Napoli, weekend low cost a meno di 60€

Weekend a Napoli con meno di 60 euro

Weekend a Napoli con meno di 60 euro

Un weekend low cost a Napoli a meno di 60€, dove dormire e dove mangiare, cosa fare in due giorni per spendere meno di 60€, vieni a leggere la nostra vacanza.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Un weekend low cost a Napoli è quello che ci vuole per ricaricare le batterie. Si, perchè visitare Napoli conviene. Non solo per  poter godere delle bellezze uniche al mondo che la città partenopea offre, ma proprio perché con pochi euro è ancora possibile passarvi un bel week end low cost senza dover rinunciare a nulla. Ho stimato un budget di 60 euro, adatto quindi a viaggiatori con un budget ridotto che come me non possono permettersi di spendere grosse cifre ma non intendono comunque rinunciare al piacere del viaggio e a passare un fine settimana fuori porta.

napoli

Dove dormire: Vomero

Il Vomero è un quartiere tranquillo e residenziale, perfetto per soggiornare e ottimo punto di partenza per scoprire Napoli, grazie agli ottimi collegamenti con il resto della città tramite le linee di funicolare e metropolitana. Per arrivare al B&B In the mood for colors la stazione metropolitana più vicina è quella di Quattro Giornate (linea 1). Da lì in circa 5 minuti a piedi si raggiungerà la struttura, che si trova in una traversa della centralissima Via Cilea. Per chi arrivi invece in auto basterà prendere l’uscita della tangenziale di Via Caldieri. Il B&B è prenotabile sul sito Air B&B ed i prezzi partono dai 35 euro a notte per l’appartamento per due persone con colazione inclusa.

napoli-castel-ovo

Passeggiare da Via Roma a Piazza Plebiscito

Partendo dal Vomero è possibile raggiungere la zona del lungomare grazie alla caratteristica funicolare. Si dovrà arrivare, con una piacevole camminata attraverso Via Scarlatti, brulicante di negozi e baretti, a Piazza Vanvitelli e di lì a Piazza Fuga. Si giungerà così all’ingresso della Funicolare Centrale. Il costo del biglietto da una singola corsa è di 1 euro, mentre per 3,50 euro si potrà usare il ticket illimitatamente per 24 ore.

Si dovrà scendere all’ultima fermata e là ci si troverà catapultati nella vivace Via Roma, una delle strade che rappresentano il cuore e l’anima del centro di Napoli. Da lì girando subito a destra ci si troverà davanti all’ingresso della Galleria Umberto. Consiglio di fare un giro all’interno e assaggiare una tipica sfogliatella napoletana al bar La sfogliatella Mary. Per 1.70€ potrete gustare una calda e fragrante sfogliatella: fiore all’occhiello della pasticceria napoletana.

napoli-piazza-plebiscito

Proseguendo su Via Roma si troverà alla propria sinistra il famoso teatro lirico San Carlo e proseguendo dritto la meravigliosa Piazza Plebiscito. Difficile restare indifferenti di fronte alla sua maestosa grandezza e alla solennità del suo colonnato. Proprio in Piazza Plebiscito si trova poi il Palazzo Reale, che è possibile visitare a patto di verificarne in anticipo orari e giorni di apertura. Da Piazza Plebiscito, scendendo e voltano a destra, si giungerà sul lungomare di Via Caracciolo. Il lungomare è per buona parte isola pedonale dove circolano biciclette, skaters, risciò e corridori. Da non perdere anche una visita al Castel dell’Ovo, elegantemente adagiato sulle acque e nel quale è possibile entrare gratuitamente e poter godere di un panorama privilegiato attraverso le sue finestre e le sue terrazze.

napoli-via-chiaia

Tra le vie della moda di Napoli

Al termine dell’isola pedonale di Via Caracciolo, laddove inizia il giardino pubblico chiamato “Villa Comunale”, potete voltare a destra e risalire verso Piazza dei Martiri. Da lì inizia una delle zone più “in” del capoluogo campano. Proseguendo per Via Chiaia gli amanti dello shopping troveranno un’ampia scelta di negozi, di tutti i tipi e per tutte le tasche. Via Chiaia prosegue poi fino a ricongiungersi con Via Roma. Da lì camminando in direzione opposta rispetto a Piazza Plebiscito si arriverà alla fermata della metro Toledo. Un’occasione per ammirare quella che è stata definita una delle metropolitane più belle d’Europa. Prendendo la metro da lì si dovrà poi scendere alla stazione Garibaldi per andare finalmente a pranzo.

