Catania, dove mangiare il pesce: 5 locali sul mare

5 posti a Catania dove mangiare pesce

5 posti a Catania dove mangiare pesce

di , | Dove Mangiare

Booking.com

spaghetti-ai-ricci

Appena si parla di Sicilia, di Catania in particolare, il pensiero va immediatamente ai deliziosi piatti: dolci e salati, alle granite, agli arancini e alle specialità di tavola calda. Ma non si deve dimenticare che Catania sorge sul mare, e dal mare provengono le più prelibate specialità servite sulle tavole dei ristoranti di tutta la città.

Iniziamo così un breve viaggio tra i 5 posti che offrono il miglior pesce nella città etnea e nelle località limitrofe!

Trattoria Paranza

Sita in via Calì 11, si trova in una zona centrale e strategica: a poca distanza dal centro storico catanese e a qualche decina di metri dal porto. Si presenta come una trattoria ma la qualità ha ben poco a che vedere con questo termine: pesce sempre fresco e tanta varietà con l’aggiunta di un’ottima qualità e professionalità da parte dello chef. La specialità? Ovviamente la Paranza, quindi tutto ciò che riguarda fritture miste. Il tutto accompagnato da vini eccellenti, che non si spera di trovare in una “trattoria”. Ma ciò che si aspetta dopo una cena a base di pesce è il tipico sorbetto al mandarino, delizioso! Anche il prezzo non dispiace: perfettamente nella media (tra i 30 e i 40 euro), e si tende sempre ad approssimare per difetto! L’unica nota negativa? Il parcheggio: l’unica soluzione è in strada, ma la zona è molto caotica, soprattutto il sabato sera. Ma tranquilli. Una volta entrati nel locale, la simpatia e la disponibilità di camerieri e titolari vi farà dimenticare tutto!

El Chiringuito

Troviamo questo semplice locale spostandoci dal centro cittadino, sul lungomare di Catania, non è grandissimo e, per la zona, forse è meglio in estate (il lungomare d’inverno è molto ventoso e offre poco alternative per una passeggiata dopo cena). Il nome prettamente spagnolo è legato alla cuoca, per l’appunto, spagnola. E il binomio pesce-Spagna ci conduce dritti dritti ad un piatto unico nel suo genere: la paella! El Chiringuito è uno dei pochi locali capaci di offrire questa pietanza…ma non solo la serve ben preparata e ricca di condimenti, al tavolo viene servita abbondante (in una padella al centro tavola e ognuno può prenderne quanta ne vuole e quante volte vuole) e, se si vuole, “con la fiamma” ovvero con una fiaccola che, inevitabilmente, disegna sul volto dei commensali un’espressione di sorpresa ed allegria. Il rapporto qualità-prezzo è ottimo così come le alternative che offre ai piatti di pesce: El Chiringuito, infatti, propone anche buonissime pizze ed antipasti vari.

Trattoria i Malavoglia

Che sia stato sui libri di scuola o per sentito dire, chiunque conosce la famiglia Toscano, detta “Malavoglia”, narrata da Verga. Oggi non c’è più alcun personaggio di quella famiglia come non c’è più Verga a narrarne le imprese, ma nel borgo marinaro di Aci Trezza, la tradizione pescatora fa ancora da padrona e i Malavoglia diventano una trattoria dove poter gustare il meglio del pesce mediterraneo! Il locale sorge sul Lungomare dei Ciclopi e, non a caso, sedersi per gustare dell’ottimo pesce presuppone poter godere di un’ottima vista, sui faraglioni e sull’isola Lachea. Il pesce servito proviene direttamente dai pescatori della zona: questo ne contraddistingue la freschezza. Il tutto accompagnato da ottimi vini, anche di produzione locale! I cavalli di battaglia di questo locale sono: spaghetti ai ricci, linguine allo scoglio, tagliolini all’astice e risotto verde mare. Qui, come in tanti altri locali del catanese, il pescato a disposizione dei clienti è esposto e ciascuno può scegliere il pesce dopo averlo visto e dopo averne approvata la freschezza. Per concludere, si possono gustare anche dolci tipici siciliani, ovviamente artigianali! Il prezzo è moderato anche grazie alla possibilità di scegliere i menù a prezzo fisso! Unica pecca? Chiuso il martedì, per il resto della settimana aperto sia a pranzo che a cena!

Le Terrazze

Continuando l’itinerario culinario sul litorale, da Aci Trezza ci spostiamo a Capomulini (frazione di Acireale), precisamente, sul lungomare Martinez. Il locale è una terrazza sul mare quindi, per ovvie ragioni, è aperta nel periodo primaverile-estivo. Il bel panorama è assicurato con vista sulla collina di Aci Trezza, sui faraglioni e sulla vicina isola Lachea. Si contraddistingue per la gentilezza e la disponibilità dei proprietari e dei camerieri, pronti a suggerire i migliori piatti del giorno. Certamente, i menù turistici a 23 o 28 euro più bibita, sono una trovata intelligente e favorevole al cliente che potrà qui gustare i più classici dei piatti a base di pesce: linguine allo scoglio, spaghetti al nero di seppia, fritture miste… Altro aspetto positivo? La possibilità del parcheggio riservato sul molo, poco distante, senza il quale parcheggiare sarebbe quasi impossibile.

Trattoria Incognito

Il nostro viaggio si conclude ad Acireale, in via Giovanni Verga 58. E’ una trattoria gestita dalla famiglia Incognito che si divide fra sala e cucina per offrire gentilezza, cordialità e prodotti genuini ai propri clienti. La genuinità è legata alla scelta del pesce, anche qui fresco, di stagione e scelto di giorno in giorno. Difficilmente, infatti, si troveranno sempre gli stessi piatti. Il cavallo di battaglia? Gli antipasti. Il menù ne prevede un numero spropositato, una ventina circa, e di tutti i tipi, che siano cotti o crudi, fritti o marinati. Il prezzo assolutamente onesto e moderato con possibilità di menù a 30 euro che include un antipasto della casa, un primo a scelta, un dolce e dell’ottimo vino locale! La trattoria è sempre aperta a pranzo, per la cena è consigliato prenotare.

Post di Giuseppe Mirabella

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mini guida

48 ore in Sicilia tra Trapani, San Vito Lo Capo e Erice

Weekend a Trapani? Ecco cosa visitare in due giorni

Una delle parti più belle della Sicilia è a mio avviso la parte di Trapani ed ecco come vi consiglio di passare 48 ore in Sicilia. I voli low cost...