Malmö, cosa fare e vedere in Svezia, itinerario

Malmö, una perla svedese

Malmö, una perla svedese

Malmö per un giorno, ecco cosa fare e dove andare in Svezia per poche ore. Le saune, la piazza, la storia e la cultura tutta da scoprire in un viaggio low cost.

di , | Cosa Fare

Booking.com

Gennaio, cielo azzurrissimo, Sole che splende. Vado, attraversando il mare, verso la Svezia. Da Copenaghen con un treno super veloce e super comodo si arriva a Malmö.

Lo spostamento, tra le due incantevoli città, è meraviglioso perché si svolge in mezzo al blu delle acque sopra il ponte di Æresund, creazione ingegneristica e tecnologica che ha appena compiuto 15 anni.

malmo-svezia

Se come me venire da Copenaghen seguire questi due piccoli consigli:

Se acquistate il biglietto del treno a/r, conservatelo perchè è valido, anche, per l’utilizzo dei mezzi pubblici dell’altro stato, basta mostrarlo al conducente.

Non cambiate corone svedesi, se la vostra permanenza è di una giornata, pagate tutto con la carta di credito.

Malmö è tranquillità, minimale, dinamica, ma è anche un “bellissimo salotto” tra cielo e terra.
Lasciata la stazione dei treni ho preso l’autobus e sono andata a visitare le tre piazze più importanti.
La prima è la maestosa Gustav Adolfs Torg, si può fare shopping, ascoltare artisti di strada e partecipare a happening. Ci sono panchine e ci si può sedere per riposare. Nelle vicinanze passano anche molti autobus per le maggiori destinazioni dei dintorni. Così, la piazza è uno dei fulcri della città ed è quasi impossibile da perdere.

malmo città

Poco distante c’è la centrale Stortorget dove si può visitare il municipio e da dove partono le vie principali e sorgono alcuni locali caratteristici. E’ interessante godersi l’architettura dei numerosi edifici circostanti. Spesso gli edifici sono diversi tra loro e costruiti in tempi differenti. Ognuno col suo fascino e la sua storia.

Ed infine, percorrendo qualche altro metro c’è la piccola e acciottolata Lilla Torg.
Arrivare in questa piazza equivale a fare un salto nel tempo. E come se si entrasse in piccolo borgo dove si radunano le persone per bere una buona birra alla spina e stare al sole durante il giorno. E’ piena di locali e l’ambiente richiama il villaggio medievale vichingo di Malmö, come dimostrano le case in mattoncini marroni con strisce nere che la circondano.

malmo-centro

A questo punto mi sono diretta verso la zona del porto e sono andata ad ammirare una vera delizia dell’architettura contemporanea: il Turning Torso di Santiago Calatrava. Questa torre è alta 190 metri ed ospita appartamenti e sale conferenze.

La sua particolarità sta nel fatto che dal piano terra fino al quarantacinquesimo compie una torsione di 90 gradi procedendo dal basso verso l’alto: l’effetto è straordinario, specie se la si guarda dalla base, che si staglia sopra un sottile velo d’acqua.
Purtroppo non è aperta al pubblico, ma si può solo ammirare dall’esterno. Si può però camminare intorno a tutto il suo perimetro e rimanere incantati da ogni “torsione” dei vari livelli.

malmo-mare

Percorrendo il lungo mare ho respirato a pieni polmoni l’aria fredda del nord, il sole picchia ma non scalda e un vento forte scompiglia i capelli sulle passerelle e sulla spiaggia.

Questa camminata, osservando il lontananza l’Æresund, mi ha permesso di arrivare in un angolo di paradiso: la Ribergsborgs Kallbadhus. Questo è un vero pezzo di cultura svedese viva e vera che non dovete perdere nei vostri giri a Malmö.

Si tratta di un bell’edificio in legno su pilastri poggiati sulla spiaggia e nel mare. Gli svedesi vengono qui per fare la sauna, rilassarsi, nuotare nell’oceano, prendere il sole o gustare alcuni piatti leggeri.
Dovete essere preparati,  qui niente costumi, le persone sono nude (gli uomini separati dalle donne) e all’interno si respira una vera sensazione di naturale bellezza.

malmo-centro-citta

Si può scegliere tra tre saune. Una è con un cratere con legno che brucia lentamente ed è per i più calorosi. Un’altra è una camera tranquilla dove si parla con voce molto bassa ed ha una grande vetrata che apre lo sguardo al mare. Infine, c’è una sauna a vapore che è condivisa tra uomini e donne.
Io non solo vi consiglierei una visita, ma vi consiglierei di provare la piacevolezza del caldo della sauna e il ghiaccio accattivante del mare del nord.

A questo punto l’oscurità sta coprendo le bellezza svedesi e un freddo pungente comincerà ad arrivare dal mare quindi io ho ripreso il treno per tornare a Copenaghen.  Voi potrete fare altrettanto o proseguire alla scoperta della Svezia.

Alcune foto sono di unitalianoinsvezia.com

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Mini guida

Natale a Bruxelles, cosa fare in tre giorni

Cosa vedere a Bruxelles a Natale

Un weekend di Natale a Bruxelles è un'occasione per vedere tutte le bellezze della città belga ma sotto una luce diversa, quella del Natale...