!
News

10 consigli per viaggiare sicuri post Covid

Per viaggiare sicuri dopo l’emergenza sanitaria, una buona idea potrebbe essere evitare i luoghi affollati, quelli del turismo di massa: nel post vi diamo 10 consigli per non rinunciare alla felicità del viaggio mantenendo la sicurezza.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *