Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Alatri: l’acropoli, le mura ciclopiche a Frosinone

1 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Aprile 3, 2013

Alatri

Alatri è una cittadina in provincia di Frosinone che vanta un centro storico molto carino, una acropoli molto ben tenuta, la cui porta principale è secondo in quanto a imponenza solo a quella di Atene, e la Basilica di San Paolo al cui interno è conservato il miracolo dell’ostia incarnata. Andiamo per gradi!

Passeggiare in centro è davvero rilassante, la piazza principale di Santa Maria Maggiore è molto grande e ariosa e su un lato ospita un particolarissimo orologio solare di interpretazione facile ma non immediata! Sono certa che saprà catturare la vostra attenzione.
Alatri si trova all’interno di mura definite ciclopiche (o megalitiche) a causa della loro imponenza e delle dimensioni spropositate delle pietre che le compongono. Leggenda vuole che siano state costruite dai Ciclopi, i quali oggi sono il simbolo della città. Infatti svariati sono i negozi di souvenir che per le strade del centro mostrano in vetrina i loro ciclopini.

All’interno dell’acropoli svetta la Basilica di San Paolo che, onestamente, non è un granché, ma merita una visita perché ospita la prova di un miracolo. La storia è semplice: una ragazza, indotta da una pseudostrega, al momento della comunione durante la celebrazione eucaristica, conserva l’ostia nella propria bocca. Tornata a casa la ripone in un tovagliolo e, quando va a riaprirlo, al suo posto trova un pezzo di carne. Da qui il miracolo dell’ostia incarnata. Quel pezzo di carne è conservato nella basilica, all’interno di una teca ben protetta.

Termino con le parole di Gregorovius, storico tedesco dell’Ottocento, che riferendosi ad Alatri e alle sue mura megalitiche: “Allorquando mi trovai dinanzi a quella nera costruzione titanica conservata in ottimo stato, quasi non contasse secoli e secoli, ma soltanto anni, provai un’ammirazione per la forza umana assai maggiore di quella che mi aveva ispirato la vista del Colosseo… una razza che poté costruire tali mura, doveva già possedere un’importante cultura e leggi ordinate.”

77 articoli

Informazioni sull'autore
28 anni, studentessa di Medicina e Chirurgia, vive in provincia di Caserta. Approfitta di ogni momento libero per correre alla scoperta di profumi, colori e abitudini di ogni luogo in cui, per piacere o per dovere, le capita di passare. Ha deciso quasi subito che i viaggi organizzati non fanno per lei; così, pc alla mano, da qualche anno a questa parte, progetta da sé i propri spostamenti con gran soddisfazione personale, ottimizzazione dei tempi e notevole risparmio economico. Turista frenetica, della serie “non voglio perdermi niente”, intende la vacanza come un momento di conoscenza piuttosto che di relax.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Casa Batlló, la nuova esperienza immersiva a Barcellona

La nuova visita immersiva del capolavoro di Antonio Gaudi, parliamo di Casa Batlló e dei suoi nuovissimi 2000 mq dove sentirsi parte del genio e del capolavoro dell’artista spagnolo. Vola a Barcellona a vivere questa nuova esperienza e magia.
Curiosità

La leggenda di Curon Venosta

ll campanile del vecchio paese di Curon che emerge dalle acque, è diventato uno dei simboli della Val Venosta. Curiosi di scoprire la leggenda? Continuate a leggere: rimarrete sbalorditi!
Curiosità

Curiosità e leggende sul Lago di Braies

Ogni luogo, soprattutto nella penisola italiana, nasce con addosso un alone di leggende. Il Lago di Braies, a 97 km da Bolzano, fa parte di questi luoghi. Continuate a leggere per scoprire qualche curiosità e leggenda!
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.