Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Massa Marittima, cosa fare in Toscana

2 minuti di lettura
Tutti i consigli per passare un weekend low cost a Massa Marittima, sulle colline della Maremma a soli 20km dal mare.

Questo articolo è stato aggiornato il Maggio 29, 2015

La Massetana è una tortuosa strada che unisce le Colline Metallifere a Follonica (quindi al mare)  ma prende il nome dalla città che si erge sulla collina, Massa Marittima. Passo da quella strada spesso per andare al mare e Massa Marittima (che nonostante il nome dista una ventina di chilometri dalla costa) la guardo dal basso. Poi un giorno ho deciso di fermarmi a vedere con un po’ più di attenzione.

Il comune

Una cittadina in grado di stupire per la quantità di belle cose da vedere, racchiuse in uno spazio ristretto: principalmente la piazza Garibaldi. Una Cattedrale stupenda dedicata a San Cerbone, un Palazzo Comunale, le Fonti e il Palazzo del Podestà che è anche sede del Museo Archeologico. La zona era abitata dagli Etruschi e i reperti del museo sono sia preistorici che etruschi.

A me piace moltissimo la Cattedrale di San Cerbone, che domina tutta la piazza e ha la facciata curiosamente girata di tre quarti rispetto al fronte della piazza. La chiesa è romanica, con bellissime decorazioni e un interno armonioso. Nell’abside si trova l’urna di San Cerbone, riccamente scolpita con le storie del Santo.

Massa-Marittima

Un po’ arretrato rispetto alla piazza troverete un altro edificio pubblico, il Palazzo dell’Abbondanza: lo riconoscete perché è  caratterizzato da tre imponenti archi a sesto acuto. Qui in passato si trovava la fonte pubblica , luogo di approvvigionamento idrico della città posizionato dentro la cinta delle mura, in gran parte ancora in piedi. Non troppo tempo fa, durante i lavori di ristrutturazione dell’edificio è stato scoperto un curiosissimo affresco di origine medievale, che si può vedere dalla piazza (è coperto da un vetro).

Si chiama l’Albero della Fecondità e rappresenta un albero carico di frutti curiosi: dei falli, simbolo di fertilità, e sotto l’albero delle fanciulle intente a cogliere i frutti.  Si tratta ovviamente di una scoperta che fece molto scalpore, ma l’affresco parla un linguaggio naif, semplice e immediato.

albero_fecondità

La città si estende anche oltre la piazza come Città Nuova  dove altri importanti edifici, datati XIII secolo, si possono ammirare: il complesso di San Pietro all’Orto, con il chiostro di Sant’Agostino, la Torre del Candeliere e la Fortezza Senese, avamposto inespugnabile della potente città che già nel 1335 aveva incorporato Massa nei suoi territori.

Un’altra vera e propria attrazione di Massa Marittima è la tradizionale gara a colpi di balestra, detta Balestro del Girifalco. Coinvolge 24 arcieri di tre contrade cittadine in competizione, e si svolge due volte l’anno: la quarta domenica di maggio e la seconda domenica di agosto.

Massa_Marittima

La festa ha origine medeivale ma è ancora molto sentita e mi è capitato di vedere in piazza giovani balestrieri che esercitavano al tiro, senza mancare un bersaglio! Prima della gara vera e propria si svolge il corteo dei figuranti, con musici e dame, oltre al tradizionale spettacolo degli sbandieratori: un’attrazione low cost da non mancare.

Massa Marittima è in terra di Maremma e per mangiare bene non c’è che l’imbarazzo della scelta: avrete sentito parlare dei tortelli maremmani, dell’acqua cotta, dei piatti di cinghiale. Sono cibi molto terragni, ma del resto qui siamo a quasi 400 metri, circondati da boschi e campi coltivati. Il formaggio pecorino è un’esperienza da non perdere, così come le salsicce e i salumi, e per bere ricordo che siamo proprio sulla Strada del Vino di Monteregio: in piazza, a fianco della Cattedrale si trova un wine bar per degustazioni dove trovare tutte le informazioni sulle aziende produttrici per eventuali acquisti “on site”.

193 articoli

Informazioni sull'autore
Per Francesca le vacanze sono sempre e solo viaggi, c’è tanto da vedere! Adora conoscere luoghi, parlare altre lingue, assaggiare i piatti del posto: cosa c’è di più bello? La bellezza la circonda sempre perché vive a Firenze e la Toscana è una grande regione che condividerà con voi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Casa Batlló, la nuova esperienza immersiva a Barcellona

La nuova visita immersiva del capolavoro di Antonio Gaudi, parliamo di Casa Batlló e dei suoi nuovissimi 2000 mq dove sentirsi parte del genio e del capolavoro dell’artista spagnolo. Vola a Barcellona a vivere questa nuova esperienza e magia.
Curiosità

La leggenda di Curon Venosta

ll campanile del vecchio paese di Curon che emerge dalle acque, è diventato uno dei simboli della Val Venosta. Curiosi di scoprire la leggenda? Continuate a leggere: rimarrete sbalorditi!
Curiosità

Curiosità e leggende sul Lago di Braies

Ogni luogo, soprattutto nella penisola italiana, nasce con addosso un alone di leggende. Il Lago di Braies, a 97 km da Bolzano, fa parte di questi luoghi. Continuate a leggere per scoprire qualche curiosità e leggenda!
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!