Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Ostra, relax tra i colli marchigiani

2 minuti di lettura
Ostra nelle Marche, cosa fare e dove dormire, dove mangiare e che cosa, tutte le feste della tradizione di Ostra, situata nelle colline marchigiane, leggi qui.

Ostra è un antico borgo di 7 mila abitanti circa immerso tra i caldi colori delle colline marchigiane. A soli 15 chilometri dal mare e dalla città di Senigallia, nota per la sua “spiaggia di velluto”, il centro abitato è racchiuso da una cinta muraria medioevale perfettamente conservata, lungo la quale si trovano nove torrioni e le due vie di accesso al paese.

All’interno delle mura, nella parte alta del centro storico, si trova Piazza dei Martiri, il nodo principale del paese. Qui si affacciano la torre civica, costruita nel XVI ma restaurata nel 1950 dopo i bombardamenti che hanno completamente distrutto la chiesa Di San Giovanni di cui la torre era il campanile, il settecentesco palazzo comunale con annesso un magnifico teatro, e la chiesa di San Francesco.

Cibo e alloggio

In paese è presente un unico albergo con annesso lo storico ristorante “La Cantinella”, aperto negli anni sessanta. Qui potrete mangiare gnocchi ripieni all’anatra, strigoli con funghi e salsiccia, e un delizioso fritto misto di carne e verdure pastellate; ma il piatto che più ha reso famoso il locale è il “gelato alla fiamma”, un semifreddo alla vaniglia che viene servito in fiamme. Per chi desidera contenere i costi per l’alloggio, è possibile affittare su Airbnb camere o interi appartamenti in molti palazzi storici del centro.

Cosa fare

Uno degli appuntamenti più attesi ogni anno è la “Notte degli Sprevengoli”, che si celebra a fine ottobre e trasforma  il centro storico di Ostra nel set di un film horror; nelle cantine dei numerosi palazzi gentilizi vengono serviti piatti e vini tipici della tradizione marchigiana. Gli Sprevengoli nella tradizione popolare sono degli spiritelli che disturbano le persone nel sonno, ma che possono essere allontanati con i festeggiamenti.

Il comune di Ostra, così come molti altri paesi limitrofi, sono rinomati anche per feste e sagre popolari, occasioni imperdibili per chi vuole provare i sapori più caratteristici della cucina locale marchigiana. Tra le più rinomate, quella del Coniglio in Porchetta a inizio Giugno, quella delle Pappardelle al ragù di Cinghiale ad inizio Agosto, e quella del Passatello a inizio Luglio.

Altro evento imperdibile è senza dubbio la “Mostra Nazionale dell’Antiquariato e Artigianato artistico” che da quasi 40 anni si tiene ogni anno nelle prime settimane del mese di agosto.

Non molto lontano dal centro storico, un’altra attrazione culturale è il Santuario della Madonna della Rosa, costruito nel 1754 per accoglierei numerosi pellegrini in visita alla miracolosa edicola della Vergine dove, secondo la tradizione, una ragazza pose un giglio che si mantenne per lungo tempo fresco e profumato come appena colto.

16 articoli

Informazioni sull'autore
24 anni, marchigiana ma con tanta voglia di conoscere il mondo! Viaggia fin da bambina, dai weekend in campeggio con i genitori, ai soggiorni parte di progetti europei in Spagna e Danimarca, ai viaggi studio in estate in Regno Unito e Irlanda. Caterina ha vissuto in Austria e Germania durante il periodo universitario, che ha completato con un master in Scozia. Alla fine del percorso accademico si è trasferita in Australia per un anno, dove ha viaggiato con un materasso nel retro della macchina lungo tutta la costa occidentale. E ora, dopo un mese di viaggio con lo zaino in spalla in India, Caterina è pronta a tornare in Europa e intraprendere una nuova avventura.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Curiosità

Il rito di Halloween in Irlanda

Halloween è una festa nata in Irlanda e non in America come crede la maggior parte delle persone. Tutto ebbe inizio nella Contea di Meath, a pochi chilometri da Dublino. Definita come “Capodanno celtico”, Halloween si festeggia il 31 ottobre e un tempo rappresentava un rito che segnava il passaggio dalla luce alle tenebre, poiché coincideva con la fine dei raccolti e l’inizio del periodo invernale.
Destinazioni

Dove vedere i fenicotteri a Comacchio

Se non hai la possibilità di andare all’estero ma vuoi comunque vedere i fenicotteri, a Comacchio potrai vivere questa bellissima esperienza. Attraverso diversi tour infatti potrai vederli in totale libertà e goderti una giornata in questa splendida zona dell’emilia romagna.
Ricetta

Pissaladière, ricetta della Costa Azzurra arrivata in Liguria

Pissaladière, un piatto del sud della Francia arrivato anche in Liguria. Qui la ricetta con olive e capperi, ma qui anche il metodo di preparazione per un pasto che ricorda un viaggio in Francia o in Liguria!
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!