Taormina dove dormire: Casa Cuseni

Casa Cuseni a Taormina, una vista d’incanto

Casa Cuseni a Taormina, una vista d’incanto

Casa Cuseni è una casa ricca di storia che si trova a Taormina, in Sicilia. Lo stesso Victoria and Albert Museum di Londra, la reputa fiore all'occhiello della storia dell'arte e del designer internazionale.

di , | Dove Dormire

Booking.com

Diversi anni fa, in una uggiosa giornata invernale, mio papà mi diede da leggere un libro che lui aveva appena finito.
Mi fidai ciecamente. Accadeva e accade ancora così.

taormina-casacuseni

Ed in pochi giorni divorai “Una casa in Sicilia“. Una storia di arte, umanità e natura ambientata, nella prima metà del ‘900, in una villa di Taormina.
Dopo pochi mesi capitammo sull’Isola di Polifemo e sfacciatamente andammo a suonare proprio al campanello di quella villa e a conoscere l’autrice di quel libro.

Ricordo ancora l’emozione dei racconti condivisi a viva voce e la tenerezza di quella mano tremante che scarabocchiava, sulla prima pagina, il mio e il suo nome.
Adesso la signorina Daphne non c’è più, ma nel frattempo la sua casa è diventata un museo dentro il quale oltre a lei si possono incontrare, seguendo la guida esperta di Francesco, Picasso, Wilde, Ezdra Pound, Greta Garbo, Coco Chanel e si può ammirare quel panorama, inconfondibile, fatto di mare e vulcano che solo Casa Cuseni puó regalare ai suoi visitatori.

taormina-casa-cuseni-vista

Questa casa, sul versante a mare, della collina su cui sorge Taormina, è stata costruita negli anni tra la prima e la seconda guerra mondiale dal pittore Robert Kitson, figlio di un industriale londinese. Da subito divenne  uno dei  “salotti” mondano-cultuali più ambiti dai mobili intellettuali siciliani, soprattutto per gli incontri che qui potevano avere con illustri letterati ed artisti di tutto il mondo.
Ed è proprio il “respiro” della cultura che affascina e incanta gli ospiti, vi si può anche soggiornare con la formula del B&B, e i visitatori occasionali.

taormina-casa-cuseni

La casa padronale, nelle linee architettoniche e nell’arredamento, ha la raffinatezza e l’impronta decorativa del liberty inglese.
È un contenitore prezioso di tesori ancora più preziosi, prima le storie che le mura hanno visto svolgersi, e poi i reperti che contiene provenienti da mezzo mondo: dalla Troia antica all’India, dall’Inghilterra all’Asia dell’est. Ogni parete, ogni mobile, ogni scaffale contiene meraviglie grandiose e inaspettate. Persino i pavimenti potrebbero raccontare qualcosa di magico.

taormina-casa-cuseni-bb

Tutt’intorno, un immenso giardino, attraversato da viali realizzati con ciottoli da spiaggia, tra muri in pietra semicoperti da cascate di buganvillee e gelsomini, sedili in angoli appartati (che sembrano fatti apposta per momenti di intimità), vasche di papiri egiziani, aiuole grandi e piccole con i colori dei gerani e dei glicini. Piante di ulivo e di agrumi, antiche cisterne, una ampia cantina e una ghiacciaia fanno da cornice alle terrazze della villa che sono aperte sul mare e sulla terra ferma.
Casa Cuseni, il suo nome, dal quartiere in cui sorge, è stata dichiarata, per la sua storia così particolare, Monumento Nazionale dall’Unesco ed è patrocinata dal Victoria and Albert Museum di Londra, che la reputa fiore all’occhiello della storia dell’arte e del designer internazionale.

taormina-casacuseni-bb

La primavera e l’estate sono i momenti migliori per visitare Casa Cuseni proprio perché la natura tanto ricercata e tanto curata dal primo padrone, poi dalla signorina Phelps e dagli attuali abitanti è nel suo massimo splendore  i colori dei fiori e le incredibili sfumature di verde ed il cielo terso, libero da ogni nube, permette allo sguardo di arrivare fino a Giardini Naxos e alla cima fumante dell’Etna.

Booking.com

© 2015 - Riproduzione riservata

Mini guida

Palermo: cosa vedere in 3 giorni

Palermo: cosa vedere in 3 giorni

Se Palermo si potesse descrivere in una sola parola, quella parola sarebbe “contrasto”. Contrasto tra vecchio e nuovo, tra antico splendore e...