Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Paluse ed il Parco nazionale dell’Aukštaitija

4 minuti di lettura
Tanti consigli pratici per visitare una splendida zona della Lituania, vivere a pieno la natura e organizzare attività ed escursioni all'aria aperta. Ecco dove alloggiare e quando partire per il Parco nazionale dell'Aukštaitija.

Non solo il centro storico di Vilnius e le dune ‘viventi’ di Neringa, la Lituania offre una natura incontaminata ed avvolgente dove placidi laghi blu incontrano fitte foreste di sempreverdi. Se questo sembra fare al caso vostro allora non potete fare a meno di visitare la più antica riserva naturale della Lituania, il Parco nazionale dell’Aukštaitija.

Quando visitare il Parco nazionale dell’Aukštaitija

Il periodo più indicato per visitare il parco è senza dubbio la bella stagione, meglio ancora durante il mese di luglio, quando il rischio di acquazzoni estivi è ridotto al minimo. Troverete giornate lunghe e luminose (la sera fa buio a mezzanotte!), temperature calde ma che raramente superano i 30 gradi, e fresche sere che vi permetteranno di dormire sonni tranquilli.
Distante poco più di 100 km da Vilnius, Il modo migliore per raggiungere il parco è in auto, per ritrovarvi così a destinazione in un’ora e mezza circa. Il sistema ferroviario lituano infatti è ancora ‘vecchio stile’ e ben lontano dalle prestazioni dei nostri treni ad alta velocità. Raggiungere queste località richiederebbe un viaggio di svariate ore ed almeno un paio di cambi.

Per il noleggio consiglio vivamente l’app CityBee, che permette di noleggiare direttamente auto e scooter, anche per più giorni, senza dover passare per agenzie od uffici. In questo modo eviterete le usuali lungaggini burocratiche. Per raggiungere il parco, alla più rapida autostrada A14, preferite la statale 102. Infatti all costo di appena una decina di minuti di navigazione in più, potrete godervi una strada ben più suggestiva che attraversa fitte foreste di abeti e campi di grano dorati.

Un consiglio pratico

Occhi aperti al lato della carreggiata: non è così raro imbattersi in caprioli ed altri animali sostare sul ciglio della strada in attesa del momento più propizio per attraversare.

Dove alloggiare

Paluse è sicuramente il campo base ideale: piccolo villaggio che sorge sulle rive del lago. Oltre a casette con giardini curati offre tutti i servizi necessari per una piacevole permanenza, inclusi un centro turistico, una chiesa, un mini-market ed un bar. Per il pernotto, vi consiglio l’Albergo Tiki Inn, bellissima baita di legno dal gusto un po’ retrò che si affaccia sul lago. Questa struttura è dotata di campi da beach volley e pallacanestro, sauna e idromassaggio all’aperto. Un luogo perfetto per rilassarsi dopo una lunga giornata in canoa.

In alternativa si possono affittare camere e mini appartamenti nei b’n’b del luogo: lungo la provinciale che attraversa il paese ce ne sono un paio segnalati dai cartelli sul ciglio della strada. Non esitate ad entrare liberamente e chiedere informazioni su prezzi e disponibilità. Spesso infatti sono sprovvisti di siti internet o se li hanno raramente sono in una lingua diversa dal lituano o il russo.

Parco nazionale dell’Aukštaitija: cosa fare

Il modo più suggestivo per esplorare il parco e godere a pieno della sua bellezza è senza dubbio via acqua. Per far ciò avete solo l’imbarazzo della scelta: kayak, canoa, barca a vela, motoscafi e pedalò, vi permettono di godere a 360 gradi della natura da una prospettiva unica. Scegliete semplicemente il mezzo che più fa per voi.

Un’avventura in canoa

Spesso è possibile noleggiare le imbarcazioni direttamente dalla struttura nella quale alloggiate, altrimenti si può fare affidamento sui due boat rental presenti sulla riva del lago. Io consiglio vivamente, anche solo per un breve tratto, di provare un’avventura in canoa. Si possono sceglier percorsi di varia lunghezza e difficoltà, che si snodano fra i 126 laghi della regione collegati da fiumi e canali che attraversano il bosco. Percorsi circolari lunghi alcune centinaia di metri percorribili in meno di un’ora, o rotte più impegnative di 20 Km ed oltre che richiedono la giornata intera: la scelta è ampia e variegata. Se non la possedete dovrete probabilmente noleggiare una sacca impermeabile da portare sulla canoa con voi: cercate di portare solo il minimo indispensabile, ogni grammo in più quando si pagaia si sente!

