Malta: cosa vedere in due giorni

Mini Guida di Malta per 48 ore low cost

Mini Guida di Malta per 48 ore low cost

Cosa vedere a Malta in un soggiorno low cost. Una mini guida per sapere cosa si mangia di tipico a Malta, cosa vedere in estate e in inverno e dove dormire, tutto low budget ovviamente.

di , | Mini Guida

Booking.com

Malta è stata per tanto tempo sottovalutata e solo recentemente è diventata una delle mete più cool, sia in estate che in inverno, ma principalmente nei mesi caldi quando è possibile vedere le principali bellezze dell’Isola. Nota anche per la sua storia, i Cavalieri dell’Ordine di Malta, le conquiste e i tesori trovati sull’isola, tanti dei quali non hanno ancora una spiegazione chiara, un weekend a Malta è da vivere di sicuro. Soprattutto perché con Air Malta, la compagnia di bandiera di Malta, spesso e volentieri si trovano buone offerte anche dalle città italiane.

Come sempre con le mini guide vogliamo consigliarvi cosa fare, dove dormire e mangiare per 48 ore, il tempo di un weekend quindi. Se poi volete rimanere di più di tre giorni, ma anche 5 o un’intera settimana, vi consiglio il post dedicato alle 10 cose da fare a Malta, per prendere ulteriori spunti.

bus-malta

Come arrivare e muoversi

Arrivare a Malta non è difficile e nemmeno orientarsi dato che c’è un solo aeroporto sull’Isola, l’Aeroporto Internazionale di Malta appunto. Malta non è enorme e per andare da una parte all’altra bastano poche ore di macchina e qualche ora in più di bus, ma tutte le distanze sono facilmente percorribili. Dall’aeroporto a La Valletta, la capitale di Malta e il cuore della vita maltese, si impiegano circa 50 minuti e il costo è quello di una corsa semplice di bus, quindi 1.50€. Ovviamente in questo caso sto parlando di autobus normali che servono anche tutta Malta dato che il servizio qui è davvero molto efficiente. Se invece si desidera prendere un autobus non di linea per esigenze di orario ad esempio, sappiate che ci sono gli autobus Easyjet che vengono 8€ a tratta, non molto economico a dire la verità. Per consultare tutti gli autobus che dalle varie località di Malta arrivano fino in aeroporto, guardate il post su come muoversi a Malta.

mdina

Dove dormire

Hotel, campeggi, b&b, case vacanza e farm. Tanti sono i tipi di alloggio di Malta, che cambiano soprattutto in base al tipo di vacanza che si vuole fare. Le farm ad esempio si trovano sull’Isola di Gozo, vicino Malta e sono ideali per una vacanza a contatto con la natura. Gli ostelli a St Julian sono di certo per un turismo giovane che vuole divertirsi anche grazie ai tanti locali e discoteche che si trovano in questa zona e che suonano musica fino a mattina. Per quanto riguarda le case vacanza e gli appartamenti, ce ne sono diversi a Malta. Il motivo è che qui tanti studenti vengono a studiare inglese e a seguire corsi per una o più settimane al fine di perfezionare la lingua. Malta è scelta per la sua vita, meno cara rispetto all’Inghilterra, e per il suo clima, decisamente meno umido e più caldo. Se decidete di prendere un appartamento o una casa vacanza, assicuratevi solo che ci siano dei termosifoni elettrici. A Malta infatti fa sempre molto caldo e raramente fa freddo, ma tira spesso il vento e l’aria può diventare frizzante. Nelle case maltesi di solito non ci sono i termosifoni, un po’ come accade nella nostra Sicilia, ma assicuratevi come appena detto, che ci siano almeno i termosifoni elettrici da accendere in caso di bisogno.
Per conoscere 5 posti dove dormire a Malta, vi consiglio un post adatto ad ogni tipo di esigenza.

Pastizzi

Cosa mangiare a Malta

A chiunque chiederete cosa si mangia a Malta, vi risponderà: i pastizzi! Oltre a queste cosettine fritte e fatte al forno ripiene di ricotta e piselli, ci sono altri piatti tipici che vale la pena provare. Se rimanete solo pochi giorni vi consiglio di fare una bella cena in uno dei ristoranti che servono cibo locale dell’isola. Tra questi in assoluto vi consiglio Gululu a St. Julian. Se invece preferite spizzicare qualcosa in qua e in là, cercate di non perdervi almeno i 5 piatti tipici di Malta, ne trovate un piccolo sunto nel post su questo blog.

