Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Ostrich pillow, il cuscino da viaggio per dormire alla grande ovunque

1 minuti di lettura

Oggi sono venuta a conoscenza di un’invenzione che forse potrà tornare utile ai viaggiatori. Quante volte vi è capitato durante un viaggio di ritrovarvi a dover dormire in posti scomodi? Nottate passate a cercare la giusta posizione per riuscire a fare un riposino mentre eravate su scomodi treni, autobus o aerei?

Dalla collaborazione tra due architetti di uno studio di architettura e design londinese ( Kawamura-Ganjavanha) forse è nata la soluzione che fa al caso vostro: viaggiatori e viaggiatrici, ecco a voi l’ostrich pillow. La traduzione letterale vi aiuterà a capire meglio di cosa si tratta: stiamo parlando di un cuscino (pillow) dentro il quale dovrete infilare la vostra testa, proprio come fa lo struzzo (ostrich) sotto la sabbia.

Questo fantastico cuscino è stato pensato per favorire il sonno e per consentire di schiacciare un pisolino nei luoghi più improbabili e meno confortevoli; oltre ad avete un buco frontale per permettere la respirazione, presenta anche due buchi ai lati per poter appoggiare le mani.

Una volta infilatolo in testa, state sicuri di non passare inosservati: la forma che assume indossandolo ricorda molto quella dei caschi degli astronauti. Sarà veramente comodo? Lo trovate in vendita online (ad un prezzo non molto low-cost): 75 dollari.

491 articoli

Informazioni sull'autore
Tutti i post scritti dai collaboratori di Viaggi Low Cost li trovate qui. Racconti di viaggio, consigli low cost, mete e tour insoliti per un viaggio davvero economico e i consigli degli insider. Segui tutti i canali social per rimanere aggiornato.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Curiosità

Il rito di Halloween in Irlanda

Halloween è una festa nata in Irlanda e non in America come crede la maggior parte delle persone. Tutto ebbe inizio nella Contea di Meath, a pochi chilometri da Dublino. Definita come “Capodanno celtico”, Halloween si festeggia il 31 ottobre e un tempo rappresentava un rito che segnava il passaggio dalla luce alle tenebre, poiché coincideva con la fine dei raccolti e l’inizio del periodo invernale.
Dove Mangiare

Guida ai migliori street food di Palermo

Arancina, stigghiola, frittola, panino ca’ meusa, panelle e crocchè. Chi più ne ha più ne metta. Non basterebbe un trattato per elencare tutte le pietanze tipiche della cucina siciliana. Una cosa che probabilmente rende Palermo unica nel suo genere sono gli street food, nei quali è possibile consumare la propria merenda in piedi, in mezzo alla strada e agli odori tipici del capoluogo siciliano.
Curiosità

I misteri della laguna: l'isola di Poveglia

Venezia è considerata una delle città più belle del mondo, ma anche la bellezza ha i suoi lati più nascosti e misteriosi. Uno di questi è certamente un piccolo isolotto situato al largo della laguna veneziana, oggi inaccessibile al pubblico: Poveglia o, a detta di molti, “l’isola infestata”.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

1 Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.