Highway to Khan: 16.000 km per il Mongol Rally - Viaggi Low Cost

Highway to Khan: 16.000 km per il Mongol Rally

Highway to Khan: 16.000 km per il Mongol Rally

di , | Eventi

Booking.com

Da Piacenza a Ulaan Bataar, tappa obbligatoria Praga, 3 ragazzi, 1 Polo e 16 mila km da fare. Perché questa scelta? L’idea è quella di partecipare al Mongol Rally, sostanzialmente un rally nato nel 2001 da due inglesi che decisero di partire alla volta della Mongolia. Il primo anno non raggiunsero la meta ma ci riprovarono negli anni seguenti fino a riuscirci e a creare un vero rally nel 2004, partenza da Londra di 6 squadre, solo 4 arrivarono alla meta.

Il Mongol Rally è organizzato da League of Adventurists International Ltd una società che opera nel sociale e che raccoglie fondi tramite l’organizzazione di questi eventi/avventure da destinare poi al sociale. Ad ogni squadra che partecipa viene chiesto di raccogliere 1000€ da destinare al sociale tramite organizzazioni della League.

Quest’anno le squadre che parteciperanno saranno oltre 300 e tra queste anche la squadra italiana. Il rally non prevede l’uso di macchine 4×4, che anzi sono vietate, ne navigatori. L’unica tappa obbligatoria del percorso del 2011 è Praga poi tutte le squadre partiranno alla volta della Mongolia scegliendo il percorso preferito, l’arrivo non è garantito, come del resto non esiste assistenza meccanica durante il percorso.

La squadra italiana è partita il 23 luglio alla volta di Praga e nel blog di Higway to Khan racconteranno spesso tappa dopo tappa la loro grande avventura. Nella loro Polo già in viaggio nella Mongol Rally i 3 ragazzi di Piacenza: Francesco Barbieri, Federico Maccagni e Francesco Fanelli.

Per seguire le avventure del gruppo italiani del Mongol Tour e avere sempre notizie aggiornate oltre al blog potete seguirli con me nel loro account twitter e nella pagina facebook. Il progetto è davvero interessante e chissà che il prossimo anno non mi venga in mente di partecipare, in fondo dura solo un mese, un mese davvero intenso però ^_^
In bocca al lupo ragazzi.

Booking.com

© 2011 - Riproduzione riservata

Rispondi