Dove mangiare la sfogliatella a Napoli

Scaturchio, mangiare le sfogliatelle a Napoli

Scaturchio, mangiare le sfogliatelle a Napoli

di , | Dove Mangiare

Booking.com

scaturchio-napoli

Che una città colpisca al cuore è quello che ci si augura ad ogni visita. Che si riesca a vederne il vero cuore, invece, non è sempre così scontato, nonostante ce lo si auguri altrettanto.

Napoli ce lo offre, senza preclusioni. Si apre al turista così come si mostra ai suoi abitanti, integra del suo carattere, senza filtro alcuno.

Napoli non è città timida, si sa, ma la sua estrema apertura è sorprendente e ci permette di averla in dono proprio per com’è.
E’ cultura unica nel suo genere, è suoni che si trovano solo tra le sue strette vie, è grida dei venditori come in nessun’altra città ormai, è profumi di pizze pieghevoli da asporto e dolci appena sfornati, è musica ovviamente napoletana, è teatro di strada, è fantasia dei venditori ambulanti, è la metropoli più paesana che esista, è turbinio di colori, è offerta culturale, è storia e presente, è allegria della gente, è -in una sola parola: travolgente.

E ancor più bella è la facilità con cui ci si può immergere in questo caleidoscopio unico al mondo, lasciandosi armoniosamente coinvolgere. E’, infatti, sufficiente percorrere la via storica per eccellenza: la Spaccanapoli e non limitarsi ad essa, ma addentrarsi nelle sue vie laterali, eccezionalmente suddivise per temi. Scendendo dalla collina del Vomero in direzione del centro, passati la chiesa del Gesù Nuovo e il Monastero di Santa Chiara (dal cui chiostro è possibile accedere ad alcuni scavi della vecchia città), si trovano la via degli strumenti musicali, la via dei librai, la via dei presepi, la piazza dei letterari, e poi negozi di ogni genere fino alla seconda metà dell’antico Decumano in cui si può fare la meritata sosta ristoratrice: che qui non possiamo che chiamare pausa sfogliatella!

In Piazza San Domenico Maggiore si trova la pasticceria-gelateria Scaturchio. Sfogliatella a 5 stelle, assegnate rigorosamente da napoletani veraci. Dove la si mangia? In strada! In fondo siamo a Napoli e gustarla in mezzo ai passanti, ai suoni, ai colori, ai canti (ricordate?!) è d’obbligo!

Una volta assorbito lo spirito della città, se avete ancora tempo, potete spostarvi a Piazza del Plebiscito, visitare il Palazzo della Regione, il Maschio Angioino, la Galleria Umberto I, il Teatro San Carlo e il Teatro Augusteo, ma questa è un’altra tappa: la seconda, mi raccomando!

Booking.com

© 2013 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mini guida

48 ore a Napoli, tour di 3 giorni low cost

Weekend a Napoli: cosa vedere in due giorni

Per un viaggio a Napoli non vi basterà un weekend, dovrete senza dubbio ritornare. Per un viaggi a Napoli non vi basteranno due occhi e una bocca...