Come viaggiare di più spendendo di meno

Come Muoversi

Chamois: il paese senza auto in Valle d’Aosta

2 minuti di lettura
Un paese senza auto, dove è vietato girare con mezzi motorizzati. Siamo a Chamois, in valle d'Aosta, unico mezzo ammesso la bicicletta. Di certo un posto dove trascorrere vacanze senza stress e a contatto con la natura.

Se l’auto, il traffico e la fretta vi tormentano 365 giorni l’anno potreste scegliere Chamois, in Valtournenche, come destinazione per staccare la spina. Questo minuscolo comune in quota (1900 mt slm) ha scelto già da molti anni di vietare le auto sul suo territorio ed è di fatto un territorio sostenibile a zero traffico.  Il paese, situato su un alpeggio dove un tempo vivevano contadini e allevatori, è costituito da una manciata di piccoli centri o hameaux dalle caratteristiche case in pietra e legno. Dal fondo valle si raggiungeva, in passato, tramite una mulattiera con due ore di cammino tutto in salita.

L’unica soluzione possibile oggi è guidare la propria auto fino a Buisson, parcheggiare gratuitamente in un parcheggio presso gli impianti e prendere la funivia, che viaggia ogni mezz’ora e con 1 euro porta i cittadini di Chamois e i turisti fino al paese. Presupposto fondamentale, viaggiare leggeri. Tutto quello che ci si porta dietro sta sulle spalle o va comunque trasportato da soli. Una volta arrivati in paese, sembra di essere tornati indietro nel tempo. La piazzetta con la chiesa, la fontana,  un unico emporio che vende di tutto, dai souvenir al pane all’abbigliamento.

Le strade pedonali si dipanano in tutte le direzioni, infatti  Chamois è costituito di piccoli centri ma è un comune autonomo, un comune piccolo con pochi abitanti residenti tutto l’anno e molto coraggiosi. Il divieto di usare l’auto vale anche per loro e gli unici mezzi che si vedono circolare sono i trattori usati in estate per i lavori agricoli. Comunque se siete il tipo di turisti che non possono rinunciare a portare tutta la casa con voi, un servizio di trasporto bagagli su trattore è prenotabile per gli spostamenti funivia- alloggio e viceversa.

Chamois-funivia

Se scegliete di fare una vacanza a Chamois il mezzo di trasporto più usato saranno quindi i piedi, perché dal paese partono molte passeggiate verso i monti circostanti, inclusa quella splendida “balconata del Cervino” che passando per Cheneil -altra oasi di tranquillità – porta al cospetto della vetta. Per la verità c’è anche una seggiovia, in più trononi che è utile per raggiungere il lago di Lod, situato sopra il paese, una gita molto popolare dove si trovano anche tre ristoranti. La seggiovia è utilizzata anche in inverno dagli sciatori.

Chamois, grazie alla scelta importante fatta per preservare la natura e l’ambiente rurale è una delle Alpine pearls,  un progetto transnazionale che riunisce località alpine  particolarmente impegnate nel campo dello sviluppo di trasporti rispettosi dell’ambiente e di forme di turismo sostenibile.

Chamois-bicicletta

La funivia da Buisson pemette, pagando una somma irrisoria, di far salire a Chamois anche la propria bicicletta, ma visto che questo mezzo ecologico è molto incentivato è possibile anche noleggiare dei mezzi a due ruote, messi a disposizione al Bar Funivia  proprio all’ingresso del paese soprattutto nel periodo estivo.  Con la bici si possono percorrere numerosi percorsi nei boschi che circondano il paese.

Non resta che godersi la pace di Chamois, il verde dei prati, le montagne e la punta del Cervino che, a seconda di dove ti trovi appare all’improvviso, le casettte perfettamente restaurate con gli esterni di antichi legni chiamate rascard, l’acqua presente ovunque con il suo gorgoglio .

Per quanto riguarda la sistemazione in hotel, ci sono soltanto due  alberghi, in prevalenza si tratta di case private. La Maison Cly ha 4 stelle, Il Bellevue ne ha 2. Ma per una soluzione low cost segnalo che al Lago Lod affittano delle camere (Affittacamere del lago) mentre  un’altra valida alternativa è il rifugio L’Ermitage, adatto a famiglie con bambini o gruppi di amici.

192 articoli

Informazioni sull'autore
Per Francesca le vacanze sono sempre e solo viaggi, c’è tanto da vedere! Adora conoscere luoghi, parlare altre lingue, assaggiare i piatti del posto: cosa c’è di più bello? La bellezza la circonda sempre perché vive a Firenze e la Toscana è una grande regione che condividerà con voi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Ricetta della piadina romagnola: l'originale da fare in casa

Come preparare in casa da soli la ricetta della piadina romagnola: l’originale. Dopo un viaggio a Rimini e dopo aver assaggiato tante piadine, prova a fare da te la piadina romagnola, seguendo la ricetta della regina delle piadine: la ricetta della piadineria Dalla Lella.
Dove Mangiare

Borbonika al Vomero: dove mangiare a Napoli

Dove mangiare a Napoli ma con stile, un luogo che si trova nel Vomero per scoprire gusti tradizionali napoletani ma con stile rinnovato.
Destinazioni

10 destinazioni dove vedere il foliage in Italia

La stagione dell’autunno è la stagione fotograficamente più bella per viaggiare, non solo in Italia, ma nel mondo. Durante il periodo autunnale…
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.