Come viaggiare di più spendendo di meno

Come Muoversi

Muoversi in auto a Ibiza, consigli per il noleggio

2 minuti di lettura
Noleggio auto a Ibiza, i consigli per ritirare un'auto alle Isole Baleari, dove prenotare e perché estendere l'assicurazione al momento del ritiro, ulteriori consigli per chi viaggia con bambini nel post.

Cerchi un’assicurazione viaggio che copra le tue spese? (malattia o infortunio all’estero, compreso il Covid-19). Compra direttamente online la polizza viaggio Heymondo o fatti fare un preventivo con il mio codice sconto del 10%! Viaggi con la famiglia? Hai il 10% + il 15% di sconto se a viaggiare siete almeno in tre!

Questo articolo è stato aggiornato il Aprile 11, 2017

Ci sono alcune città del mondo, d’Europa anche, in cui prendere a noleggio una macchina, non è indispensabile. Ibiza non è una di queste. A Ibiza ci sono tante attività da fare, ci si sposta da una caletta a un’altra, si va a pranzo sul mare, si torna nell’entroterra per una passeggiata in una delle località tipiche e infine si esce la sera.

Spostarsi con i mezzi pubblici a Ibiza non è fattibile, ecco perché durante il mio viaggio nell’isola delle Baleari, ho preferito noleggiare un’auto con Auto Europe.
Per viaggiare comodi abbiamo preferito un piccolo suv, anche perché dovevano starci due valige, un passeggino e un seggiolino auto che mi ero portata da casa, imbarcandolo con Ryanair.

Per chi viaggia con i bambini

Chi viaggia in aero con i bambini all’estero, deve prevedere un seggiolino auto da noleggiare insieme alla macchina, o da portare dietro in aereo. Personalmente ho preferito portarlo con me in aereo, innanzitutto perché noleggiarlo in loco costava circa 15€ al giorno, ma soprattutto perché la compagnia con cui volavo, mi permetteva di portarlo senza spese aggiuntive.

Ho volato con Ryanair, la compagnia low cost irlandese, che oltre a farmi portare dietro il passeggino (due pezzi) mi ha permesso di spedire il seggiolino auto senza alcun costo aggiuntivo. Un ottimo servizio che consiglio caldamente a chi viaggia con i bimbi piccoli, perché evita ulteriori spese e da la possibilità di portarsi dietro il proprio seggiolino auto con cui magari si trova già bene.

Ritirare l’auto, cosa serve

Una volta arrivati all’aeroporto di Ibiza, mi sono subito diretta al banco Thrifty, sotto Hertz. Da lì è stato tutto molto semplice, perché chiaramente spiegato da un gentile impiegata. L’auto era parcheggiata appena fuori l’aeroporto e raggiungerla è stato molto semplice grazie alle sue indicazioni.

La cosa davvero importante, che viene richiesta quando si prenota un’auto a noleggio è dare una carta di credito valida, che deve essere la carta di credito del guidatore dell’auto. Se non l’avete, per intenderci, non potete dare la carta di credito di un’altra persona e poi in viaggio guidare voi. E` una cosa molto importante, per cui una volta arrivati potrebbero non farvi ritirare l’auto. La carta di credito serve a garanzia, quindi vi verranno bloccati, temporaneamente e fino alla riconsegna della macchina, una cifra che cambia da compagnia a compagnia, in questo caso 200€.


Consiglio in più

Il consiglio in più è di fare la copertura totale, quindi un’estensione della copertura assicurativa che non potete mai fare online, ma solo una volta arrivati sul posto. A cosa serve, vi chiederete? Ad essere totalmente coperti, da qualsiasi cosa vi accada. Per assurdo, se durante il viaggio, mentre avete posteggiato l’auto e non siete nei paraggi, qualcuno gli da una botta evidente senza che voi possiate vedere il colpevole, non avrete alcun costo addebitato. Questa assicurazione copre proprio tutto. Di solito ha un costo un po’ alto, in questo caso noi l’abbiamo pagata circa 100€, ma è una cosa che consiglio caldamente a tutti e che io personalmente faccio sempre, perché evita problemi e rende la vacanza più serena.

Riconsegnare l’auto, cosa non dimenticare

Alla riconsegna dell’auto, c’è una cosa importantissima che non dovete dimenticare: il pieno.
L’auto vi viene data con il pieno e va riconsegnata con lo stesso livello di benzina, per la maggior parte delle compagnie.
Nel mio caso specifico, ad esempio, ci sarebbe stato prelevato il costo del pieno più qualche euro in più per il disturbo del servizio, dalla vostra cifra che avevano lasciato in caparra al ritiro. Di solito non è mai una cifra bassa o comunque non è mai la stessa cifra del pieno, quindi sempre meglio consegnare la macchina come da contratto.
Come dicevo, questo per quanto riguarda il mio accordo e la maggior parte delle compagnie, vi consiglio comunque di leggere sempre bene e fino in fondo gli accordi per non incappare in brutte sorprese.

Questo articolo ti ha messo voglia di viaggiare? Benissimo!
Vai su Booking e trova l’hotel, il b&b o l’appartamento ideale per il tuo viaggio!
Oppure inizia la tua ricerca proprio qui sotto :)

Booking.com

Trova l’Hotel per te!

 

Stai cercando un volo per questa destinazione? Prenota con Skyscanner e trova facilmente il volo più economico secondo le tue date e le tue preferenze di aeroporto. Oppure, inizia la ricerca qui sotto!

Trova il tuo volo!

 

2071 articoli

Informazioni sull'autore
Federica è direttrice del giornale e fondatrice di Viaggi low Cost. Viaggiatrice incallita ha iniziato il suo diario di viaggio nel 2008. E` stata definita nel 2020 da Lonely Planet "la pioniera dei blog di viaggi in Italia". Nel suo profilo Instagram (@federchicca) e nel suo blog personale www.federicapiersimoni.it tante avventure, non solo di viaggi!
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Come MuoversiFederchicca

Le città della bicicletta in Europa, quali sono

Ti sei mai chiesto dove è più facile e dove è più sicuro andare in bicicletta? Te lo svelo io perché secondo recenti ricerca in Europa le città sicure per le biciclette non sono tante, ma sono bellissime e vale la pena visitarle tutte. Vieni a scoprirle.
Destinazioni

Casa Batlló si trasforma in un palcoscenico natalizio: concerto di luci e musica gratis per tutti!

A Natale, Casa Batlló diventa un palcoscenico di luci e colori. A Barcellona la celebre opera di Antoni Gaudì, completata nel 1907, attrae gradi e bambini dal 17 novembre fino al 18 febbraio, con un’esperienza notturna unica. Leggi l’articolo e scopri di più.
Destinazioni

Natale a Helsinki: Mercatini di Natale e visita della città

Natale a Helsinki, consigli di viaggio per vedere i Mercatini di Natale, i maggiori musei ed esplorare la città tra piscine e saune, anche i inverno, e locali dove vivere la vera esperienza finlandese. Leggi qui.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.