Ajaccio, le spiagge, cosa vedere e cosa fare nella bellissima Corsica

Ajaccio, cosa vedere e cosa fare in Corsica

Ajaccio, cosa vedere e cosa fare in Corsica

Le spiagge di Ajaccio, cosa vedere e cosa fare nella bellissima Corsica, in Francia. Nel post tanti consigli sulle attività da non mancare in viaggio ad Ajaccio.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Ajaccio, capitale della Corsica, racchiude diversi aspetti dell’isola, pur rimanendone in parte distaccata. Le tracce prima genovesi e poi napoleoniche la segnano profondamente, rendendola alquanto diversa dai paesini corsi, tanto costieri quanto dell’interno.

Napoleonici ovunque!
Significativa già la data di fondazione: 1492. Mentre Colombo sta scoprendo le Indie (ops… l’America), Ajaccio viene fondata dai genovesi sulle coste occidentali della Corsica, in posizione strategica, che colonizzano la zona con propri abitanti. Nasce il nucleo centrale della città, le viuzze strette (i carrugi genovesi divengono carrughij corsi) che si intrecciano attorno al porticciolo. E’ il nucleo storico della città, quello da dove tutto partì, Napoleone compreso.
Infatti tra le vie della Ajaccio genovese troviamo la casa natale del più celebre dei Bonaparte, oggi visitabile come museo, con particolari convenzioni se si è clienti della birreria omonima.

Possiamo girare più di mezza città anche solo volendo vedere tutte le statue napoleoniche disseminate in varie piazze, o i riferimenti indiretti come il liceo-museo Fesch (il cardinale suo zio e possibile padre naturale) o raccogliendo le insegne delle attività commerciali che fanno chiaro e diretto riferimento a lui stesso.

Una delle meravigliose spiagge
Tuttavia, si tratta di un “amore di interesse”, appunto molto commerciale: Bonaparte infatti non fu molto tenero con i propri conterranei una volta diventato imperatore e necessitando di sedare i desideri di indipendenza corsi. Sotto sotto la memoria rimane, ma anche in questo caso pecunia non olet
Ben più amato, senza alcun torto, rimane Pascal Paoli, eroe dell’indipendenza corsa, al quale però troviamo come tributo una sola statua, nei pressi dell’ingresso alla Cittadella.

Quest’ultima, una sorta di castello tra il porto oggi dedicato a Tino Rossi e la spiaggia di San Francesco, non è purtroppo visitabile, in quanto area militare.
Un itinerario per visitare quanto di cui abbiamo parlato potrebbe richiedere tra la mezza giornata e la giornata intera. Un’altra mezza giornata potrebbe essere trascorsa in spiaggia, a scelta tra le innumerevoli possibilità che si presentano sulla costa.

Isole Sanguinarie
Un’alternativa interessante potrebbe essere invece quella di prenotare una visita in barca alle Isole Sanguinarie, al termine del promontorio che chiude a nord il golf di Ajaccio. In media le escursioni durano qualche ora ed hanno un costo attorno ai 40 €, con un aperitivo a bordo.

Dedicando più giorni al capoluogo corso, si ha la possibilità di dedicarsi ad escursioni in barca più lunghe, come la visita alla riserva naturale di Scandola o alla città di Bonifacio nell’estremo sud; oppure rimanere nel golfo di Ajaccio e godere di spiagge più o meno affollate ma sempre ben tenute e con un mare assolutamente cristallino, anche a due passi dal centro.

Porto Tino Rossi
La sera, la zona più interessante è quella più storica, attorno al porto, dove tra le viuzze ci si può sedere ai tavolini dei ristoranti all’aperto a godere della cucina tipica; vanno evidenziate le specialità a base di cinghiale e le innumerevoli varietà di cozze proposte.
Al di là della cena caratteristica e della salutare passeggiata al porto o lungomare, tuttavia, le possibilità di svago serale si esauriscono abbastanza in fretta. Tranne il venerdì, unico giorno in cui i negozi non alimentari rimangono aperti anche la sera.

Booking.com

© 2016 - Riproduzione riservata

Mini guida

48 ore a Parigi, tour di 3 giorni low cost

Weekend a Parigi? Cosa vedere in tre giorni

Un weekend a Parigi è un sogno. Diciamoci la verità, Parigi è sempre una delle mete europee più belle. Per quanto i francesi possano più o meno...