Amazzonia, diario di viaggio, come attraversarla

Come attraversare l’Amazzonia in barca

Come attraversare l’Amazzonia in barca

Un viaggio attraverso l'Amazzonia, dove dormire sulle navi, perché scegliere le amache, come contrattare e quali navi prendere per attraversare una parte di mondo incredibilmente bella.

di , | Come Muoversi

Booking.com

Quella di attraversare l’Amazzonia, il polmone verde del mondo, passando in barca per il fiume, beh è un’idea geniale! E vale assolutamente la pena vivere quest’avventura! Devo premettere che non è un viaggio nel lusso, le barche sono pienissime di gente, i bar non offrono molto, il cd si ripete continuamente e i bagni sono orribili. Ma viaggiare per il fiume, vedere le stelle dalla nave nella totale oscurità, sentirsi emozionati per vedere i bambini sulle barchette che si accostano alla barca perché gli tirino provviste, come se fosse la normalità, ma d’altro canto per loro lo è.
amazzonia-foresta

Brasile, Perù e Colombia formano una triple frontiera.
Io sono arrivata dalla Colombia. Da qui l’unica maniera di arrivare a Leticia, l’ultima città prima del confine, è in aereo (o barca se vuoi fare il percorso inverso). Presi l’aereo da Bogotà e in un paio d’ore arrivai al confine. Una volta scesi bisogna timbrare l’uscita sul passaporto direttamente nell’aeroporto. Si possono anche cambiare soldi ma per un cambio migliore è molto meglio andare nel centro, in calle 7, dove ci sono vari posti di cambio, e chiedere a tutti a quando cambiare l’euro (o il dollaro). Potrebbero chiederti il libretto sanitario (quasi sicuramente no, ma potrebbero). L’unico vaccino obbligatorio è la Febbre Gialla, ma quando si viaggia per Sud America non fa male farsi anche la Tifoidea, la Rabbia e l’Epatite A (ovviamente anche l’Antitetanica).

L’entrata in Brasile è facilissima. Basta andare in Avenida da Amizade, a Tabatinga, la città confinante e farsi timbrare l’entrata. E il primo passo è fatto.

Barca Amazzonia

I biglietti per la barca si possono acquistare nel porto. Per Manaos (capitale dell’amazzonia) partono 2 barche a settimana.
Le possibilità per dormire in questa barca (dove sono inclusi colazione, pranzo e cena) sono: amaca o cabina. Il viaggio in amaca costa 200 reais (70 euro) mentre la cabina con due posti 1300.
Per chi viaggia in amaca posso solo dire: si viaggia tutti appiccicati ma imparerai ad amare il tuo nuovo letto. L’amaca ti culla. Ma poi suvvia! Stai navigando per l’amazzonia dormendo in un’amaca! È d’obbligo farlo giusto per poterlo raccontare! Il tuo nuovo letto lo puoi comprare sempre a Leticia e sempre in calle 7, è una città piccolissima e questa via ha tutto quello che può servire.

Le barche le ho trovate tutte (ne ho prese 3) divertenti! I brasiliani sono uno spasso, molto animati, e io mi ero fatta un gruppetto dove due suonavano la chitarra, si cantava, io suonavo l’ukulele, ovviamente in un pomeriggio eravamo già amici di tutti!

amazzonia-animali

Dopo 3 giorni e mezzo si arriva a Manaos. Questa è capitale dello stato amazzonico nonché il principale centro finanziero ed economico della Regione Nord del paese. Insomma non esattamente un villaggetto.

Da qui la prossima tappa è Santarem o direttamente Belem.

Per Santarem il prezzo officiale sarebbe 170 reais per 2 giorni e mezzo di viaggio. Si può incontrare anche per 120. Ma noi siamo viaggiatori. Dopo varie contrattazioni abbiamo pagato 100. Questa barca è più piccola e non ti danno nulla da mangiare. Le soluzioni sono: o il bar a bordo (che offre toast e zuppa preparata), o salire a bordo già con la spesa fatta per affrontare questi giorni, o comprare lungo il cammino poiché la barca si ferma in molti porti per il percorso e la gente vi prenderà d’assalto, ci sono moltissimi venditori. Da Santarem consiglio vivamente di visitare la vicina Alter do Chão, il paradiso amazzonico. Le sue meravigliose spiagge spariscono tra i mesi di Febbraio e Giugno per poi riapparire in Luglio, quando si abbassano le maree.

amazzonia-amaca

Il viaggio finale, da Santarem a Belem, è simile al precedente. Lungo 2 giorni, con bar a bordo. Sulla mia barca c’era un “ristorante” (ovvero potevi pagare la colazione, il pranzo e la cena, che erano per tutti uguali). Se no le opzioni che si presentano sono le stesse delle precedenti: spesa, comprare al bar/ristorante, comprare nei porti. Il prezzo ufficiale sarebbe 150 reais ma io sono arrivata a 120 molto facilmente, infatti mi pentì perché avrei potuto abbassare ancora un bel po’ il prezzo!

Un’altra maniera è andare direttamente da Manaos a Belem. Ci sono un paio di navi a settimana e il prezzo è di 200. I miei amici argentini hanno abbassato fino a 140 reais. Il viaggio consiste in 4 giorni e 4 notti e nel prezzo non sono compresi i pasti ma (o per lo meno nella loro barca) c’era una cucina a disposizione degli ospiti.

Amache

Vorrei puntualizzare che i prezzi si riferiscono sempre al dormire in amaca, non potevo neanche immaginare dormire in cabina, carissimo per un backpacker ma tranquillamente affrontabile per chi viaggia poco tempo e dispone di più (non tante eh) risorse economiche.

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Mini guida

Mini guida di New York, seconda parte

Cosa vedere a New York in sette giorni e dieci giorni - seconda parte

Dopo aver girovagato per cinque giorni a New York, prima parte della guida, passiamo subito alla seconda parte con i giorni dal sesto al decimo....