Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

I docklands londinesi

1 minuti di lettura

Questo articolo è stato aggiornato il Ottobre 1, 2013

dockland

Per chi è a Londra ma ha già visto le mete turistiche più note e magari è appassionato di architettura moderna, suggerisco di spingersi verso est, nella riqualificata zona dei docks.

E’ possibile raggiungere l’area e vedere gli edifici o facendo un bella crociera sul Tamigi, partendo dal Westminster Pier o Tower Pier con direzione Greenwich, o con la DLR (Docklands Light Railway), la metropolitana leggera che passa attraverso l’area e dalla quale si gode un panorama molto bello.

Io ho fatto entrambi i percorsi anche se in due pomeriggi diversi, dalla City a Greenwich con il battello e poi passeggiando tra le vie e le piazze di una Londra meno caotica, ben tenuta, con edifici moderni affiancati a vecchi magazzini di stoccaggio merci, tornati a vita nuova grazie ad importanti interventi di riqualificazione.

L’area dei Docklands è il vecchio porto di Londra che dall’inizio del 1800 fino alla seconda guerra mondiale fu uno dei porti più grandi del mondo. Qua arrivavano le grandi navi dall’India e dalle Americhe, cariche di ogni mercanzia che veniva poi smerciata e venduta nei ricchi negozi della città e di tutta l’Inghilterra. Fu poi abbandonata per anni e intorno agli anni ’80 fu destinata a zona di espansione, senza vincoli volumetrici e con la possibilità di fare investimenti edilizi consistenti.

E’ così che è sono sorti complessi direzionali/residenziali il più importante dei quali è quello di Canary Wharf, con uffici finanziari, banche, le redazioni di alcuni giornali, abitazioni di alto livello, un lussuoso centro commerciale, pub e ristoranti dove gli uomini d’affari si fermano per una pinta di birra all’uscita dal lavoro. Qua si sono trasferiti parte degli affari della City, si riuniscono, manager, giornalisti e banchieri che decidono le sorti dei mercati finanziari internazionali.

Percorrendo le strade da Canary Wharf a Limhouse è possibile ammirare anche i vecchi edifici sulla sponda sud del Tamigi e il panorama della City, con i suoi grattacieli moderni che, nonostante la distanza, svettano nello skyline londinese.

A Limohoause si trova anche uno dei ristoranti di Gordon Ramsay: The Narrow, ma del famoso e burbero chef nemmeno l’ombra. Il ristorante si affaccia sul Tamigi in un punto dove il fiume fa un’insenatura e forma un piccolo porto dove si trovano barche a vela, motoscafi e parecchi edifici residenziali moderni. Una bella passeggiata nella Londra contemporanea e moderna.

40 articoli

Informazioni sull'autore
Architetto freelance. Ama viaggiare per scoprire angoli nascosti delle città e porta sempre con sé la sua reflex per cogliere ogni dettaglio. Abita in provincia di Varese, dove svolge la sua attività in modo autonomo, libera di muoversi e seguire i suoi molteplici interessi. Appassionata di social network ha deciso di condividere le sue foto e le sue esperienze sul web e di raccontare luoghi, colori, paesaggi ed emozioni.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Destinazioni

Le meraviglie d'Irlanda: scogliere, isole e castelli

Esiste il mal di mare, il mal di terra e il mal d’Irlanda. Un male che provano solo i fortunati che hanno avuto modo di passeggiare per i territori irlandesi. Un amore che nasce appena scesi dall’aereo. L’Irlanda è verde, è accoglienza, è semplicità, leggende e tradizioni. Tra costiere, isole e castelli, qui si può trovare un elenco delle meraviglie naturali d’Irlanda.
Ricetta

Ciceri e Tria, la ricetta originale salentina da rifare a casa

Ricetta originale salentina: Ciceria e Tria, ha una storia antichissima ed è conosciuta principalmente in Puglia e nel sud Italia. Qui trovi tutti i consigli e le indicazioni per realizzarla anche a casa, dopo la vacanza.
Ricetta

Ricetta sarda della zuppa gallurese

La ricetta della zuppa gallurese, ricetta sarda per chi ama la Sardegna e i viaggi tra spiagge e nuraghi ma anche la cucina. Non solo vacanza quindi, ma anche tutte le istruzioni per riprodurre queste ricette a casa.
Rimani aggiornato sulle news di viaggio.
Iscriviti alla newsletter!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.