Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Il pandoro veronese, origini viennesi o veneziane?

1 minuti di lettura

Le ipotesi sulle antiche origini del pandoro sono varie. C’è chi lo fa discendere dal Pane di Vienna.

Alla corte di Vienna infatti, alcuni pasticceri italiani erano impegnati nell’arduo compito di produrre brioche sufficientemente morbide per i palati dei nobili della Casa Reale Asburgica. Dal perfezionamento del loro lavoro nacque il “Pane di Vienna”, dalla consistenza vellutata simile a quella delle brioche francesi.

Altri invece lo associanoalla tradizione veneziana. Il pan de oro era un dolce conico molto diffuso nel  territorio della Serenissima. Ricoperto da sottili foglie d’oro era una prelibatezza riservata ai più ricchi. Quello che è sicuro è che nella tradizione veronese è sempre esistita una specialità natalizia detta nadalin, creata per celebrare il primo Natale dopo l’investitura dei nobili Della Scala a Signori di Verona.

Il pasticcere Domenico Melegatti certamente è partito da questa tradizione quando il 14 ottobre 1894 brevettò (all’epoca ottenne l’attestato di privativa industriale) un soffice dolce ricco di burro. La forma a stella con otto punte fu commissionata all’artista impressionista Angelo Dall’Oca, e da allora questa è rimasta per tutti la forma del famosissimo dolce ormai conosciuto in tutto il mondo.

Una piccola curiosità: se percorrete Corso Portoni Borsari ,una dele arterie dello shopping veronese, e a circa metà alzate lo sguardo vedrete stagliarsi le sagome di due grandi pandori a ornamento di un bel palazzo antico: quello è palazzo Melegatti, originariamente di proprietà della antica famiglia di pasticceri.

484 articoli

Informazioni sull'autore
Tutti i post scritti dai collaboratori di Viaggi Low Cost li trovate qui. Racconti di viaggio, consigli low cost, mete e tour insoliti per un viaggio davvero economico e i consigli degli insider. Segui tutti i canali social per rimanere aggiornato.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
News

Come viaggiare alle Canarie in tempo di Covid

Le Canarie in tempo di Covid si possono raggiungere con un biglietto aereo, un tampone negativo (no test rapido), effettuato 72 ore prima e la compilazione di un modulo richiesta dal Paese spagnolo: e la vacanza è servita!
News

L'Islanda se hai già avuto il Covid, è free

Islanda, se hai avuto il Covid e sei guarito, è free. Tutte le informazioni dettagliate in questo articolo per entrare in Islanda come normale turista. Se non hai avuto il Covid, con tampone doppio e quarantena, se hai avuto il Covid e sei guarito con certificazione e tampone.
Destinazioni

Il Museo dell'Alto Medioevo all'EUR

Il Museo dell’Alto Medioevo dell’Eur di Roma è un museo che vale la pena di visitare e in cui non troverete mai troppe persone. Qui si trova anche la Domus di Porta Marina trovata a Ostia nel 1949.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.