Abbazia di Fossanova, cosa vedere nel borgo medievale

Abbazia di Fossanova, la Festa nova e il borgo medievale

Abbazia di Fossanova, la Festa nova e il borgo medievale

La festa medievale di Priverno, nel Lazio, coinvolge tutto il borgo di Fossanova. Partecipare a la Festa Nova che si svolge nei mesi estivi è il modo per visitare anche l'Abbazia gotica di Fossanova e tanto altro.

di , | Cosa Fare

Booking.com

A Priverno, nel Lazio, c’è un luogo dove il tempo sembra essersi fermato. La sera, luci basse illuminano il selciato del borgo e la sagoma maestosa dell’Abbazia svetta sulla piazza come un guardiano di pietra, irremovibile ma benevolo, con le sue decorazioni in stile gotico. L’Abbazia ed il borgo di Fossanova rappresentano uno scorcio di vita medievale intatto, silenzioso e magico, che rapisce il viandante moderno con la sua atmosfera d’altri tempi. In estate la storia e la tradizione medievale rivivono in un festival curato e suggestivo in cui cavalieri, giullari e dame di corte passeggiano tra botteghe di fabbri e cartai, accampamenti di arcieri e spadaccini e cucine succulente dal sapore antico. Ma il borgo si può vivere tutto l’anno, con ingresso gratuito, per provare la straordinaria sensazione di passeggiare nel medioevo.

abbazia-fossanova

L’Abbazia di Fossanova

L’Abbazia di Fossanova domina il borgo con la sua facciata gotica ed un rosone che ricorda le più blasonate cattedrali francesi, ma assume un aspetto più sobrio al suo interno. Quell’aspetto che conferisce all’Abbazia di Fossanova la sua maestosità e regalità allo stesso tempo. Entrando dal portone principale infatti, si resta stupiti dalle navate altissime e dall’interno quasi spoglio, dove la pietra scolpisce lineamenti semplici ma perfetti, essenziali ma avvolgenti.

Chiudendo gli occhi è facile immaginare un’incoronazione reale, tra abiti damascati e gioielli massicci, mentre un coro di monaci intona un canto gregoriano dagli echi ripetuti e lontani. Non fermatevi all’interno, proseguite verso il chiostro, dove vi ritroverete in uno scrigno di vegetazione e colonne chiare attorcigliate su se stesse come se la pietra non fosse altro che una morbida fune intrecciata. E se al centro non poteva mancare un pozzo circondato da verde, ai lati del chiostro si aprono tutte le sale dove si avvicendano le ore di vita monastica, alcune ormai diventate sale per convegni, attività musicali o culturali. Il refettorio ad esempio, o l’infermeria dei monaci dove si trova anche la stanza di San Tommaso D’Aquino, che trascorse proprio nell’Abbazia di Fossanova i suoi ultimi giorni di preghiera e meditazione, fino al 1274, anno della sua morte.

fossanova-abbazia-rossa

Passeggiate all’interno, soffermatevi nella sala capitolare, che non ha nulla da invidiare a monasteri più grandi e più famosi, con le sue colonne che qui esprimono tutta l’eleganza dello stile gotico. L’ingresso all’Abbazia è sempre libero, il sabato e la domenica inoltre l’Abbazia è aperta per tutta la giornata. Per avere maggiori informazioni, controllate il sito dell’Abbazia di Fossanova, con gli orari di apertura ed i servizi disponibili. Quando sarete sazi di spiritualità ed arte a cavallo tra il gotico ed il romanico, di silenzio e di fiammelle tremolanti accanto agli altari, di pietre fredde fuori ma cariche di significati nascosti al loro interno, beh allora uscite dall’Abbazia di Fossanova per passeggiare nel borgo, magari per un aperitivo all’aria aperta o una visita al museo medievale.

Il Borgo Medievale di Fossanova

Tutto il complesso monastico sembra incastonato in un gioiello senza tempo, rappresentato dal piccolo borgo di Fossanova. Se avete già subito il fascino dell’Abbazia di Fossanova non potrete che restare piacevolmente sorpresi dal suo magico borgo. Piccolo ma ricco di atmosfera, così piccolo che non vi entrano mezzi di trasporto e si può soltanto passeggiare sulla sua pavimentazione in pietra, tra botteghe artigiane, il forno, il bar, il ristorante e la foresteria. Se volete fare una piacevole sosta il bar è quello che ci vuole, per mangiare invece la Foresteria del borgo propone dei menu tipici con carni locali e mozzarelle di bufala dell’agro pontino.

Il forno invece è una vera sorpresa di sapori, entrate e curiosate tra i pacchi di biscotti appena sfornati dai vari gusti e dal profumo di dolci freschi, non potrete resistere all’acquisto di un goloso sacchetto caldo! Accanto all’ingresso dell’Abbazia di Fossanova troverete anche il negozio dell’Abbazia, con liquori, lozioni per il corpo, saponi ed oggettistica e letteratura religiosa.

fossanova-casetterosse

Mangiare e Dormire a Fossanova

Il borgo di Fossanova è popolato da caratteristiche casette rosse, dove è possibile alloggiare. Inoltre il Forno del Procoio, ristorante locale affacciato sulla piazza dell’Abbazia, propone vari menù tutto l’anno, con prodotti locali, vasta scelta di cibi vegetariani, per celiaci ed intolleranti. Il giardino è delizioso e si presta per vari tipi di cerimonie, sia d’estate che d’inverno l’atmosfera particolare del borgo garantisce una giornata davvero suggestiva. L’ospitalità ed il cibo a Fossanova sono gestite dalla Foresteria del Borgo, che mette a disposizione le casette ed altri ambienti all’interno del borgo di Fossanova, a seconda dell’evento da celebrare o del soggiorno o pranzo desiderato.

Il Museo Medievale di Fossanova

Nel borgo di Fossanova è possibile anche visitare il museo medievale, che attraverso frammenti di reperti architettonici rinvenuti nei pressi dell’Abbazia, ceramiche, tessuti ed oggetti illustra la storia di Privernum ed il passaggio della città dalla romanità al borgo medievale. Il biglietto costa 3 euro e 50, con possibilità di riduzioni e periodicamente organizza eventi didattici o tematici legati alla storia del borgo e della cittadina di Priverno e visite guidate. All’interno, anche un bookshop dove curiosare ed acquistare libri di letteratura medievale, storica ed archeologica.

fossanova-chostro

Festa Nova

E’ l’evento dell’anno a Fossanova. E’ il periodo in cui, solitamente a luglio o agosto, il borgo torna agli antichi fasti, popolato da personaggi in costume medievale ed animato da spettacoli di strada, bracieri ardenti e botteghe vibranti di suoni e sapori di un tempo lontano. Festa Nova è molto più di una rievocazione medievale, è un antico borgo che sembra tornare al suo tempo, inglobando con se tutti i visitatori che avranno voglia di far parte di questo sogno. L’ingresso al festival solitamente costa 5 euro circa, con possibilità di ampio parcheggio vista la grande affluenza di visitatori e prevede spettacoli, fuochi artificiali, mostre d’arte, musica medievale itinerante, dimostrazioni di arti e mestieri e stand artigianali e gastronomici lungo tutte le stradine del borgo.

Foto di GiovanniGIUSKALAB giusyClaudio Soavi

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

Booking.com

Mini guida

48 ore a Roma tutta a piedi

Roma a piedi cosa vedere in tre giorni

Pensare ad una guida low cost a Roma in 48 ore, è stato abbastanza difficile. Potrei essere scontata su alcuni aspetti, ma vedere Roma in un weekend...