Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Campanile di San Marco a Venezia, informazioni e orari

1 minuti di lettura

Cerchi un’assicurazione viaggio che copra le tue spese? (malattia o infortunio all’estero, compreso il Covid-19). Compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo o fatti fare un preventivo con il mio codice sconto del 10%! Viaggi con la famiglia? Hai il 10% + il 15% di sconto se a viaggiare siete almeno in tre!

Questo articolo è stato aggiornato il Gennaio 7, 2013

In Piazza San Marco tra le altre bellissime strutture si trova anche il Campanile di San Marco che venne costruito a partire dal  IX secolo con l’intento di usarlo come torre di osservazione e faro. Il campanile ebbe una sua cella campanaria a partire dal 1172. Sulla sommità del campanile venne issato nel 1513 un angelo d’oro, una statua girevole che si muove a seconda del vento. Il 21 agosto 1609 Galileo Galilei mostrò alla Signoria di Venezia, proprio dalla cella campanaria, il cannocchiale. Il campanile crollò la mattina del 12 luglio del 1902 senza provocare vittime poichè a quell’ora Piazza San Marco era sgombra di persone. Esso fu ricostruito in soli 10 anni dov’era e com’era ed inaugurato il 25 aprile 1912, festa del santo patrono della città.

Il Campanile di San Marco è alto 98,60 metri ed ha due parti ben distinte: la prima, composta da mattoni, misura 49,50 m., mentre la seconda, quella superiore, forma la cella campanaria. Al suo interno sono poste 5 campane, la vista di Venezia che si gode dall’alto è bellissima, specialmente durante le belle giornate. Gli orari di apertura da ottobre e novembre vanno dalle 9 alle 19, da novembre ad aprile dalle 9.30-15.45, da aprile a giugno dalle 9 alle 19, da luglio a settembre dalle 9 alle 21. Chiusura biglietteria un’ora prima. I prezzi dei biglietti interi vengono 8€ mentre i ridotti vengono 4€.

I veneziani amano chiamare affettuosamente questo campanile “el paròn de casa“, ossia “il padrone di casa”. Anticamente intorno alla sua base erano poste delle rivendite di vino, coperte da alcune tende, da cui deriva il modo di dire ben noto in città: “Beviamo un’ombra” (ossia un bicchiere di vino), poichè questo veniva consumato in Piazza S. Marco, all’ombra delle tende e del grande campanile. Dalla cella campanaria parte, a mezzogiorno della prima domenica di carnevale, il Volo dell’Angelo, dando il via ufficiale alla più grande kermesse della città.

Questo articolo ti ha messo voglia di viaggiare? Benissimo!
Vai su Booking e trova l’hotel, il b&b o l’appartamento ideale per il tuo viaggio!
Oppure inizia la tua ricerca proprio qui sotto :)

Booking.com

Trova l’Hotel per te!

 

Stai cercando un volo per questa destinazione? Prenota con Skyscanner e trova facilmente il volo più economico secondo le tue date e le tue preferenze di aeroporto. Oppure, inizia la ricerca qui sotto!

Trova il tuo volo!

 

2071 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è direttrice del giornale e fondatrice di Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. E` stata definita nel 2020 da Lonely Planet "la pioniera dei blog di viaggi in Italia". Nel suo profilo Instagram (@federchicca) e nel suo blog personale www.federicapiersimoni.it tante avventure, non solo di viaggi!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Come MuoversiFederchicca

Le città della bicicletta in Europa, quali sono

Ti sei mai chiesto dove è più facile e dove è più sicuro andare in bicicletta? Te lo svelo io perché secondo recenti ricerca in Europa le città sicure per le biciclette non sono tante, ma sono bellissime e vale la pena visitarle tutte. Vieni a scoprirle.
Eventi

Capodanno in Piazza 2024: tutti gli eventi

Capodanno in Piazza 2024, tutti gli eventi in Italia e nelle Piazze principali per entrare nel nuovo anno a suon di musica, ballando e facendo festa con artisti nazionali e internazionali. Le migliori Piazze dove andare a festeggiare l’arrivo del nuovo anno.
Destinazioni

Casa Batlló si trasforma in un palcoscenico natalizio: concerto di luci e musica gratis per tutti!

A Natale, Casa Batlló diventa un palcoscenico di luci e colori. A Barcellona la celebre opera di Antoni Gaudì, completata nel 1907, attrae gradi e bambini dal 17 novembre fino al 18 febbraio, con un’esperienza notturna unica. Leggi l’articolo e scopri di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.