Freemans Restaurant: dal 2004, uno dei ristoranti più cool di New York

Freemans: il ristorante più instagrammato di New York, recensione

Freemans: il ristorante più instagrammato di New York, recensione

Avete in programma un viaggio a New York? Leggete il post e prenotate un pranzo o una cena in uno dei ristoranti più cool e famosi della città: il Freemans!

di , | Dove Mangiare

Booking.com

New York è sicuramente una città pazzesca, forse la più amata degli States, è quella dove, si torna spesso e volentieri. Mille cose nuove da vedere e altrettanti mille ristoranti da provare: da quello cool, a quello hypster, al classico e immancabile diner. Scegliere, a volte, è davvero un problema.

Dal 2004 esiste però un ristorante che non ha mai smesso di essere sulla cresta dell’onda. E avere una longevità così lunga, mantenendo uno standard di qualità alto, in una città che viaggia alla velocità della luce, è quasi una rarità: stiamo parlando di Freemans.

Dove si trova il Freemans Restaurant

Niente skyline, niente grattacieli, niente rooftop perché il ristorante si trova alla fine di un piccolo vicolo, Freemans Alley, in una via laterale di Bowery Street in pieno Lower East Side.

Appena imboccato il vicolo, tra murales vari, vedrete comparire una porticina azzurra con tante lucine… e una volta varcata la soglia vi si aprirà il fantastico mondo di Freemans. Lasciate da parte i classici stereotipi dei locali americani: qui un design newyorkese anni 50’ stiloso incontra quello di uno chalet di montagna.

Lo stile del Freemans

Angolo bar, luce soffusa in ogni saletta, una diversa dall’altra ma tutte arredate in legno comprese le pareti. Qua e là caminetti, quadri, specchi e un sacco di teste di animali impagliati (sicuramente non particolarmente gradite a chi è animalista convinto).

Mi raccomando non fermatevi alla prima saletta che incontrerete ma, dopo che vi sarà stato assegnato il vostro tavolo, divertitevi ad esplorare il locale che si sviluppa su due piani in modo quasi labirintico.
Dalla Wine Room situata al piano terra, alla Blue Room o alla Red Room dei piani superiori, resterete incantati dall’accuratezza dei dettagli con cui ogni angolo è stato studiato ed arredato.

Il menù del Freemans

Non aspettatevi però di trovare un menù altrettanto ricercato. La scelta è piuttosto limitata e non brilla per particolare originalità, almeno a pranzo. I piatti proposti sono piatti moderni dalla tipica cucina americana con quel minimo di influenza internazionale.
Si passa da qualche appetizer, un paio di insalate, 2/3 secondi e 2/3 contorni, più alcuni piatti del giorno. Anche la presentazione risulta discreta ma c’è da dire che compensano con un’ottima qualità sia per il gusto che per la materia prima utilizzata.

Accompagnate i piatti con uno degli ottimi cocktail presenti sulla carta oppure con una delle loro limonate, ottima quella al mango! Anche la proposta di dolci è molto limitata ma se lo trovate nel menù, assaggiate le banane saltate in padella con butterscoch cream e gelato… una vera delizia!

Il costo è medio-alto per un pranzo, ma si sa, se si vuole essere cool a New York bisogna accettare qualche compromesso.
Come per tutti i locali più noti o più cool di New York, vale anche qui la regola di prenotare con una certa tempestività. Ma addirittura qui dovrete farlo con qualche settimana d’anticipo, e solo online, rispetto alla vostra visita nella Grande Mela, per essere certi di accaparrarvi un tavolo, soprattutto se ci vorrete andare la sera.

Booking.com

© 2018 - Riproduzione riservata

Recensione

Il Freemans si trova alla fine di un piccolo vicolo: Freemans Alley - New York. Si discosta dallo stereotipo dei locali americani, qui un design newyorkese anni 50’ incontra quello di uno chalet di montagna. Dal 2004, continua ad essere sulla cresta dell'onda: cosa che non capita spesso in una città che subisce gli influssi delle mode come New York.
Aperto sia a pranzo che a cena, è necessario prenotare con una certa tempestività.

5/5

Mini guida

New York, la mini guida della prima volta, prima parte

Viaggio a New York cosa vedere in 7 giorni

Il mio viaggio a New York è stato un sogno. Era da quando ero piccola che desideravo vedere la città di New York e quando mi hanno regalato i...