Gent, cosa vedere in tre giorni, itinerario

Tre giorni a Gent, per scoprire la cittadina fiamminga

Tre giorni a Gent, per scoprire la cittadina fiamminga

Cosa vedere a Gent in tre giorni, dove mangiare e bere ottima birra fiamminga, cosa visitare per un weekend low cost.

di , | Cosa Fare

Con i suoi lunghi e romantici canali, tra i fiumi Leila e Shenda, Gent è una graziosa cittadina nel cuore delle Fiandre dal profumo di cioccolata, patatine fritte e birra artigianale. Comodamente raggiungibile dall’aeroporto Charleroi di Bruxelles con autobus o treno, è una di quelle mete che riesce a sorprenderti e che nulla ha da invidiare alla capitale belga.

OLYMPUS DIGITAL CAMERA
Ampie vie dai profili gotici e attrezzate banchine sempre affollate, caratteristiche birrerie artigianali, cioccolaterie e piccole botteghe di design, 18 musei e circa 100 chiese: Ghent (o Gand) è un piccolo gioiello visitabile anche i pochissimi giorni. E fra le cose da fare ho scelto le 5 che hanno reso ancor più piacevole il breve viaggio.

Dove mangiare e dove bere

L’esplorazione enogastronomica è sicuramente immancabile in ogni viaggio e a Gent le possibilità di gustare buoni piatti sono numerose; tappa obbligatoria al ristorante Amadeus Gent dove costolette a volontà è la parola chiave per un’ottima scorpacciata a buon prezzo. Così come le frieten, le patate fritte belghe, sono da provare in una delle tantissime friggitorie della città.

gent-Amadeus Gent

In ogni angolo di Gent è possibile gustare ottime birre artigianali, spesso in locations interessanti e affascinanti: la birreria Gentse Gruut in Rekelingestraat 5, in un locale dal gusto postindustriale e dall’arredamento minimal, è gestita da una imprenditrice che ha studiato per recuperare un’antica tradizione medievale del luogo, la birra senza luppolo ma con un bilanciato miscuglio di erbe, prodotta nel locale anche in presenza dei clienti. Con 10€ si può fare una degustazione di tre birre con ampia spiegazione da parte di uno dei giovani camerieri.

gent-beffroi

Cosa visitare

Passeggiare per le vie di Gent lasciandosi andare alla bellezza dei canali e delle architetture è forse il miglior modo per godere di questa cittadina pulita e brulicante di persone. Se si dovesse decidere di visitare qualche luogo particolare, la scelta potrebbe ricadere su tre in particolare: la torre civica Beffroi Gent, la Market Hall e i due quartieri Beguinages.

Salendo sulla torre Beffroi, uno dei tre campanili medievali del centro storico, si può godere di una emozionante vista sulla città e della lunga rete di canali navigabili (anche per visite turistiche); 95 metri di altezza e 54 campane, un vero gioiello.

La Market Hall è invece sede di un grande padiglione multifunzionale progettato da Robbrecht & Daem / Marie-José Van Hee architects, e sede di concerti, mercati, performances e di un vasto punto di bike-sharing. Una architettura coinvolgente, un mix perfetto e rispettoso di materiali, forme e funzioni, un soggetto ideale da ritrarre.

gent-Beguinages

I quartieri Beguinages, patrimonio dell’UNESCO, si trovano ad est e al centro di Gent e sono graziose parti verdi di città, dimora delle beghine nel medioevo, ora oasi di pace e occasione per scoprire una città non molto conosciuta:  Old St Elizabeth Beguinage, Great Beguinage St–Elizabeth, Small Beguinage Our Lady of Ter Hoyen.

Per i più fortunati che hanno la possibilità di prolungare il soggiorno oltre il weekend, il quartiere universitario vi aspetta il mercoledì e il giovedì sera con feste e locali affollati. Una Gent tutta da fotografare e..gustare!

© 2016 - Riproduzione riservata

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo

Mini guida

Mini Guida di Budapest, tour di 3 giorni low cost

Budapest: cosa vedere assolutamente

Il primo weekend a Budapest non si scorda mai, posso confermarlo. Budapest è al tempo stesso giovane e romantica e vi rimarrà nel cuore sia che...