Brisbane: ostelli e consigli per orientarsi i primi giorni - Viaggi Low Cost

Brisbane: ostelli e consigli per orientarsi i primi giorni

Brisbane: ostelli e consigli per orientarsi i primi giorni

di , | Dove Dormire

Booking.com

Brisbane è una città abbastanza grande, una delle poche che non si affaccia sul mare, pur essendone distante pochi km.

Gli ostelli sono la migliore soluzione per cercare una successiva sistemazione per chi dovesse rimanere più tempo, o un appoggio valido per chi decidesse di fare una toccata e via. Per chi volesse stare comodo, non lontanto dal centro, ma abbastanza da evitare il traffico cittadino, Upper Roma Street è la zona che fa per voi: ostelli per tutti i gusti, si arriva a piedi in centro (unico neo è l’ultima parte in salita!) e si sbuca nella piazza principale di Brisbane, dove la wifi è libera, il che è un grande pregio, considerando che la maggior parte degli ostelli ha la wifi a pagamento!

Ne posso consigliare due, provati sulla mia pelle. Chill Backpackers, 328 Upper Roma Street, è un ostello che dispone di camerate o di camere private: è un po’ costoso in realtà. La doppia viaggia sugli 80 dollari a notte circa; la camerata è ovviamente più economica (circa 30 dollari). Grande pregio è legato alla pulizia. I bagni sono veramente puliti, e nonostante io continui a farmi la doccia con le ciabatte, c’è chi stava senza (il che è sia indice di pulizia dei bagni, sia un rafforzamento dell’uso delle mie ciabatte!).

Un altro ostello è il Woodduck, sempre sulla stessa via, un poco meno pulito, ma comodo allo stesso modo ed estremamente più economico (le camerate sono intorno i 20-25 dollari). Io consiglio sempre di portarsi una federa per il cuscino. Questo è un consiglio da molto poco “backpacker style”, ma meglio essere previdenti, non costa nulla, ed assicura pulizia. Per chi è scettico delle camerate, sono in realtà una soluzione molto utile in Australia, dove tutto è molto costoso, e non si vive per niente male per un tacito rispetto reciproco tra viaggiatori.

Per vivere al meglio in ostello bisogna avere qualche piccolo accorgimento. La cucina è sempre a disposizione, quindi si risparmia facendo la spesa (meglio se considivisa con i ragazzi che si conoscono), ma è necessario avere una borsa frigo (disponibile al supermercato a 2 dollari circa). Questo risolve due problemi: mantenere la roba ordinata in frigo, ed evitare che venga rubata o usata da altri. Ogni ostello richiede infatti che ci sia scritto nome, cognome, stanza e periodo di permanenza per fare dei controlli. I supermercati in cui si può trovare veramente tutto sono essenzialmente due: woolworths, che si trova spesso nei centri commerciali in centro città, e coles, un po’ più economico, si trova proprio dietro gli ostelli citati.

Booking.com

© 2012 - Riproduzione riservata

Rispondi