Campania: 10 piatti da assaggiare - Viaggi Low Cost

Campania: 10 piatti da assaggiare

Campania: 10 piatti da assaggiare

Campania, 10 piatti da assaggiare per non perdersi nemmeno un sapore una volta in vacanza nella bella regione italiana. Ecco i nostri 10 preferiti e i più "famosi" in Campania.

di , | Dove Mangiare

Campania Felix: mai nome fu più azzeccato!
Felix in epoca romana stava ad indicare l’opulenza e la produttività di questa regione, dovute al clima, alla fertilità del terreno vulcanico e, aggiungo io, all’operosità della sua popolazione.
Una vincente combinazione di fattori che ha prodotto come risultato una cucina unica nel suo genere. Non a caso il cibo più global e più consumato al mondo, la pizza, proviene proprio da questa terra che possiede bellezze paesaggistiche quali la Costiera Amalfitana ed altrettante bellezze nel piatto!

Stiliamo insieme una top ten facendo un viaggio gastronomico volto a conoscere la Campania in 10 piatti da assaggiare.

campania-pizza

1. Pizza

Al primo posto non poteva non classificarsi Lei, la Pizza: Regina di nome e, di fatto, delle tavole e dello street food di tutto il mondo. Nata per compiacere la Regina Margherita alla fine del 1800, la pizza campana originale è rigorosamente cotta a legna, presenta un cornicione molto pronunciato, impasto ben alveolato e condimento con pomodoro, basilico e mozzarella.

campania-caprese

2. Caprese

Per continuità di sorta al secondo posto c’è la Caprese, la cui protagonista è la mozzarella rigorosamente di latte di bufala. Piatto fresco, estivo e, dai colori accattivanti, la Caprese non è altro che una tagliata di mozzarella servita con pomodori e condita con olio d’oliva, sale ed origano. Un must da gustare in costiera Amalfitana che fa, della sua semplicità, la sua arma vincente.

campania-spaghetti

3. Spaghetti con colatura di alici

Gli spaghetti con la colatura di alici sono una prelibatezza di Cetara, un piccolo borgo di pescatori in piena Costiera Amalfitana: qui la colatura di alici si ottiene letteralmente dalla spremitura delle alici sotto sale. Quello che se ne ricava è un olio dalle sfumature dell’ambra, dal sapore forte e deciso. La spaghettata condita con la colatura di alici è entrata di diritto nei grandi classici della cucina campana, da gustare in allegria con gli amici.

campania-paccheri

4. Paccheri allo scoglio

I Paccheri allo scoglio sono un’autentica delizia da guardare e da gustare, soprattutto se i paccheri (trafila speciale di pasta a forma di maccheroni giganti) sono quelli tipici di Gragnano. Anche qui ingredienti semplici: molluschi, frutti di mare quali vongole veraci, cozze e pomodorini. Questo piatto coniuga sapientemente tutto il sapore del pesce con la genuinità della pasta tipica campana.

campania-polpo

5. Polpo affogato

Il Polpo affogato presuppone già, dal nome evocativo, la presenza di un “generoso” e gustoso sughetto. Si prepara con un procedimento lungo e laborioso ma, il risultato finale assicura numerose richieste di bis! Il polpo è letteralmente affogato in un sugo di pomodoro che ne acquisisce tutti gli umori ed i colori. Una curiosità: durante la cottura del polpo si devono immergere nella casseruola due tappi di sughero. Incredibilmente la loro presenza garantisce delle carni morbidissime e dalla consistenza perfetta!

campania-frittata-spaghetti

6. Frittata di spaghetti

La frittata di spaghetti è la tipica preparazione usata nelle “scampagnate” all’aria aperta. Molto scenografica, si presenta come una vera e propria frittata con spaghetti fritti insieme a provola, uova, formaggio, cubetti di prosciutto e tutto ciò che la fantasia (o la fame) vi suggerisca di inserire! Servito sia freddo sia appena tolto dai fuochi, questo tipico piatto campano va gustato assolutamente senza rimorsi e tradizionalmente avvolto nella carta stagnola!

campania-salsicce-friarielli

7. Salsiccia e Friarielli

La salsiccia con i friarielli è un altro piatto prelibato che appartiene alla tradizione culinaria campana. I friarielli sono una verdura molto simile alle cime di rapa e la salsiccia è rigorosamente di maiale. Questo secondo piatto si presta ad innumerevoli varianti a tema: si può inserire in un panzerotto fritto, in una torta rustica oppure in un casereccio e godurioso crostone di pane!

campania-impepata-cozze

8. Impepata di cozze

L’impepata di cozze è un altro grande classico della semplicità in cucina: una volta fatte aprire le cozze in una casseruola capiente, si aromatizzano con prezzemolo, pepe ed olio. La “morte” dell’impepata di cozze è gustarla con bruschette di pane con cui pucciarne il sughetto.

campania-minestra-maritata

9. Minestra maritata

Può un piatto diventare un matrimonio? In Campania si, con la minestra maritata: letteralmente un matrimonio combinato di sapori che possiamo definire la “minestra delle minestre”, preparata grazie all’unione fra la carne di maiale e diverse tipologie di verdure. La tradizione campana vuole che questo piatto si consumi il giorno di Santo Stefano e durante le feste Pasquali.

campania-baba

10. Babà

Babà. Terminiamo questo excursus nei piatti campani doverosamente con questo dolce, forse il più rappresentativo. Con la sua lunga lievitazione ed una lavorazione sapiente e delicata, il babà è la rievocazione stessa di Napoli e dei dolci campani. Servito semplicemente con una spruzzata di Rum oppure, per i palati più esigenti, con panna, fragoline o cioccolata, il babà è noto per generare assuefazione.

© 2016 - Riproduzione riservata

Mini guida

48 ore a Roma tutta a piedi

Roma a piedi cosa vedere in tre giorni

Pensare ad una guida low cost a Roma in 48 ore, è stato abbastanza difficile. Potrei essere scontata su alcuni aspetti, ma vedere Roma in un weekend...

Meteo

Italia
C
% humidity
wind:
H • L