Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Basilica di Santa Maria della Steccata a Parma

1 minuti di lettura

Cerchi un’assicurazione viaggio che copra le tue spese? (malattia o infortunio all’estero, compreso il Covid-19). Compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo o fatti fare un preventivo con il mio codice sconto del 10%! Viaggi con la famiglia? Hai il 10% + il 15% di sconto se a viaggiare siete almeno in tre!

Questo articolo è stato aggiornato il Luglio 1, 2013

steccata

La Chiesa di Santa Maria di Parma viene anche chiamata Chiesa della Steccata per un’interessante storia. La Chiesa è stata realizzata tra il 1521 ed il 1539 e tanti abitanti della città di Parma vi sono così legati che preferiscono venire qui la domenica mattina a messa, piuttosto che andare al Duomo.

L’edificio è costruito su una pianta a croce greca, con bracci posti sugli assi cardinali e chiusi da quattro grandi absidi simmetriche, e tra i bracci sorgono quattro cappelle quadrangolari da sempre destinate al culto. È difficile stabilire a chi spetti la paternità dettagliata del progetto della chiesa, il cui impianto ricorda la soluzione concepita dal Bramante per San Pietro in Vaticano.

Una delle cose da vedere assolutamente qui dentro è il sottarco del Parmigianino, quello che entrando trovate proprio dalla parte opposta a voi, in alto, sotto la cupola centrale. Se non riuscite a vederlo, provate a chiedere o a prendere una guida della chiesa. Tra le altre cose lo noterete per la vivacità di colori rispetto agli altri.

Ma veniamo a una delle cose più interessanti di questa Chiesa, il suo nome. Non tutti sanno il perché del nome “Steccata”. La Chiesa dedicata alla Vergine era la Chiesa in cui alla fine del Quattrocento apparì sul muro l’immagine di una Madonna che allatta il Bambino. L’immagine che è ancora presente nella Chiesa, iniziò ad essere adorata dai fedeli che pregavano per avere il latte da dare al bambino o per avere bambini sani. Le donne che ogni giorno affollavano la Chiesa erano così tante che dovette essere messo uno steccato per proteggere l’opera.

[vlcmap]

Questo articolo ti ha messo voglia di viaggiare? Benissimo!
Vai su Booking e trova l’hotel, il b&b o l’appartamento ideale per il tuo viaggio!
Oppure inizia la tua ricerca proprio qui sotto :)

Booking.com

Trova l’Hotel per te!

 

Stai cercando un volo per questa destinazione? Prenota con Skyscanner e trova facilmente il volo più economico secondo le tue date e le tue preferenze di aeroporto. Oppure, inizia la ricerca qui sotto!

Trova il tuo volo!

 

2071 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è direttrice del giornale e fondatrice di Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. E` stata definita nel 2020 da Lonely Planet "la pioniera dei blog di viaggi in Italia". Nel suo profilo Instagram (@federchicca) e nel suo blog personale www.federicapiersimoni.it tante avventure, non solo di viaggi!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Come MuoversiFederchicca

Le città della bicicletta in Europa, quali sono

Ti sei mai chiesto dove è più facile e dove è più sicuro andare in bicicletta? Te lo svelo io perché secondo recenti ricerca in Europa le città sicure per le biciclette non sono tante, ma sono bellissime e vale la pena visitarle tutte. Vieni a scoprirle.
Eventi

Capodanno in Piazza 2024: tutti gli eventi

Capodanno in Piazza 2024, tutti gli eventi in Italia e nelle Piazze principali per entrare nel nuovo anno a suon di musica, ballando e facendo festa con artisti nazionali e internazionali. Le migliori Piazze dove andare a festeggiare l’arrivo del nuovo anno.
Destinazioni

Casa Batlló si trasforma in un palcoscenico natalizio: concerto di luci e musica gratis per tutti!

A Natale, Casa Batlló diventa un palcoscenico di luci e colori. A Barcellona la celebre opera di Antoni Gaudì, completata nel 1907, attrae gradi e bambini dal 17 novembre fino al 18 febbraio, con un’esperienza notturna unica. Leggi l’articolo e scopri di più.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.