Alla scoperta della zona East di Londra - Viaggi Low Cost

Alla scoperta della zona East di Londra

Alla scoperta della zona East di Londra

di , | Cosa Fare

Booking.com

Se siete a Londra e volete esplorare una parte della città fuori dai soliti percorsi turistici, vi consiglio la zona East, ossia quella che si estende tra Liverpool Street, Brick Lane e Old Street, a nord della City. Negli ultimi anni quest’area ha subito una notevole rivalutazione e gode di una vitalità veramente particolare. Nuovi locali, ristoranti, club aprono ogni settimana e tanti artisti, creativi e musicisti sembrano essersi spostati in questi parte di Londra.

Se volete cominciare con una colazione all’inglese potete fermarvi al The Breakfast Club (fermata di Old Street, 2-4 Rufus Street) dove potrete assaggiare un perfetto English Breakfast con salsiccia, bacon, fagioli oppure un più americano pancake con sciroppo, oltre a una notevole scelta di tramezzini.

La domenica è imperdibile il Sunday Up Market a Brick Lane (aperto dalle 10 alle 5 fermata di Liverpool Street) dove potrete trovare bancarelle di ogni tipo: vestiti e accessori vintage, magliette e oggetti dei più strani, adattissimi per un regalo o semplicemente perfetti per arricchire il vostro guardaroba con qualcosa di eccentrico e stravagante. All’interno del mercato potrete trovare degli stands che preparano cibo di ogni tipo, ideale se volete fare uno spuntino mentre vi aggirate tra le bancarelle. Vicino a Brick Lane, troverete anche lo Spitafields Market, altro mercato al coperto ricco di curiosità e oggetti.

Da poco ha aperto il Box Park, vicino alla fermata dell’Overground di Shoreditch High Street, ossia un centro commerciale pop-up con vari brani che resterà aperto per tempo determinato. Si dice sia il primo al mondo.

Se siete degli appassionati di musica non potete perdere il Rough Trade Shop, storico negozio di dischi a Londra, dove oltre ai cd di ogni genere musicale e di chicche introvabili in Italia, vi è la possibilità di trovare vinili e attrezzature per dj, oltre a libri e un bar dove potrete gustare un caldo caffè.

Se volete rimanere a cena in zona potete provare degli ottimi noodles al ristorante Busaba: con 10- 15 £ vi rimpinzerete bene la pancia. Consiglio il riso al cocco e i piatti al curry, buonissimi. Disponibile anche molti piatti vegetariani. La curiosità di questo posto è che sarete seduti a degli enormi tavoli quadrati con dei prefetti sconosciuti, l’atmosfera è molto carina. (fermata Old Street, 319 Old Street)

Se non siete ancora stanchi potete prendere una pinta in uno dei tantissimi locali che sono presenti in questa zona. Consiglio l’Hoxton square bar kitcken, ristorante/pub/bar dove spesso vi sono concerti e serate. Al sabato sera l’entrata è gratuita e vi è un’ampia pista da ballo con musica di ogni tipo. La clientela è mista e abbastanza alternativa, ma non pretenziosa (fermata metro di Old Street, Hoxton square)

Se avete voglia di un buon cocktail potete girare l’angolo e sempre in Hoxton Square troverete lo Zigfrid von Underbelly, locale piccolino ma molto carino e curato nei particolari, con un’ottima scelta di drink.

Per finire la serata danzando, aperto da poco più di un anno, potete visitare lo Xoyo. Il locale è piccolo e minimalista, ma alcuni dei più grandi dj di musica elettronica hanno suonato qui tra il 2010 e 2011 (Cassius, A-Trak per citarne alcuni) e si sa mai che possiate imbattervi in una serata particolare o in un concerto. ( fermata Old Street, 32-37 Cowper Street).

Altro locale molto carino è il Book Club, (fermata Old Street, 100 Leonard Street), oltre a servire cibo e drink, troverete anche una stanza per giocare a calciobalilla o giochi di società. L’interno del locale è molto curato, in tema vintage e vi si svolgono presto conferenze, mostre o altre attività culturali, oltre alla musica dei dj presente ogni sera.

Oltre ai posti appena citati, vi consiglio di esplorare la zona, quasi tutti i locali sono a ingresso gratuito e il bello è proprio scoprirne di nuovi lasciandosi guidare dall’istinto. Enjoy.

Post di Naza

Booking.com

© 2011 - Riproduzione riservata

commenti

Piccolo appunto, il link per il The breakfast club e’ rotto, ma a parte quello, si tratta di una catena di locali dove fare colazione tutto il giorno. Colazione che, come hai sottolineato, e’ cosi’ abbondante da poter ripiazzare il pranzo.

Andrea Moro

gennaio 16, 2012 | Rispondi | report

    Il link ora è a posto!
    Grazie Andrea, sei sempre attento ai miei post su Londra ;)

    Federica

    gennaio 16, 2012 | Rispondi | report

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Booking.com

Mini guida

48 ore a Londra, mini guida per 3 giorni low cost

Cosa vedere a Londra in 3 giorni

Quando un uomo è stanco di Londra è stanco della vita, diceva Samuel Johnson e noi siamo d'accordo con lui. Stancarsi di Londra è praticamente...