Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Cosa fare in Vallarsa, sentieri da percorrere a contatto con la natura

1 minuti di lettura

Grazie al tour A seminar la buona pianta, ho scoperto la bellezza di un territorio a me completamente sconosciuto, la Vallarsa. In realtà questo è il nome di un comune che, con tutte le sue frazioni, occupa un vasta zona lungo la valle formata dal torrente Leno.

In occasione dell’evento organizzato da Aboca abbiamo percorso due sentieri alla scoperta delle piante medicinali spontanee: il primo, di media quota, ha avuto inizio al bivio per Speccheri (SS 46 del Pasubio – SP di Camposilvano) e ci ha portato ad attraversare boschi e pascoli fino al Laghetto dei Poiani, un incantevole specchio d’acqua dove rilassarsi all’ombra delle piante che lo circondano.

Il secondo percorso, più impegnativo e lungo, ci ha portati ad una maggiore altitudine: la partenza è stata dal ristoro MB, in località Malga Fratte,e dopo 3 km di boschi, siamo arrivati sui pascoli di Malga Boffetal e Malga Prà di Mezzo. La meta vale tutta la fatica della camminata: una vista fantastica sulle Piccole Dolomiti, un panino con formaggio di malga e mucche libere al pascolo.

Un posto davvero bellissimo, che avrei voluto vedere in modo più dettagliato è il Museo Etnografico: noi ci siamo stati solo in occasione di una lezione di fitoterapia, ma è assolutamente da visitare per chi si trova in questa zona. Qui si trovano tantissimi oggetti che documentano la storia delle tradizioni, della cultura e della vita di questi territori, il tutto inserito in un ambiente completamente ricostruito con grande cura.

138 articoli

Informazioni sull'autore
Cremonese d’origine ma col cuore tra l’Emilia e Venezia. Dopo due anni in Laguna e una laurea in Turismo ora è alla ricerca della sua strada per il prossimo futuro. Sempre in moto per cercare nuovi stimoli, occasioni e novità, incapace di rimanere ferma e inattiva. Pendolare da una vita ama i viaggi in treno “nonostante tutto”, ha una strana fissazione per i Balcani ed è affascinata dal web e dalle sue potenzialità ma anche da tematiche come il turismo rurale, le tradizioni e l’enogastronomia.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Tortionata di Lodi, la ricetta del dolce di mandorle

La Tortionata è la torta della città di Lodi, famosa in tutta la Provincia con una storia antichissima e un nome curioso. Leggi come preparare la torta e come gustarla, inoltre dove trovarla a Lodi e in Lombardia.
Destinazioni

Cosa vedere a Saturnia oltre ai centri termali

Sei alla ricerca di attività insolite da fare a Saturnia oltre ai classici centri termali? In questo articolo troverai tutte le informazioni che cerchi per rendere il tuo soggiorno in questo splendido borgo unico e suggestivo. Partiremo dalle attività più comuni ma anche imperdibili, fino a quelle più insolite e di nicchia.
Ricetta

Carciofo alla giudia, ricetta e storia del piatto

La ricetta ufficiale per assaporare il carciofo alla giudia, storico piatto romano che nasce nel quartiere ebraico della Capitale. Il consiglio è quello di fare una gita a Roma dove degustare anche questo piatto e poi riprodurlo con questa ricetta a casa.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

4 Comments

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.