Come viaggiare di più spendendo di meno

Destinazioni

Cinque buoni motivi per andare a Siviglia in Erasmus

1 minuti di lettura

siviglia

Siviglia è un’ottima meta per chi cerca un Erasmus a basso costo ma ad alto divertimento. Ci sono almeno 5 buoni motivi per scegliere questa bellissima città, ma gli stessi buoni motivi valgono anche per chi ci va solo in vacanza:

1. Alloggi accessibili: con 2-300 euro al mese si riesce a trovare una stanza singola decente in appartamenti da 3 persone con cucina e salotto, vicino al centro.

2. Trasporti low-cost: grazie al bike-sharing potrete muovervi quasi gratis per tutta la città senza troppa fatica, in 15 minuti di bici si riesce ad attraversare il centro storico. Altrimenti con la tessera dell’autobus una corsa costa solo 70 centesimi.

3. Birra a 1 euro: non è un sogno, ma in vari locali troverete la birra media a 1 euro. Cercate soprattutto vicino all’università, dove gli studenti affollano i tavolini a tutte le ore del giorno.

4. Botellon tutta la notte e locali a libero accesso: la vita notturna di Siviglia è agevolata dal clima caldo, che fa sì che già da marzo si passino le serate all’aperto con bottiglie di vino e birre prese al supermercato. I locali dove si balla sono per lo più ad ingresso libero, quelli a pagamento hanno comunque costi molto contenuti.

5. Santificare le feste: Siviglia è la patria delle feste religiose e non, senza limiti di orari, di balli e di bevute. Tra la Semana Santa, festa religiosa che spesso si trasforma in spettacolo e divertimento profano, e la Feria de Abril, con balli fino a tarda notte, fiumi di rebujito e sevillanas da far girar la testa, ogni mese c’è una buona occasione perchè l’università sia chiusa e ci si possa dedicate pienamente alla festa.

L’unico problema di Siviglia può essere il caldo, a partire da giugno può diventare davvero insostenibile. Per fortuna le spiagge sono a un’ora di strada, basta poco per fuggire alla calura e tuffarsi nelle acque cristalline della costa di Cadice.

34 articoli

Informazioni sull'autore
Giro. Con un cognome così non poteva essere altro che una viaggiatrice. Seguendo il sogno di lavorare in un grande museo d'arte ha vissuto e studiato a Londra e a Siviglia, mentre si impegna a visitare tutte le pinacoteche e gallerie del mondo. Con la sua Nikon sempre al collo, cerca di catturare la bellezza dei suoi viaggi tra i volti e i vicoli di paesi lontani e affascinanti.
Tutti gli articoli
Potrebbe interessarti anche
Ricetta

Tortionata di Lodi, la ricetta del dolce di mandorle

La Tortionata è la torta della città di Lodi, famosa in tutta la Provincia con una storia antichissima e un nome curioso. Leggi come preparare la torta e come gustarla, inoltre dove trovarla a Lodi e in Lombardia.
Ricetta

Carciofo alla giudia, ricetta e storia del piatto

La ricetta ufficiale per assaporare il carciofo alla giudia, storico piatto romano che nasce nel quartiere ebraico della Capitale. Il consiglio è quello di fare una gita a Roma dove degustare anche questo piatto e poi riprodurlo con questa ricetta a casa.
Destinazioni

Les huîtres: le tre migliori ostriche in Francia

Vi siete mai chiesti da dove vengono le migliori ostriche in commercio e come crescono? Qui potete trovare elencate le tre città migliori in Francia sia per la qualità che per il metodo di produzione de “les huîtres”.
Rimani aggiornato sulle ultime news, le mete da sogno e i piccoli borghi italiani da visitare!

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.