Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Arizona, tra Deserto dipinto e strade indiane

2 minuti di lettura
L'Arizona è tutta da scoprire con il suo Deserto Dipinto, le strade indiane degli Apache, la Foresta Pietrificata e il Saguaro National Park, il parco nazionale dei Cactus.

Cerchi un’assicurazione viaggio che copra le tue spese? (malattia o infortunio all’estero, compreso il Covid-19). Acquista direttamente online la polizza viaggio Heymondo o fatti fare un preventivo con il mio codice sconto del 15% in occasione dell’Estate e precisamente fino al 30 giugno compreso! Viaggi con la famiglia? Hai il 10% + il 15% di sconto se a viaggiare siete almeno in tre!

Questo articolo è stato aggiornato il Febbraio 20, 2015

Siamo nell’Arizona, sul tracciato della ex US 66 (ora I-40), dove si trova il Deserto Dipinto che consiste in una serie di colline i cui fianchi sono colorati dai minerali che si sono depositati a strati in varie epoche  per cui questa parte di deserto assume colori che vanno dal giallo al rosso al bianco e addirittura al blu.

arizona-desertoarizona-deserto-dipinto
Siamo a circa 38 km (21 miglia) ad ovest di Holbrook e dopo questa breve ma interessantissima panoramica delle colline colorate entriamo nel Petrified Forest N.P. dove ci attende una distesa di tronchi di albero trasformati in pietre semipreziose dai depositi alluvionali nel quale i tronchi sono marciti e con il passare dei millenni i sali minerali hanno sostituito il legno mantenendone la forma.

arizona-foresta-pietrificata

arizona-forestapietrificata

Superato il Visitor’s Center (mostrare la scheda abbonamento di ingresso ai Parchi) ci sono diversi punti di osservazione di queste distese di tronchi d’albero che si distinguono per i colori dei minerali che li hanno così formati. E’ vietato raccogliere pezzi dei tronchi. La visita termina dopo 35 km (22 miglia) dall’altra parte del parco e ci si ritrova sulla 180 che ci riporta ad Holbrook.

arizona-route-66

Da qui parte un sentiero che è consigliato solo ai più esperti di guida offroad sapendo che per molte miglia si percorrerà una strada non asfaltata e ad una sola corsia dove potrebbe essere difficoltoso manovrare per far passare un eventuale mezzo che dovesse procedere in senso inverso. Si tratta dell’Apache Trail, una strada indiana che anticamente veniva percorsa dalle tribù Apache per spostarsi da una parte all’altra del loro territorio all’insaputa dei soldati bianchi. Oggi è identificata come la route 377 che poi diventa 277 e quindi 260 e infine 512 prima di arrivare a Young unico centro abitato che si incontra in tutti i 320 km (200 miglia) necessari per raggiungere Phoenix.

arizona-strada-indiana

A Young è possibile trovare carburante, cibo e alloggio e anche un Ranch se si vuole  dormire in un posto tipicamente western che ricorda le enormi mandrie di vacche che venivano (e vengono ancora) spostate al cambio di stagione: The cattle drive. Se non si dorme qui è necessario raggiungere il Lago Roosevelt dove è possibile trovare qualche altro alloggio o infine Phoenix, grande città con ogni servizio alla fine del percorso. Tenere presente che non ci sono altri servizi lungo la strada.

arizona-saguro-parco

Da Phoenix si raggiunge Tucson alla cui periferia sud est c’è il Saguaro National Park che è un santuario di questi enormi cactus; se ne vedono migliaia semplicemente percorrendo il “loop” che forma il parco. La strada è asfaltata e non molto lunga e il parco si trova attaccato alla città e questa escursione non presenta alcuna difficoltà ma è spettacolare la vista di questi cactus soprattutto se effettuata nel tardo pomeriggio con il sole prossimo al tramonto che qui assume una colorazione rosso-arancia che contrasta con il blu intenso del cielo e con le sagome dei saguari che creano atmosfere uniche.

arizona-saguro-parco-tramonto

Per ultimo, rientrando a Tucson si può passare dall’aeroporto nelle cui vicinanze, ad est dello stesso, sorge un enorme cimitero di aerei e si possono osservare migliaia e migliaia di aerei di ogni tipo e dimensione che qui vengono parcheggiati alla fine del loro utilizzo per essere smontati. E’ qualcosa di assolutamente diverso che non capita tutti i giorni di poter vedere.

Foto di Wolfgang StaudtJahabJulie EdgleyTony HisgettJohn FowlerPark RangerGrant MontgomerySrikanth Jandhyala

Questo articolo ti ha messo voglia di viaggiare? Benissimo!
Vai su Booking e trova l’hotel, il b&b o l’appartamento ideale per il tuo viaggio!
Oppure inizia la tua ricerca proprio qui sotto :)

Booking.com

Trova l’Hotel per te!

 

Stai cercando un volo per questa destinazione? Prenota con Skyscanner e trova facilmente il volo più economico secondo le tue date e le tue preferenze di aeroporto. Oppure, inizia la ricerca qui sotto!

Trova il tuo volo!

 

Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Perché scegliere New York come meta del viaggio di nozze?

Luna di miele a New York, una lista di posti da vedere assolutamente durante un viaggio di nozze nella Grande Mela.
Dove Mangiare

New York, il posto segreto di Burger Joint a Le Parker Meridien

Un posto segreto dove mangiare uno degli hamburger più buoni di New York, siamo al Burger Joint a Le Parker Meridien. Uno speakeasy in piena regolare, fino ad oggi super segreto, ma qui vi sveliamo come arrivarci e come assaporare la vera New York.
Destinazioni

New York, la seconda visita è più deludente della prima?

La seconda volta a New York può essere più deludente della prima, soprattutto se di mezzo c’è stata una pandemia, se sono passati tanti anni, una crisi economica importante e il resto. Allora, com’è la seconda volta a New York? Leggi qui.