Tokyo: cinque consigli per mangiare tanto, spendendo poco

Tokyo: cinque consigli per mangiare low cost

Tokyo: cinque consigli per mangiare low cost

Amanti del Giappone, ecco la top cinque che fa per voi! Nel post, i consigli per mangiare tipicamente giapponese a Tokyo, spendendo poco.

di , | Dove Mangiare

Booking.com

I giapponesi amano il cibo. Per loro è una specie di ossessione: lo troverete ovunque, di qualsiasi forma e dimensione, persino riprodotto con cura meticolosa nelle vetrine dei locali, cosa che vi aiuterà parecchio nelle ordinazioni tra l’atro. A Tokyo ci sono addirittura negozi e strade (come Kappabashi street ad Asakusa) dedicate all’arte della riproduzione del cibo. La cucina tradizionale giapponese è davvero ricca e bilanciata, bisogna visitare quest’arcipelago meraviglioso per rendersene conto.

In Giappone il cibo è una cosa seria. Quando approderete a Tokyo, vi sembrerà di calarvi in una realtà parallela: colorata, viva e frenetica e, al tempo stesso, sempre ordinata e funzionale.

A Tokyo si mangia benissimo e in qualsiasi ora del giorno; se siete cresciuti sognando il Giappone attraverso cartoni animati, manga e anime: è questo il luogo per eccellenza dove poter finalmente gustare tutte quelle particolari pietanze conosciute attraverso uno schermo o scorrendo le pagine dei fumetti.
Inoltre, a differenza di ciò che si potrebbe pensare, Tokyo è una città ricca di locali low cost. Mangiare bene (e tanto), spendendo poco, è molto più semplice di quanto sembri.

Ecco cinque consigli per mangiare low cost a Tokyo e vivere una vera esperienza culinaria giapponese.

1. Sukiya: il posto giusto per il Gyudon

Sukiya è una catena giapponese con oltre 2000 ristoranti, a Tokyo lo troverete molto facilmente. Il Gyudon è uno dei piatti più diffusi in Giappone, si tratta di una ciotola contenente carne, cipolla, una salsa leggermente dolce e riso caldo.
Da Sukiya potrete scegliere la dimensione del vostro piatto e moltissimi contorni differenti. Inoltre sono disponibili diverse combinazioni: ad esempio è possibile abbinare al piatto base, la zuppa di Miso, oppure preferire la versione Gyuodon senza riso. Il prezzo varia dai 350 yen per il piatto base (meno di 3 euro!) ai 700 yen (meno di 6 euro) per gli abbinamenti più ricercati.
Un vero pasto low cost, tipico e completo. E, fidatevi, uscirete a pancia piena!

2. CoCo Ichibanya: la Curry House più famosa del Giappone

Curry House CoCo Ichibanya non è solo un ristorante, è una vera istituzione. Basterà provarlo una volta per non poterne fare più a meno. Anche questa catena giapponese è diffusissima, non avrete difficoltà a scovare la vostra Curry House preferita a Tokyo. Tutti i locali sono forniti di menù in lingua inglese, la particolarità è che dovrete comporre il vostro piatto scegliendo il grado di piccantezza desiderato (da 0 a 10). Il mio consiglio è di iniziare senza andare oltre il primo livello (godibile e gustoso).

Inoltre potrete scegliere la quantità di riso: da 200 grammi a 500 grammi e il tipo di curry: pork, beef o hashed curry. Ovviamente, anche in questo caso, sono tanti i contorni da aggiungere al piatto base: consigliatissimo il menù con i calamari fritti e con il formaggio. Molti di questi locali sono aperti 24 ore su 24, il personale è sempre gentile e disponibile e soprattutto si respira un’atmosfera molto speciale. Mangerete tanto, spendendo poco: una garanzia. Quel delizioso aroma di curry, poi, continuerete a sognarlo la notte!

3. Tempura Daikokuia: un pranzo immersi nell’affascinante Asakusa

La vera tempura giapponese potrete gustarla, a prezzi abbordabili, da Tempura Daikokuia. Qui vi potrà capitare di mangiare sul tatami, un’esperienza tipicamente giapponese che richiede però un po’ di coraggio: certe posture sono difficili da mantenere, durante tutto l’arco di un pasto, per noi occidentali. Tempura Daikokuia si trova nel quartiere più tradizionale di Tokyo: Asakusa. L’aria che si respira in questo locale è antica e impagabile. Potrete scegliere tra alcuni tipi di Tendon (ciotola di pesce con riso) o Tempura (senza riso). Appena seduti vi porteranno l’immancabile tè verde giapponese, in questo modo vivrete pienamente il vostro pasto tradizionale!
Un consiglio: se pensate di andare da Tempura Daikokuia per cena, tenete a mente che il locale chiude molto presto, massimo alle 21.

4. Il Bento: per sentirsi veri giapponesi

Il Bento è una scatola che serve a contenere un pranzo completo, è considerato un pasto veloce ed è a tutti gli effetti low cost (i prezzi variano dai 500 ai 1500 yen). A Tokyo potrete trovarli, sempre magnificamente confezionati, nei conbini e nei supermercati. Nelle stazioni, anche a pochi passi dai binari, potrete acquistare gli ekiben, cioè bento pensati per essere consumati in treno. Non perdetevi questa esperienza così tradizionale e divertente quando dovrete spostarvi da Tokyo per raggiungere un’altra città con lo shinkansen.

5. Kaiten sushi: i vostri nigiri preferiti vi scorrono davanti agli occhi

Un consiglio low cost sul sushi, così amato da noi italiani, non poteva mancare. I Kaiten sushi sono ristoranti dove generalmente ci si siede attorno a un nastro trasportatore: davanti a voi troverete un piccolo monitor che vi servirà per ordinare. Non sarà necessario relazionarsi con nessuno, una volta pronto, il vostro ordine vi raggiungerà a bordo di un trenino veloce! Inoltre potrete scegliere le vostre pietanze preferite anche direttamente dal nastro. Per la zona di Shibuya, vi consiglio Genki Sushi: economico, divertente, coloratissimo e tecnologico. Un’esperienza da non perdere.

Buon viaggio e buon appetito: Itadakimasu!

Booking.com

© 2017 - Riproduzione riservata

Mini guida

Tokyo, cosa vedere nella metropoli del Giappone

Mini guida di Tokyo, cosa vedere in 5 giorni

Tokyo è una città che mi ha molto sorpreso, è enorme e comunque funzionale, i mezzi sono puliti e le strade farebbero invidia a qualsiasi altra...