Firenze in inverno, perché visitarla, ecco 5 motivi

5 buoni motivi per amare Firenze in inverno

5 buoni motivi per amare Firenze in inverno

Firenze in inverno, ecco 5 buoni motivi per visitarla secondo la nostra autrice fiorentina.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Questa è una confessione pubblica: io amo Firenze in inverno. Effettivamente la amo sempre, perché ci sono nata e ci vivo, ma in inverno ne apprezzo il lato più autentico, quando finalmente si allenta la “morsa” dei visitatori: la stagione turistica in questa città dura ormai dieci mesi l’anno.

Il periodo quindi in cui amo particolarmente la mia città è da novembre (adesso) a febbraio, feste di Natale escluse.

Vi spiego perché, così magari vi viene voglia di cogliere al volo l’opportunità e farvi una vacanza.

arno

1. La luce

Firenze è una città dove gli inverni sono freddi ma non gelidi, con molte giornate di pioggia, zero neve (salvo casi eccezionali, ma allora succede il finimondo, non siamo attrezzati, soprattutto mentalmente) e molte giornate ventose.

E queste sono la vera chiave della luce invernale perché la tramontana che spazza le strade e frusta le gambe mentre si attraversa per esempio piazza del Duomo, pittura il cielo di un blu intenso, disegna i contorni di palazzi e campanili, elimina nebbioline e foschia. La luce invernale è bellissima e fa risaltare la città al massimo della sua bellezza.

2. Lo spazio

In inverno si diventa nuovamente padroni dello spazio del centro storico, si cammina nelle strade senza fare a gomitate. Se siamo mattinieri e si percorrono le ampie strade selciate, per esempio via Calzaioli, i nostri passi risuonano nella strada : un effetto bellissimo!

Si ascolta il potente rintocco delle campane, ci si può attardare a guardare le vetrine, si visitano negozi dialogando con i commessi, e … a proposito…. dal 10 gennaio circa a fine febbraio ci sono i saldi!

SAMSUNG CAMERA PICTURES

3. I musei

Nella mia vita li ho già visitati tutti, i musei di Firenze, ma se voglio andare a rivedere la Venere di Botticelli o l’Annunciazione di Leonardo da Vinci, quando posso farlo? Adesso. Vado in piazzale degli Uffizi 6 ed entro, subito.

Questo non è possibile nè per me nè per gli altri in tutti i rimanenti mesi dell’anno, perché si sa, qui c’è sempre una discreta coda. L’ultima volta che sono andata agli Uffizi era gennaio di anno scorso, un’esperienza fantastica: corridoi deserti e sale vuote, silenzio, possibilità di ammirare e soffermarsi.

4. I dintorni

Firenze è circondata da colline, lo sanno tutti, il che significa che non lontano dal centro storico c’è già la campagna e che campagna! Nei dintorni immediati della città ci sono splendide passeggiate da fare a piedi, per gustare un paesaggio bellissimo e con vista, addormentato dall’inverno ma con colori caldi illuminati dalla luce, di cui al punto 1.

Consiglio di percorrere via Suor Maria Celeste, dietro l’Osservatorio di Arcetri, oppure il viale dei Colli, o, spostandosi verso Careggi, via Bolognese o via Incontri. Sono passeggiate vicino alla città ma che vale la pena provare!

SAMSUNG CAMERA PICTURES

5. I servizi turistici

Questo lo dico da persona che lavora nel settore, i servizi turistici sono al loro top! Meno turismo vuol dire, da parte degli addetti ai lavori, più cura, meno stress. Dagli uffici informazioni della città, che sono aperti e non affollati, agli hotel che in bassa stagione applicano tariffe scontate, ai ristoranti dove è più facile trovare posto. La città non chiude per bassa stagione, è solo molto più rilassata!

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

Booking.com

Mini guida

48 ore a Firenze, weekend low cost in Toscana

Weekend a Firenze? Cosa vedere in tre giorni

Firenze è una delle città più belle d'Italia, una città che i turisti prendono d'assalto ogni inizio primavera fino alla fine dell'autunno e a...