Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Barcellona on budget: viaggio nel cuore catalano della Spagna

2 minuti di lettura
Barcellona è una città in movimento che vi lascerà scoprire aspetti nuovi ad ogni visita. Leggi il post per organizzare il tuo viaggio low cost nella capitale catalana.

Questo articolo è stato aggiornato il Settembre 25, 2018

Ecco l’attività per eccellenza per noi viaggiatori internazionali: pensare al prossimo viaggio. Partiamo perché non siamo ancora arrivati. (cit.)
La meta che ho scelto è Barcellona: capitale cosmopolita della regione spagnola della Catalogna.

Viaggio low cost a Barcellona

Tra tutte le compagnie con le quali mi sono trovato stra-bene consiglio easyJet che permette di usufruire – per ogni prossima stagione – di sconti rilevanti calcolati sulla tariffa di ogni passeggero.

Il soggiorno è stato prenotato nei pressi del centro catalano: la catena che ci ospiterà si chiama BB Barcelona Apartments; prenotando dal sito, e non tramite booking.com o trivago, si può usufruire di uno sconto pari al 10%.

L’appartamento “Sagrada Familia” flat è ubicato a pochi metri di distanza dal famoso capolavoro monumentale di Gaudí.

Ha tutti i privilegi di un albergo a tre stelle e una capienza massima di 8 persone: è l’ideale se state partendo con un gruppo di amici o con la vostra famiglia.

La Spagna, che nell’ultimo anno ha risentito più che mai delle pressioni indipendentiste del cuore catalano e del clima di paura dettato dal terrorismo, adesso sembra aver attutito, con i giusti provvedimenti, i duri colpi subiti.

Ritornando alle nostre valigie, vi consiglio sempre il bagaglio a mano; se la vostra partenza è prevista per il periodo autunnale armatevi di giacche a vento e pantaloni comodi per le lunghe escursioni; se invece partirete nel periodo primaverile, prima del cambio di stagione invernale, pensate a capi leggeri da indossare a Barcellona: fa molto caldo tra marzo e aprile e l’ideale sarebbe archiviare subito maglioncini e cardigan.

Cosa visitare

Per la visita della città, come suggerisce anche la Lonely Planet, c’è sicuramente la visita della Ramblas e il lungomare di Barceloneta; se amate l’arte e in particolare il maestro architetto dello scorso secolo, siete nel posto per eccellenza: Casa Batló è sicuramente il posto più rappresentativo di Gaudí dopo la Sagrada Familia e il prezzo per l’accesso dovrebbe confermare quanto detto: più di venti euro per entrare; più del biglietto easyJet per raggiungere la Spagna o più della Tour Eiffel.

Il viaggio non finisce qui: fare la spesa in Spagna è risultato più facile del previsto; in tutti i supermercati i commessi capiscono l’italiano, anche se è preferibile parlare lo spagnolo.

I ristoranti sono accessibili soprattutto se scegliete il menù turistico che varia dai 12 ai 20 euro.

Non scegliete quelli italiani: anche qui sono i più cari in assoluto.

Se è la prima volta che visitate Barcellona, consiglio ai più sportivi di visitare il museo dedicato alla squadra di calcio più famosa del mondo: il Barcelona FC.

È ubicato nel piazzale laterale destro della cattedrale del genio catalano.

Messi e pallone d’oro a parte, è una fetta di storia da non perdere che s’intreccia con vicende storiche, politiche e sociali della città.

Barcellona riserva sempre centomila sorprese: una delle quali è senza dubbio la presenza più alta in Europa di studenti universitari Erasmus dopo Amsterdam e Parigi; se siete universitari e anche voi come me credete negli scambi linguistici internazionali, visitate ogni tanto qualche biblioteca in loco! Come sempre, provare per credere.

15 articoli

Informazioni sull'autore
Francesco Pelosio è un modern explorer e cavalca le nuvole quando non è impegnato a studiare. È amante delle culture straniere e ha studiato da autodidatta spagnolo e francese. Scrive di viaggi fin da piccino, la sua missione è raccontare le emozioni che si provano lontano dalla propria terra, con un pizzico di creatività. Quando il prossimo volo?
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Le meraviglie d'Irlanda: scogliere, isole e castelli

Esiste il mal di mare, il mal di terra e il mal d’Irlanda. Un male che provano solo i fortunati che hanno avuto modo di passeggiare per i territori irlandesi. Un amore che nasce appena scesi dall’aereo. L’Irlanda è verde, è accoglienza, è semplicità, leggende e tradizioni. Tra costiere, isole e castelli, qui si può trovare un elenco delle meraviglie naturali d’Irlanda.
Ricetta

Ciceri e Tria, la ricetta originale salentina da rifare a casa

Ricetta originale salentina: Ciceria e Tria, ha una storia antichissima ed è conosciuta principalmente in Puglia e nel sud Italia. Qui trovi tutti i consigli e le indicazioni per realizzarla anche a casa, dopo la vacanza.
Ricetta

Ricetta sarda della zuppa gallurese

La ricetta della zuppa gallurese, ricetta sarda per chi ama la Sardegna e i viaggi tra spiagge e nuraghi ma anche la cucina. Non solo vacanza quindi, ma anche tutte le istruzioni per riprodurre queste ricette a casa.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.