Civic Guest House: dove dormire a Townsville - Viaggi Low Cost

Civic Guest House: dove dormire a Townsville

Civic Guest House: dove dormire a Townsville

di , | Dove Dormire

Civic Guest House

Uno tra i migliori siti di diving al mondo, un grande acquario, bellissime spiagge, animata vita notturna e collegamento diretto con Magnetic Island, l’isola dei koala. Ecco alcune delle attrattive di Townsville, uno dei capoluoghi della regione del Queensland, che vanta una media di 320 giorni di sole all’anno.

Come gran parte delle città australiane però, è piuttosto cara e il costo del pernottamento potrebbe rivelarsi uno stimolo a spingersi ai margini della città per trovare un buon rapporto qualità-prezzo. Se il budget è ridotto, ma non si vuole rinunciare a una stanza privata e a una posizione centrale una soluzione c’è: la Civic Guest House, al 262 di Walker Street, in pieno centro città e a cinque minuti a piedi da Palmer Street e Flinders Street, piene di ristoranti, pub e locali notturni, e a dieci dal lungomare.

Nella Civic Guest House troverete l’attenzione per gli ospiti e la pulizia di un buon hotel, le grandi zone comuni e la possibilità di incontrare gente e fare amicizia di un ottimo ostello. Benché sul sito www.civicguesthousetownsville.com.au sia scherzosamente specificato che non ci sono limiti di età, la maggior parte degli ospiti ha fra i 20 e i 35 anni, con piacevoli eccezioni: durante la mia permanenza di 4 giorni almeno tre coppie erano abbondantemente sopra la quarantina. La Guest House offre varie tipologie di stanze, tutte con frigo e lavandino in camera: 4/6 letti, con bagno privato e aria condizionata (da 24 AUD per posto letto a notte), camere doppie (da 30 AUD per posto letto), camere matrimoniali con bagno in comune o privato (da 58 e 75 dollari).

Completano il tutto una grande cucina comune completa di tutto con zona pranzo, una lavanderia, due sala relax, un portico, una piccola terrazza e wifi gratuito, che qui in Australia non si vede tanto spesso. Anne e Levart hanno totalmente rinnovato la struttura e la gestiscono dal 1 marzo 2011: oltre a consigli su cosa visitare in città e nei dintorni, offrono anche il trasporto gratuito da/per l’aeroporto e la stazione ferroviaria di Townsville.

Per chi volesse, e ha intenzione di fermarsi almeno 3 settimane, c’è anche la possibilità di lavorare per qualche ora al giorno in reception o pulire gli spazi comuni, ricevendo in cambio alloggio e uso della lavanderia gratuiti. Che l’ostello sia molto amato dagli ex ospiti oltre che da chi vi soggiorna al momento, lo si percepisce dalle centinaia di email, cartoline e lettere di ringraziamento arrivate qui da tutte le parti del di mondo e sistemate da Anne in una grossa bacheca nella sala da pranzo.

Ma la Guest House è anche stato premiata da Hostelworld come il terzo miglior ostello in Australia nel 2012, e dal 2011 continua a ricevere premi per la pulizia, lo staff e l’eccellenza delle condizioni generali dell’ostello anche da TripAdvisor e Hostelbookers, siti che i viaggiatori low-budget apprezzano e grazie ai quali organizzano spesso le proprie vacanze. Per questo non si può rimanere delusi.

© 2013 - Riproduzione riservata

commenti

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo