Come viaggiare di più spendendo di meno

Dove Dormire

Il Berwick Lodge Hotel di Bristol, recensione

3 minuti di lettura
Afternoon Tea, rumori della natura e tanto relax: ecco un vero Hotel gioiello a 15 minuti d'auto dal centro città. Berwick Lodge Hotel è un Luxury Boutique Hotel consigliatissimo per fuggire dal caos della metropoli.

L’Inghilterra è la vostra meta ideale?
Avete voglia di fuggire dalla confusione o dagli eccessi della metropoli?

Il mio consiglio è quello di rifugiarvi nello splendido Berwick Lodge di Bristol e regalarvi un weekend tranquillo e sereno, tra afternoon tea e passeggiate nella natura.

Relax, relax e ancora relax il Berwick Lodge Luxury Boutique di Bristol è soprattutto questo.

Dove si trova il Berwick Lodge Hotel

Situato a circa 15 minuti di auto dal centro città, l’hotel si trova sulla M5, l’arteria stradale che da Bristol conduce a Gloucester (la contea dove potrete ammirare la Cattedrale in cui è stato sepolto Re Eduardo II e dove sono state fatte alcune riprese di Harry Potter) e verso il cuore del Galles.

Una struttura prediletta dagli inglesi

Essendo un po’ fuori mano la struttura è prediletta soprattutto dagli inglesi ed ha come particolarità quello di trovarsi in un’area boschiva isolata.

Gli unici rumori che potrete sentire sono quelli della natura, come ad esempio gli scoiattoli che saltellano da un ramo ad un altro.
Se sarete fortunati, potreste vivere incontri inaspettati.
A me è capitato di incrociare lo sguardo di un cervo a pochi metri, 5 secondi di pura magia.

Il cuore dell’Hotel

La natura, il rispetto per l’ambiente e la sostenibilità sono ricercatissimi dallo staff del Berwick che nel 2015 ha ottenuto il Silver Grenn Tourism ed ha partecipato all’evento West of England Climate Change.

Fevzil e Sarah Arikan sono mente e cuore del Berwick: lui ideatore e progettatore, lei instancabile Manager sempre presente in hotel e pronta a curare, in ogni dettaglio, il soggiorno dei suoi ospiti.

Uniti nella vita e nel lavoro la loro storia e quella del Berwick sembrano usciti da un romanzo.

Casualmente, la sera di San Valentino del 2003, Fevzil legge sul Bristol Evening Post l’annuncio della messa in vendita della proprietà ed è in quel momento che prende vita il nuovo progetto della coppia: creare un hotel accogliente e dallo stile ricercato, confortevole e originale.

Dopo cinque anni di lavori e ristrutturazioni il 9 settembre del 2009 il Berwick Lodge viene inaugurato.

Le camere

Lydia, Troya, Caspian, Uratia, Kappadokia, Phrygia, Karia, Ionia, Zeguma, Pamphylia, Galatia, India, Lykia, Angora.

Ecco le 14 camere che Fevzil ha personalmente ideato, ristrutturando e ripristinando alcuni aspetti originari, imparando l’arte della lavorazione del legno, con il supporto e la vulcanica creatività di Sarah.

Sicuramente i nomi con cui sono state battezzate le camere (ma anche i 3 figli della coppia: Lydia, India e Caspian) vi sembreranno molto singolari, ma se siete appassionati di storia potrete capire che tutti si riallacciano alla cultura orientale e più precisamente a quella turca, terra originaria di Fezvil.

Il sigillo distintivo del Berwick è proprio questa contaminazione tra elementi inglesi e turchi.

Due stili che si mescolano

Ogni stanza è diversa ma in ognuna troverete una mescolanza tra stile vittoriano (l’edificio è stato edificato durante il Regno della Regina Vittoria, nel 1980) ed orientale nell’arredo, nei colori e nella tappezzeria.

Alcune camere sono molto ampie,  quasi dei piccoli appartamenti, con letti giganteschi e bagni da Regina. È il caso delle suite deluxe Lydia e Troia, o la superior Ionia (la mia preferita, perché posizionata in fondo all’ala ovest e con vista sul giardino).

Il legno domina ovunque, intarsiato e decorato con estrema cura, come l’ampia scalinata che porta ai due piani superiori in cui sono distribuite le stanze.

Afternoon tea: un rito sacro

Al piano terra c’è la sala dedicata all’afternoon tea: il rito sacro inglese che non si limita ad una semplice tazza. Se volete fare un’esperienza made in england allora dovete andare al Berwick anche solo per trascorrere l’intero pomeriggio a sorseggiare innumerevoli tazze di tea.

(Potete richiedere anche il caffè ma è rigorosamente lungo, americano… dimenticatevi l’espresso).

Il tè sarà accompagnato da una goduriosa selezione di sandwiches e dolci, preparati quotidianamente dallo staff dell’Hotel, insieme ai mitici scones inglesi da degustare con creme e marmellate.

Il ristorante dell’Hotel

Potete anche decidere di prenotare una cena o un pranzo all’Hattusa (il nome è lo stesso della capitale dell’antico Impero Ittita, oggi importante sito archeologico nell’Anatolia centrale).

Il ristorante dell’Hotel – che ha aperto i battenti nel 2014 – ha dato vita ad una nuova sfida; quella di ideare piatti raffinati utilizzando solo materie prime eccellenti.

Missione compiuta con tanto di segnalazione nelle guide Michelin 2019 ed il riconoscimento delle Duple Rosette Award, uno dei più importanti premi dedicati alla ristorazione in UK.

Se volete proprio sognare alla grande allora sappiate che l’intera location, grazie soprattutto all’immenso giardino che la circonda, è il quadro ideale per la celebrazioni di eventi importanti : matrimoni in primis, con tanto di weeding planner pronta ad aiutarvi a gestire ogni minimo dettaglio dell’evento. Potete anche decidere di celebrare il rito civile all’interno di un’elegante dependance annessa al complesso.

Non vorrei dirvelo, perché per noi italiani è alquanto inusuale, ma al Berwick, per l’atmosfera tranquilla e serena che si respira, si celebrano anche i wakes.

Il wake è il rito di commemorazione in memoria di una persona scomparsa da poco, sono momenti in cui parenti ed amici ristretti si riuniscono per celebrarne la vita, portando album e foto che ne raccontano la storia.

8 articoli

Informazioni sull'autore
A pochi passi dagli anta è una cittadina del mondo che cerca ancora il suo posto. Figlia dei flussi migratori degli anni ´80 ha radici emiliane ma il suo cuore è a Napoli dove ha studiato. Spostarsi, muoversi e viaggiare sono nel suo DNA, un po' per indole, un po' per esigenze di lavoro (è anche figlia della crisi). Per anni ha ricoperto il ruolo di Assistente turistica ed ha fatto della Grecia la sua seconda casa, adesso vive nella capitale dell'oceano e della luce; Lisbona, ma la valigia è sempre pronta per nuove avventure.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Dove Mangiare

Borbonika al Vomero: dove mangiare a Napoli

Dove mangiare a Napoli ma con stile, un luogo che si trova nel Vomero per scoprire gusti tradizionali napoletani ma con stile rinnovato.
Destinazioni

5 località dove sciare nelle Dolomiti bellunesi

Dove sciare sulle Dolomiti? Ecco cinque consigli sulle località meglio attrezzate e più frequentate delle Dolomiti bellunesi. Da Arabba a Col Margherita fino a Auronzo di Cadore e non solo. Leggi l’articolo e scegli l’itinerario e la soluzione più giusta per te per sciare in vetta.
Destinazioni

Vacanze in autunno: le 5 mete più colorate d'Italia

L’autunno è un momento magico e suggestivo per viaggiare, sono tante le mete colorate in Italia tra cui scegliere per ritagliarsi qualche giorno di relax nei mesi di ottobre e novembre. Da nord a sud dello stivale, ecco cinque consigli per programmare un viaggio speciale.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

3 Comments

Comments are closed.