Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Mangiare

Burger bar a Barcellona, quali scegliere

1 minuti di lettura

Barcellona fa il filo a New York e Londra, quindi mercatini a parte (dei quali abbiamo già fatto un resoconto) una delle nuove mode cittadine sono i burger bar. Ne spunta uno nuovo ad ogni angolo, con forme, colori e ambienti diversi ma tutti con un’unica idea far degustare in modo tradizionale o gourmet il piatto più amato dagli americani: proprio lui signori, l’hamburger.

Quindi all’intrepido amante del genere mi permetto di consigliare i ristoranti più in voga e soprattutto quelli cha a mio modesto parere valgono la spesa. Perché parliamoci chiaro, sarà anche in ma bisogna munirsi di un portafogli abbastanza pienuccio (in alcuni più che in altri). La spesa aumenta soprattutto quando agli hamberger si accompagnano dei deliziosi gin tonic, che in alcuni di questi ristoranti vengono proposti come perfetto partner della succosa carne.

La Royale
Plaza del Camp, 5 (M verde/L3/Lesseps)
Ristorante stilosissimo e frequentato dalla popolazione bene di Barcellona, forse perchè si trova in un quartiere poco alla mano ma che a volte nasconde deliziose sorprese come questo ristorante. Accompagnate il vostro hamburger (ce ne sono di vari tipi e ispirati ai vari continenti) con un gin tonic, sono da urlo. Non ve ne basterà solo uno credetemi. Il barman è italiano e saprà consigliarvi il gin perfetto secondo i vostri gusti.

Kiosko burger
Marquès de l’argentera, 1bis (M gialla/L4/Barceloneta)
Uno dei burger bar più amati in assoluto. Sempre pieno fino a scoppiare, si ispira ai ristoranti di un tempo proponendo hamburger cotti alla brace e un servizio spartano: si chiede il proprio hamburger, lo si paga, si ottiene un numero e poi si aspetta il proprio turno giocando a sudoku.

El petit burger
Calle Fusina, 3 (M gialla/L4/Barceloneta)
Piccolo, carino e con un servicio veramente più che cortese (cosa più che strana a Barcellona). Servoono hamburger tradizionali e gourmet di tonno e vegetariani. Vale la pena venire al Borne e dopo una giornata di shopping fermarsi a riposare gambe e stomaco.

E visto che le mode a volte attecchiscono davvero vi propongo una foto dei mini hamburger che abbiamo preparato oggi in casa. Questi in realtà sono solo i burger buns ma anche il prodotto finale non è venuto niente male.
Altro che Mcdonald’s.

108 articoli

Informazioni sull'autore
Francesca 36 anni, calabrese di nascita, spagnola d’adozione. Viaggiatrice di vocazione. Due occhi (più quello della macchina fotografica sua grande compagna di viaggio) per guardare tutto quello che il mondo ha da offrirle e due gambe per muoversi seguendo le onde della sua passione.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Curiosità

Il rito di Halloween in Irlanda

Halloween è una festa nata in Irlanda e non in America come crede la maggior parte delle persone. Tutto ebbe inizio nella Contea di Meath, a pochi chilometri da Dublino. Definita come “Capodanno celtico”, Halloween si festeggia il 31 ottobre e un tempo rappresentava un rito che segnava il passaggio dalla luce alle tenebre, poiché coincideva con la fine dei raccolti e l’inizio del periodo invernale.
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Ricetta

Tortionata di Lodi, la ricetta del dolce di mandorle

La Tortionata è la torta della città di Lodi, famosa in tutta la Provincia con una storia antichissima e un nome curioso. Leggi come preparare la torta e come gustarla, inoltre dove trovarla a Lodi e in Lombardia.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.