Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Pistoia, cosa vedere

1 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Dicembre 16, 2013

pistoia

Poco conosciuta ai turisti ma anche in Toscana, Pistoia è una deliziosa città a circa 20 km da Firenze, ai pedi dell’Appennino Pistoiese. Ha un centro storico ricco di monumenti e chiese: un paio di bei musei, un percorso sotterraneo (di cui vi parlerò in un altro post), un’ampia, spettacolare piazza del Duomo con la cattedrale di San Zeno in stile romanico-pisano.  Sono andata a Pistoia per vedere come la piazza Duomo è stata addobbata di luci colorate – un intero palazzo rivestito di luminarie, molto bello e respirare un po’ di atmosfera natalizia.

Vi consiglio senz’altro di visitarla, se non la conoscete già. Per l’aspetto più goloso la tappa obbligata è piazza della Sala, raccolta fra le case, con al centro un antico pozzo. Piazza della Sala è il cuore gourmande di Pistoia. Storicamente sede del mercato e di tutte le attività di scambio merci, anche oggi la piazza e le strade adiacenti hanno mantenuto questa vocazione: quindi ci trovate sullo spazio centrale bancarelle di frutta e verduta, colorate e allegre. Tutto intorno al perimetro della piazza invece negozi di alimentari da perdere la testa. Le norcinerie, con salumi, salsicce, carne fresca. I formaggi soprattutto pecorini – che vengono dalla vicina montagna pistoiese; i panifici con pane toscano e dolci locali (dai cantuccini della vicina Prato, ai brigidini della vicina Lamporecchio). Mescite e locali per degustare vino o fare l’aperitivo. Caffè, accoglienti e pieni di tavolini per  passare il tempo in tranquillità.  Gastronomie, dove si trovano l’olio nuovo toscano, le più incredibili salse, la pasta fresca, la farina di castagne (anche questa una specialità del vicino Appennino), i confetti, che sono una specialità pistoiese in tante varianti. E poi ristoranti, dove tirare tardi.

In piazza della Sala potete perfino mangiare il migliaccio, una “crepe” molto particolare cotta su una speciale piastra. E’ uno street food di altri tempi, a base di sangue di maiale, che viene spolverato di formagio grattugiato oppure zucchero; vi assicuro che non l’ho assaggiato per voi, però molte persone lo gustavano con soddisfazione. Io a Pistoia mangio più volentieri i necci, crepe di farina di castagne cotte grazie a speciali ferri incadescenti e farcite di ricotta di pecora. Deliziosi.

[vlcmap]

193 articoli

Informazioni sull'autore
Per Francesca le vacanze sono sempre e solo viaggi, c’è tanto da vedere! Adora conoscere luoghi, parlare altre lingue, assaggiare i piatti del posto: cosa c’è di più bello? La bellezza la circonda sempre perché vive a Firenze e la Toscana è una grande regione che condividerà con voi.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Dove Dormire

Le 10 masserie più belle della Puglia

Puglia fa rima con Masserie, ecco allora la nostra classifica delle 10 masserie più belle del Sud Italia. Le 10 Masserie scelte sono tutte splendide e hanno tutte vari servizi. Scegli quella più adatta a te e prenota un soggiorno.
Curiosità

La grotta di Lord Byron a Portovenere

A Portovenere esiste un luogo molto particolare e anche poco conosciuto, chiamato “la grotta di Byron”. Il poeta romantico maledetto, che trovò in quel luogo a picco sul mare un piccolo rifugio creativo.
Destinazioni

Chiese in Italia: ecco le dieci più belle

L’Italia è un vero e proprio scrigno di tesori: paesaggi, arte, cultura, cibo. Tra le meraviglie che circondano questo paese ci sono molte chiese di incredibile valore e di maestosa bellezza. Venite a scoprire le dieci cattedrali più belle d’Italia.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.