Dove mangiare a Modena: Opera02 e lo gnocco fritto

Opera02: dove mangiare a Modena

Opera02: dove mangiare a Modena

di , | Dove Mangiare

Booking.com

opera02

Opera02 è il ristorante che ci ha ospitati a pranzo durante il blogtour con Piacere Modena: più che ristorante si tratta di un’azienda agricola in cui si concentrano il ristorante, la spa, l’acetaia e la cantina. Un piccolo gioiellino arroccato tra le colline modenesi: Opera02 non si trova, infatti, a Modena centro ma a Levizzano di Castelvetro, a soli 25 km dal capoluogo di Provincia. L’azienda è completamente circondata da verde: ettari ed ettari sommergono Opera02 in un lussureggiante “tappeto” di verde, circondato da vigne. Un luogo magico in cui la natura diventa regina e sovrana incontrastata.

La storia

Il nome della struttura, Opera02, racconta in realtà l’intera storia dell’azienda: Opera è stato scelto perché si voleva dare l’idea di un posto magnifico, di qualcosa di straordinario, di un prodotto italiano che potesse essere capito anche all’estero; sulla base di questa visione della propria identità imprenditoriale si è scelto il nome Opera, anche perché ha lo stesso significato anche in altre lingue come l’inglese e lo spagnolo. A questo termine è stato accostato lo 02 perché tutto è cominciato nel 2002: quell’anno Enrico, uno dei proprietari, ha l’intuizione di acquistare 5 ettari di terreno da un anziano contadino; tre anni dopo acquista l’intera collina con una stalla degli anni ’50: la stalla è stata trasformata in acetaia e intorno alla quale è stata costruita poi l’intera azienda agricola. Sempre 2005 l’attività agricola è passata completamente al biologico e nel pieno rispetto ambientale è stata ideato e costruito l’intero edificio.

Attualmente Opera02 ha una struttura così articolata:

  • 8 camere;
  • Una piscina esterna;
  • Una spa;
  • Un’acetaia;
  • Una cantina nella quale vengono prodotti diverse tipologie di Lambrusco che vengono esportati in tutto il mondo.

Cosa mangiare

Ciò che mi ha colpito di più del Ristorante di Opera02 è la cura dei particolari: la tavola è stata addobbata in maniera impeccabile, con uno stile essenziale ma allo stesso tempo elegante. Anche il portapane realizzato con carta riciclata porta il logo di Opera0, così come le tovaglie in lino che ben si sposano con l’eleganza dei bicchieri e delle posate. La stessa eleganza fatta di semplicità e di tradizione che ritroverete anche nel menù; durante il nostro pranzo ho avuto modo di apprezzare:

  • Gnocco fritto: una specialità della tradizione emiliana; si tratta di una soffice sfoglia di acqua e farina fritta nello strutto.
  • Tagliere di formaggi: ne avrei potuto mangiare in quantità industriali perché la ricotta con il mosto di aceto balsamico credo che non sia semplice da poter rimangiare, ma non perdetevi anche il Parmigiano Reggiano in tre diverse stagionature e la selezione di marmellate e mieli.
  • Tortelloni ripieni di ricotta in burro e salvia: anche questo è un tipico piatto emiliano e devo dire che la preziosità della freschezza dei sapori mi fa venire l’acquolina in bocca solo a ripensarci; i tortelloni vengono serviti insieme ad una piccola zuppiera di ragù che può essere aggiunto in base ai propri gusti.
  • Carne in aceto ricoperta da pancetta croccante e patate al forno: a fine pranzo è difficile riuscire a fare entrare nel proprio stomaco ancora altro, ma vi posso assicurare che le patate erano croccantissime e la carne aveva un sapore buonissimo.

Il tutto è stato annaffiato con un’ottima selezione di Lambruschi prodotti dalla cantina Opera02.

Se sono riuscita a farvi venire l’acquolina in bocca o se volete fare un weekend rilassante, date un’occhiata al sito di Opera02.

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

Rispondi

Mini guida

Mini guida di Reggio Emilia

Cosa vedere a Reggio Emilia

Reggio Emilia è una delle cittadine di origine romana nate lungo la via Emilia, non è molto conosciuta a livello turistico, probabilmente anche per...