Cosa vedere a Trapani e dintorni in due giorni

48 ore in Sicilia tra Trapani, San Vito Lo Capo e Erice

48 ore in Sicilia tra Trapani, San Vito Lo Capo e Erice

di , | Mini Guida

Una delle parti più belle della Sicilia è a mio avviso la parte di Trapani ed ecco come vi consiglio di passare 48 ore in Sicilia. I voli low cost per arrivare non mancano, qui Easyjet e Ryanair la fanno da padrona ma se prenotate con largo anticipo anche Alitalia è molto valida con andata e ritorno a meno di 100€ oppure se partite da Roma potete optare per la Darwin Airline, che vola sotto Alitalia e che offre voli low cost.

Quello che vi consiglio appena arrivati, o ancora meglio già da casa e online, è noleggiare un’auto. I mezzi pubblici non sono dei migliori e le distanze non brevissime, l’auto vi permette di viaggiare senza problemi raggiungendo anche le piccole spiagge dove prendere il sole migliore.

Una sola avvertenza, se prendete un’auto a noleggio ricordatevi sempre che è necessaria una carta di credito e che va restituita assolutamente con tutto il pieno, altrimenti ci sarà una penale salata da pagare.

Il tour delle vostre 48 ore in Sicilia e in particolare nella parte nord ovest della Sicilia può iniziare da Trapani. Qui potete fare un giro nel suo centro storico, elegante e bellissimo, molto frequentato la sera da giovani del post con locali e bar dove prendere qualche aperitivo. Per dormire a Trapani vi consiglio il b&b Ai Lumi, valido anche come ristorante o per fare un aperitivo con una buona bottiglia di vino siciliano.

Una cena di tutto rispetto proprio davanti al mare e in stile barocco potete farla a la Taverna Paradiso, qui le busiate con melanzane e pesce spada sono assolutamente da provare. Dopo una bella passeggiata romantica sul lungomare di Trapani, potete arrivare fino alla punta più estrema della Sicilia e godervi l’immensità del panorama davanti a voi. Per una colazione indimenticabile e tipicamente siciliana andate alla Pasticceria Colicchia, granita e caffè con panna assieme a una buona brioches calda sono il modo migliore per iniziare la giornata siciliana.

Con la macchina potete andare in direzione delle Saline di Trapani, luogo storico e molto suggestivo da vedere. Qui si trovano anche diverse riserve wwf che potete contattare per fare dei giri turistici e istruttivi. Un’altro percorso che vi consiglio è visitare la magnifica città di Erice, chiamata anche la città delle 100 chiese. Per arrivare a Erice potete procedere sempre in macchina, il percorso è per i duri di stomaco dato che ci sono tante curve ma assolutamente divino con bellissimi panorami sul mare dove fermarsi a fare le foto. Oppure prendere la funivia per Erice.  A Erice non dovete mancare di visitare il Duomo dell’Assunta e di provare le Genovesi di Maria Grammatico, una vera istituzione.

Un ultimo consiglio è quello di prendere la macchina e andare a San Vito lo Capo. Qui oltre alle spiagge, dovete assolutamente provare due delle specialità culinarie della zona, per uno spuntino veloce ma molto gustoso. Innanzitutto il gelato caldo freddo, poi le buonissime panelle e arancini di Frii e Mancia!

© 2013 - Riproduzione riservata

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo

Mappa

Mini guida

Palermo: cosa vedere in 3 giorni

Palermo: cosa vedere in 3 giorni

Se Palermo si potesse descrivere in una sola parola, quella parola sarebbe “contrasto”. Contrasto tra vecchio e nuovo, tra antico splendore e...

Meteo

Erice
C
% humidity
wind:
H • L