napoli-da-michele

Da Michele: la vera pizza napoletana

Dopo aver tanto camminato vi sarete meritati una sosta per il pranzo e l’occasione per provare la vera pizza napoletana. La pizzeria “da Michele” si trova nei pressi di Corso Umberto, la lunga strada che dalla stazione ferroviaria di Piazza Garibaldi arriva a Piazza Borsa. Da Michele offre un menu specifico molto semplice: solo margherita e marinara, ovvero la pizza originaria, squisita e senza fronzoli. Con soli 4 euro si potrà gustare un’ottima pizza. Il locale e i tavoli sono volutamente spartani, a sottolineare la genuinità del posto e il gusto per le cose semplici.

Piazza del Gesù, Spaccanapoli e San Biagio dei Librai

Dopo mangiato i camminatori più strenui potranno continuare la passeggiata verso la centrale Piazza del Gesù e da lì attraversare il decumano inferiore , volgarmente chiamato Spaccanapoli:  un’arteria stradale del centro di Napoli ed  una delle vie più importanti della città. La strada è così chiamata perché divide in due parti la città. Spaccanapoli è un lungo, folkloristico susseguirsi di negozietti, botteghe, chiese, palazzi antichi, in cui si vive ancora l’autentico spirito della Napoli di una volta.

napoli-sfogliatella-mary

Cena street-food a base di specialità fritte

Per concludere la serata si potrà poi cenare  in maniera sfiziosa e veloce con una specialità da asporto in uno dei tanti take-away della zona: Il Cuoppo, in Via San Biagio dei Librai, propone al pubblico i suoi “cuoppi”, ovvero misti di fritture varie: di terra, di mare, di verdure, serviti in una cartoccio marrone di forma conica, ottimi per essere consumati durante il cammino. Il costo di ogni “cuoppo” oscilla dai 2 ai 5 euro e dentro ci sono abbastanza pezzi da saziarsi a dovere.

San Martino e Castel Sant’Elmo

Dopo aver dormito al Vomero si potrà dedicare la mattina successiva ad una visita al belvedere di San Martino, che domina la città e dal quale si può ammirare il panorama mozzafiato di Napoli dall’alto: Vesuvio compreso. Proprio a San Martino si erge l’imponente Castel sant’Elmo, castello medievale ora adibito a museo e sede di diverse mostre temporanee. Il costo di un biglietto a prezzo pieno è di 5 euro. San Martino si può raggiungere con una camminata di 15 minuti dal B&B oppure  tramite metro (linea 1, fermata Piazza Vanvitelli) e da lì autobus V1 fino al capolinea.

napoli-caste-santelmo

Gelato di metà mattina e passeggiata in villa Floridiana

Una volta finita la passeggiata a San Martino, consiglio di fermarsi in piazza Vanvitelli per una sosta-gelato da Fantasia Gelati. La gelateria è attiva con diverse sedi dal 1994 ed è una delle più buone che io abbia mai provato. Tra i gusti che consiglio ci sono sicuramente Nutella, Kinder e Galak. Sconsigliato a chi non ama le cose troppo dolci. Il cono con due gusti cosa 2.50 €.

Per concludere infine il week end low cost a  Napoli, prima di ripartire per le proprie città, consiglio un giro alla Villa Floridiana. Si tratta di un edificio di interesse storico ed artistico, sito all’interno dell’omonimo parco. Il complesso faceva parte del gruppo di edifici utilizzati come residenze dei Borboni ed ospita  il Museo nazionale della ceramica Duca di Martina. Il parco, attualmente non è completamente visitabile perché alcune zone sono in ristrutturazione. Offre tuttavia una vista spettacolare e un punto di vista privilegiato per ammirare il golfo di Napoli.

Le mete proposte sono solo un assaggio della città che racchiude in realtà una serie di tesori e ricchezze  più ampio e tutto da esplorare, richiedendo in realtà ben più di un weekend. Il mio itinerario tuttavia cerca di proporre al visitatore una serie di bellezze imperdibili, restando nello spirito dei viaggi low cost.

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Booking.com

Mini guida

48 ore a Napoli, tour di 3 giorni low cost

Weekend a Napoli: cosa vedere in due giorni

Per un viaggio a Napoli non vi basterà un weekend, dovrete senza dubbio ritornare. Per un viaggi a Napoli non vi basteranno due occhi e una bocca...