In alternativa, per una pizza davvero buona e fatta come piace a noi in Italia, potete provare la Pizzeria I Monelli. Sono certa che non ve ne pentirete.

templi-malta

Cosa non perdersi in inverno

Malta cambia drasticamente dall’inverno all’estate, soprattutto a causa del clima, che in estate permette di vedere posti assolutamente inaccessibili e comunque molto diversi in inverno. Innanzitutto se andate in inverno o in autunno, non mettevi in testa che andrete a fare mare. Anche se Malta è vicina alla Tunisia e alla Sicilia, il caldo qui è diverso, o meglio, qui è davvero molto ventilato. Se in un momento in cui ci sono 25 gradi proverete a mettervi in maglietta a maniche corte, state sicuri che subito dopo dovrete rimettervi la felpa. Il vento cambia così rapidamente ed è a volte così freddo, che vi ci vorrà anche il piumino.

balconi-malta

Tra le cose che non potete perdervi a questo punto, dato che di mare non se ne parla, sono i siti storico artistici di interesse generale. Unici nel loro genere, che non dovrete perdervi per nulla al mondo. Iniziando con l’Ipogeo che si trova a Paola. L’accesso all’Ipogeo va prenotato diverse settimane prima in quanto possono accedere al sito solo 80 persone al giorno e credetemi, è richiestissimo perché è un vero gioiellino nel cuore di Malta.

Da non perdere anche i Tempi di Malta, Mnajdra e Hagar Qim che si trovano a sud ovest dell’isola e che non sono molto semplici da raggiungere, ma vale la pena visitarli. Tempi dalla storia misteriosa, molto ben conservati e con un’audioguida al solo prezzo di 1€ che vi spiegherà tutto e sarà utile al fine della visita.Andateci in una giornata in cui non piove perché il complesso è per l’80% all’aperto.

popeye-village

Andate poi a vedere a La Valletta, scopritene i suoi angoli più nascosti e fate su e giù per i suoi gradini. Perdetevi nelle viuzze e fotografate le file di balconi colorati, ma soprattutto andate a vedere Casa Rocca Piccola per capire come si viveva ai tempi del’Ordine dei Cavalieri di Malta e per vedere questa bellissima dimora che è ancora conservata benissimo e offre un punto di vista diverso de La Valletta, quello interno. Con i suoi balconi tipici ancora visitabili e presenti nella casa, Casa Rocca Piccola è un gioiello tutto da scoprire.

Infine non perdetevi la Cattedrale di Malta, unica nel suo genere, per bellezza e pregio. Qui si trova l’unico quadro al mondo di Caravaggio firmato. Una cosa da non credere. Non dimenticate che non è possibile fotografarlo, mi raccomando.

malta-in-estate

Cosa non perdersi in estate

In estate, oltre a poter fare tutte le visite che vi ho appena illustrato qui sopra, potreste anche vedere le spiagge… e che spiagge! Tra Gozo e Comino avrete solo l’imbarazzo della scelta, ma anche sull’Isola di Malta, grazie a Ghadira Bay, Għajn Tuffieħa e Golden Bay. Qui oltre a fare il classico mare, è possibile grazie al vento anche fare sport acquatici e ovviamente tanto snorkeling.

Se siete appassionati di siti turistici e culturali marini, non posso che non consigliarvi la Laguna Blu. Infine, se siete in vacanza con i bambini non perdetevi il Popeye Village, nel post di approfondimento capirete il perché. Tra le altre cose si trova anche molto vicino a una bellissima spiaggia e alla Torre Rossa, illuminata a meraviglia al calar del sole.

Foto di Alex MurphyBerit WatkinRobert Pittmanluigi53NickCharles HaynesJoshua ZaderTobias von der Haar.

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

commenti

L’autobus costa 1,50€ d’inverno, 2€ d’estate,la singola corsa che vale due ore.Però dire che sono molto efficienti è un po troppo ottimista.A fine settembre,quindi non più periodo di piena alta stagione,gli autobus piu frequenti sono solo quelli che passano da sliema e st julian e sono comunque sempre mentre se vuoi visitare gli altri luoghi piu lontani rischi di stare anche 40minuti sotto il sole cocente senza sapere se mai arriverà l autobus che aspetti.Per raggiungere azure window a gozo paartenso da sliema ho impiegato 4ORE all’andata.Meglio al ritorno,2ore,di cui 1intera in piedi su un autobus stracarico,e se avessi perso quello il prossimo era dopo mezz’ora,nuovamente stracarico.Non bisogna per forza far sembrare tutto perfetto quando non lo è.Le cose belle da vedere ci sono ma per chi è costretto aa usare i mezzi pubblici armatevi di pazienza perché non sarà una passeggiata

Serena

settembre 22, 2015 | Rispondi | report

    Ciao Serena, grazie per la testimonianza della tua esperienza. Io mi sono sempre trovata molto bene, ecco perché ho scritto questo post. Io sono stata lì due settimana a Febbraio 2014, se i prezzi al momento sono cambiati questo non lo so, ma a data riportata parla chiaro :)
    Certo, non va sempre tutto alla perfezione, e il tuo post ne è la testimonianza, ma dipende da tanti punti di vista :)

    Buona giornata,

    Federica Piersimoni

    settembre 22, 2015 | Rispondi | report

Rispondi

Mini guida

Natale a Bruxelles, cosa fare in tre giorni

Cosa vedere a Bruxelles a Natale

Un weekend di Natale a Bruxelles è un'occasione per vedere tutte le bellezze della città belga ma sotto una luce diversa, quella del Natale...