Ricetta pizza: il piatto italiano più famoso nel mondo - Viaggi Low Cost

Ricetta della pizza fatta in casa

Ricetta della pizza fatta in casa

La più amata delle pietanze italiane, buonissima e semplice, facile da preparare e da condire in mille varianti, utilizzando la fantasia: nel post, utili e interessanti consigli per preparare la pizza perfetta.

di , | Ricette Tipiche

Booking.com

La pizza si contende, insieme alla pasta, il primato di ricetta più famosa al mondo. Semplice e amata da tutti, oggi ne esistono varianti a non finire. La pizza è diventata una vera e propria opera d’arte del gusto. Ma vediamo come prepararla in casa, in completa autonomia.

Informazioni pratiche
Difficoltà: facile

Preparazione: 10 minuti + 12 ore di lievitazione
Cottura: 30 minuti
Dosi: 2 persone

Presentazione del piatto: storia e tradizioni

La pizza è un piatto tipico della cucina italiana ed è conosciuta in tutto il mondo.
Pare che abbia una storia molto lunga e che le prime pizze risalgano addirittura ai tempi degli Egizi.
Ma per come la conosciamo noi dobbiamo arrivare al 1889, quando il cuoco napoletano Raffaele Esposito ne cucinò una con i colori della bandiera italiana: mozzarella, pomodoro e basilico, che chiamò “Margherita” in onore della regina Margherita di Savoia.

Ingredienti

Per l’impasto:
30 gr di olio
200 gr di acqua
1 cucchiaino di zucchero
25 gr di lievito di birra
250 gr di farina “00”
150 gr di farina integrale
1 cucchiaino di sale

Farcitura:
mozzarella a pezzi
passata di pomodori
ingredienti che più ci piacciono, armatevi di fantasia!

Preparazione

Si inizia dalla preparazione dell’impasto.
In una ciotola unite l’acqua, lo zucchero e il lievito. Mescolate finché il lievito non si sarà sciolto completamente.
Dopodiché, nella stessa ciotola, andate ad aggiungere le farine, l’olio e il sale e iniziate ad impastare.
Se preferite, invece che farlo a mano, potete tranquillamente prepararlo utilizzando un robot da cucina.
Se l’impasto risulta “appiccicoso” vi consiglio di aggiungere un po’ di farina.

Una volta ottenuto un composto omogeneo create una palla e mettetela in una ciotola unta precedentemente. Copritela con un canovaccio inumidito o con la pellicola. Se non volete che vi si attacchi a quest’ultima ungetela con un goccio di olio.
Mettete la ciotola in un luogo asciutto e tiepido, lontano da correnti d’aria, e lasciate che l’impasto raddoppi (circa mezza giornata).

Una volta che l’impasto sarà bello gonfio trasferitelo su un piano di lavoro leggermente infarinato, così da evitare che si attacchi, e iniziate a lavorarlo.
Dividetelo in due parti più o meno uguali e lasciatelo riposare ancora per una mezz’oretta prima di iniziare a stenderlo per creare le vostre pizze.

Per quanto riguarda la farcitura lasciate spazio alla fantasia e conditela con gli ingredienti che più vi piacciono.

Una volta terminato questo procedimento mettete le vostre pizze in forno già caldo ad una temperatura di 200° per una trentina di minuti. Ovviamente temperatura e tempo di cottura variano dal forno di ognuno, quindi dopo una ventina di minuti controllatela.

Curiosità e Consigli

L’impasto della pizza lo si può tranquillamente preparare e conservare in un sacchetto gelo. Magari dividetelo già in porzioni così lo potrete poi utilizzare all’occorrenza.

La pizza rappresenta già un piatto completo per questo non è necessario cucinare altro. Ma sicuramente una buona birra è un ottimo accompagnamento. I più piccoli la possono gustare con una bibita.
Deliziosa anche da mangiare il giorno successivo, sia riscaldata che a temperatura ambiente.

Consiglio per intenditori

Invece di fare normalmente a pezzetti la mozzarella con il coltello, provate a metterne una per volta nello schiacciapatate. Vi assicuro che questo consiglio sarà apprezzatissimo: escono dei filini di mozzarella della quantità perfetta e si riesce a metterla in maniera uniforme su tutta la pizza senza ottenere pezzi giganti che scappano qua e là.

Quando si dice pizza si pensa subito al weekend. E cosa c’è di meglio di una piacevole serata in famiglia? La pizza è uno di quei piatti che mette d’accordo tutti!

Booking.com

© 2020 - Riproduzione riservata

Rispondi

Questo sito usa Akismet per ridurre lo spam. Scopri come i tuoi dati vengono elaborati.

Mini guida

48 ore in Sicilia tra Trapani, San Vito Lo Capo e Erice

Weekend a Trapani? Ecco cosa visitare in due giorni

Una delle parti più belle della Sicilia è a mio avviso la parte di Trapani ed ecco come vi consiglio di passare 48 ore in Sicilia. I voli low cost...