Un consiglio importante

I percorsi sono scarsamente segnalati, quindi non esitate a chiedere una mappa plastificata della regione. Durante la vostra gita noterete sulle sponde di laghi e fiumi vari pontili in legno farsi spazio fra le canne e piccole spiaggette sabbiose. Sentitevi liberi di approdarvi per una breve sosta.

Avventure nel Parco

Per trascorrere qualche ora all’ insegna dell’adrenalina, presso l’hotel Zuvedra di Ignalina (a pochi km da Paluse), è presente un parco avventura, dove potete mettere alla prova le vostre abilità da arrampicatori sul percorso che si snoda tra le chiome dei pini. Per i più temerari è anche presente una zip-line che collega le due sponde del lago antistante.
In alternativa, concedetevi una passeggiata nel bosco sulle pendici della riva opposta, il sentiero è ben segnalato e non vi è rischio di perdersi.

Per gli amanti del genere o per una gita fuori dall’ordinario, è possibile visitare la centrale nucleare di Ignalina, 45 minuti a nord di Paluse. La centrale è stata resa celebre dalla recente serie “Chernobyil”. Molte scene infatti, data la somiglianza con la sfortunata centrale sovietica, son state filmate proprio quì. Un tour guidato (anche in inglese) permette la visita degli ambienti interni, sala di controllo inclusa.

Le attività all’aria aperta non finiscono quì: passeggiate in bicicletta sui sentieri che corrono lungo gli specchi d’acqua e il birdwatching sono entrambe valide scuse per prolungare il vostro soggiorno immersi nella natura.

Consigli gastronomici

Infine un paio di consigli “gastronomici”. Al tramonto, se avete voglia di rilassarvi sorseggiando un cocktail o una delle tante birre locali, è d’obbligo un passaggio al bar sul pontile della marina. Questo locale si chiama la Aukštaitijos laivai, luogo di ritrovo di giovani marinai, pescatori ed istruttori di vela. Gli ingredienti per un ‘aperitivo’ semplice ma di qualità ci sono tutti: il riflesso del sole nel lago, vecchi pallett convertiti in divanetti grazie a grandi cuscini bianchi e classici del rock in sottofondo.
Per completare l’esperienza vi consiglio di deliziarvi con una grigliata in stile baltico fai da te. Spesso infatti le strutture alberghiere e i b’n’b mettono a disposizione griglia e legna nelle aree all’aperto. Recuperate In uno dei due grandi supermercati di Ignalina tutto il necessario: patate al cartoccio e cetrioli marinati sono il perfetto accompagnamento per un bbq a base di Šašlykai, i tipici spiedini di maiale lituani marinati con erbe aromatiche.

5 articoli

Informazioni sull'autore
Giulio nasce a Roma 32 anni fa, e per i primi 25 anni non combina granchè. Poi, vivendo tra Roma, Londra e Milano, inizia a viaggiare, a cucinare, ad assaggiare; gioca a Lacrosse, si dottora in astrofisica, fa volontariato, lavora come analista finanziario, coltiva l’orto, e continua a viaggiare, e mai smetterà.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Dove Mangiare

5 posti dove andare a mangiare tartufo in Italia

Degustare il tartufo bianco è una di quelle esperienze imperdibili della vita, in Italia non abbiamo che l’imbarazzo della scelta: sono tantissimi i ristoranti, le osterie, gli agriturismo dove è possibile ordinare un gustoso e pregiato piatto a base di tartufo. Nel post vi consigliamo 5 luoghi per fare la conoscenza di questa famosa e pregiata pietanza.
Destinazioni

Italia, 5 posti sul mare da scoprire in inverno

Se amate il mare d’inverno, non perdete questo articolo con alcuni consigli per una vacanza originale alla scoperta di panorami mozzafiato e di tempo trascorso in lentezza. Da nord a sud Italia, non esiste luogo più affascinante del mare d’inverno: provare per credere!
News

10 consigli per viaggiare sicuri post Covid

Per viaggiare sicuri dopo l’emergenza sanitaria, una buona idea potrebbe essere evitare i luoghi affollati, quelli del turismo di massa: nel post vi diamo 10 consigli per non rinunciare alla felicità del viaggio mantenendo la sicurezza.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *