Amsterdam: Volkshotel - la recensione dell'albergo più trendy della città

Amsterdam, dormire in un Trendy Hotel: recensione Volkshotel

Amsterdam, dormire in un Trendy Hotel: recensione Volkshotel

Stanchi delle solite strutture alberghiere? La recensione del Volkshotel vi farà venire voglia di partire per Amsterdam, alla scoperta di un bellissimo Trendy Hotel!

di , | Dove Dormire

Booking.com

Uno degli hotel più particolari di Amsterdam è il Volkshotel!
Appena varcata la soglia girevole, si viene subito colpiti dalle “good vibration” che caratterizzano non solo questa città, ma soprattutto questo hotel a dir poco unico nel suo stile.

Dove si trova il Volkshotel

Considerato uno degli hotel “cool” di Amsterdam, è stato ricavato all’interno di un ampio edificio di ben otto piani che fino a non molti anni fa ospitava la sede di uno dei principali quotidiani della città olandese. Defilato rispetto al centro storico, gode comunque di una posizione estremamente strategica grazie anche alla fermata della metropolitana Wibautstraat appena fuori dall’hotel: in sole tre fermate si arriva nella nevralgica Central Station.

Vicino c’è quartier Pijp, una delle aree della città in forte ascesa e fuori dai canonici circuiti turistici, pieno di numerosi locali carini per una cena o semplicemente per bere qualcosa.

Il servizio di noleggio bicicletta del Volkshotel

Per chi è più temerario e vuole vivere appieno l’Amsterdam experience, non può rinunciare al noleggio della bicicletta, di certo anche il mezzo migliore per muoversi nel dedalo delle vie che costeggiano i numerosi canali. Il Volks Hotel offre un servizio diretto di noleggio ad un costo davvero vantaggioso: 12 euro per il primo giorno e di 9 dal secondo giorno. Grazie alla sua posizione, in 15 minuti di pedalata raggiungerete il Museum District o il Zentrum, in altri 15 vi ritroverete al mulino birreria… Tutto sarà comunque a distanza davvero breve o accettabile.

Volkshotel: uno stile unico

Il Volkshotel conquista per il suo stile e design. Appena entrati, il vostro sguardo sarà inevitabilmente attratto, oltre che dall’enorme spazio della hall, dalla gigantesca insegna luminosa old style appesa proprio sopra la reception.
È questo solo uno dei tanti elementi di arredo e di memorabilia rappresentativo di uno stile industrial contaminato da un design vintage anni ’60-’70 attraverso il quale hanno preso forma tutti gli spazi del Volkshotel.

L’ampia hall è stata sapientemente suddivisa in diverse aree: la reception, alle cui spalle si trova una roulotte (sì proprio una roulotte!) utilizzata come shop per acquistare gli originalissimi gadget dell’hotel; l’area open-space con tavoloni in legno per chi vuole lavorare, studiare, fare del co-working con annesse delle sale meeting dalle ampie vetrate trasparenti; infine il lungo bancone del bar, uno dei tre presenti nel Volkshotel, che si anima dalla colazione fino a tarda notte, quando il Volks diventa un luogo frequentato anche dai locals per serate con musica dal vivo o dj-set.

Il Volks infatti non è il classico hotel dove semplicemente dormirci: è un vero e proprio luogo di aggregazione che va vissuto ad ogni ora del giorno grazie ai suoi locali che si animano la notte come il “secret bar” Doka o il Canvas situato all’ultimo piano dell’hotel. Per non parlare dei numerosi eventi culturali, artistici o concerti live durante il week-end. Tenete d’occhio il programma che viene esposto settimanalmente proprio nella hall o nel loro website.

Le stanze trendy del Volkshotel

Le stanze sono l’ulteriore punto di forza di questa struttura, perfette per i design lovers o per tutti quelli alla ricerca di un hotel che non abbia le classiche stanze asettiche e fredde. Due le categorie prenotabili che vanno incontro anche alle diverse capacità di spesa: le Special room e le Standard room a loro volta suddivise tra Sir Petit (le più piccole), Sir Standard Sister dove si dorme su una sorta di futon, Sir Standard e Miss Big adatta per famiglie o se si è in più amici.

Tutte le stadard, più economiche rispetto alle special room, sono curate nei minimi dettagli seguendo una linea dallo stile minimal ed essenziale. Per quanto riguarda le special room, decisamente più costose ma decisamente più particolari, si può scegliere tra le diverse a tema in base ai propri gusti. I nomi sono tutto un programma come ad esempio, giusto per citarne alcune, la Bathin bikou, la stanza zen con una super vasca di legno, la Cabin in the wood con il suo originale letto sospeso quasi come fosse un mega dondolo, la Cinema bodoir destinata a chi vorrà vivere un week-end dai toni piccanti da “red light district” a quella con un enorme alce di cartone in stanza, difficile scegliere… Peccato non provarle tutte!

Colazione per tutti i gusti

La colazione non è compresa, si può decidere di farla nel locale all’ultimo piano per 12 euro a persona con formula buffet super abbondante (brioches, frutta, yogurt, caffè, biscotti alla cannella e perfino zenzero fresco appena tagliato), nel locale al piano terra con la formula “a-la-carte” (dove scegliere tra enormi torte dal taglio americano) oppure di non farla proprio in hotel.

L’hotel, a differenza di quello che si potrebbe pensare, ha assolutamente dei costi accessibili e un ottimo rapporto qualità-prezzo, soprattutto se rapportato a molte altre soluzioni dello stesso livello ma non certo dallo stile così particolare. Quindi, assolutamente da non perdere!

Booking.com

© 2017 - Riproduzione riservata

Recensione

Il Volkshotel di Amsterdam è un Trendy Hotel: ha uno stile unico, molto amato dai design lover! Non è il classico hotel dove dormire semplicemente, ma un vero e proprio centro di aggregazione. La struttura, infatti, ospita una serie di eventi e incontri davvero attrattivi. Ci sono diversi tipi di stanze, tutte originali e particolari: un'esperienza da non perdere.

5/5