Raffaello, la Sacra famiglia dell'Ermitage a Palazzo Madama

Dall’Ermitage a Palazzo Madama: Raffaello si mostra a Torino

di , | Eventi

palazzo_madama_raffaello

Due città, Torino e San Pietroburgo, espressione di due Stati molto lontani tra loro in quanto a geo-localizzazione, molto più vicini di quanto si possa immaginare se si guarda alle culture sociali.

Due città che si sono annusate, si sono riconosciute e alla fine si sono scelte. Due musei che si passano il testimone come nella più tipica delle staffette.

A partire dal 21 Dicembre 2013 e fino al 23 Febbraio 2014, l’Ermitage di San Pietroburgo ospiterà il Ritratto D’Uomo  di Antonello da Messina, esponente di spicco del miglior Rinascimento italiano, mentre il Palazzo Madama di Torino accoglierà La Sacra Famiglia Con San Giuseppe Senza Barba di Raffaello: uno scambio di tesori, finalizzato alla diffusione della conoscenza dei grandi artisti che hanno fatto la storia dell’arte e a rinnovare la già fortunata esperienza estiva che aveva visto esposte a Torino circa novanta opere della collezione Basilewsky, la maggior parte delle quali mancava in Europa da oltre cento anni.

La Sacra Famiglia Con San Giuseppe Senza Barba non è speciale soltanto perché concepito dal genio di Raffaello. Ciò che rende particolare questo dipinto sono la forte umanizzazione di Giuseppe e la sua contemporaneizzazione, racchiuse in quella mancanza di barba che ne sancisce, in maniera quasi prepotente, la natura. Egli è un santo nato uomo che nella famiglia, sacra come sacre sono tutte le famiglie, oggi e allora, era semplicemente un uomo.

Il biglietto intero d’ingresso al museo è di 10 euro e include anche il capolavoro di Raffaello. Il biglietto ridotto è di 8 euro. I ragazzi al di sotto dei 18 anni entrano gratis. Se si opta per la visita guidata, c’è l’addizionale di 4 euro.

A Palazzo Madama ciascun disabile e il suo accompagnatore entrano gratis. I disabili motòri possono usufruire di appositi ascensori , dotati anche di pulsanti braille esterni ed interni per i disabili visivi. A questi ultimi  sono riservate  visite guidate gratuite e percorsi appositi con audioguide. L’arte che abbatte le barriere è più bella.

© 2014 - Riproduzione riservata

Mini guida

Torino, cosa fare nel weekend

Cosa vedere a Torino in tre giorni

Un weekend a Torino di 48 ore è un weekend che va dal venerdì sera alla domenica pomeriggio. Il modo migliore per vedere la città al completo,...

Dove mangiare

Al Andalus, ristorante arabo nel cuore di Torino

Al Andalus, ristorante arabo nel cuore di Torino

Al Andalus a Torino si trova in via Fiochetto, 15 a pochi passi da Porta Palazzo il mercato storico della città che si svolge ogni mattina in...

Silvio Bessone a Torino, una pausa al cioccolato

Silvio Bessone a Torino, una pausa al cioccolato

Da Vicoforte al centro cittadino, in pratica dalla produzione nelle langhe alla distribuzione in Via Po a Torino, il salto è breve. Ed è breve...

L’Acino a Torino, mangiare piemontese nel Quadrilatero Romano

L’Acino a Torino, mangiare piemontese nel Quadrilatero Romano

L'Acino a Torino si trova nel Quadrilatero Romano e il locale è adiacente alla bella chiesa gotica di San Domenico. Il posto è molto raccolto e...

Dove dormire

B&b Casa Cavour, sistemazione nel cuore di Torino

B&b Casa Cavour, sistemazione nel cuore di Torino

Torino è una città che amo moltissimo. Sarà che ci frequentavo qualcuno, sarà che la sottovalutavo per non dire non-consideravo, prima di...

Hotel San Paolo a Torino, dormire con 50€ a notte

Hotel San Paolo a Torino, dormire con 50€ a notte

L'Hotel San Paolo si trova a Torino in via Spalato 7 vicino a Corso Francia. Raggiungere il centro storico da qui non è difficile e tutto lo...

Meteo

Torino
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!