New York come trasferirsi, consigli da un'italiana

Trasferirsi a New York, curiosità sulle abitudini

Trasferirsi a New York, curiosità sulle abitudini

Consigli da un'italiana che vive a New York, ecco come trasferirsi, a cosa bisogna adattarsi per vivere bene, lavorare e mangiare come i newyorkesi nella Grande Mela.

di , | Curiosità

Booking.com

Mi fanno spesso tantissime domande su New York, dato che ci vivo. Ad esempio mi chiedono spesso come si vive qua in confronto a quella italiana, come e cosa si mangia e come, sostanzialmente fare per trovarsi bene a New York.  La vita a New York non è facilissima, soprattutto all’inizio, e ci sono alcuni step fondamentali da superare per trovarsi bene nella Grande Mela, alcuni di questi per noi italiani possono essere davvero duri!

newyork-people

Casa-lavoro: vita frenetica

Adattarsi alla vita frenetica è fondamentale. La città è enorme e soprattutto molto cara e questo porta a lavorare tantissimo, il più possibile a dire il vero, per riuscire a pagare affitto, bollette e concedersi anche qualche sfizio. Essendo la città così grande, sarà quasi impossibile per voi lavorare dove vivete, a meno che non siate molto, molto fortunati. Arrivare al lavoro puntuali è una prerogativa per non essere licenziati, ma questo anche in Italia, e considerando che ci si muove per lo più in metropolitana o con i mezzi, dovrete considerare i tempi di spostamento, anche calcolando i possibili ritardi delle metropolitane, che ci sono anche qui a volte, non solo in Italia! Questo in poche parole significa che da quando vi svegliate a quando andate a letto bisogna correre, correre e correre.

new-york-metro

Adattarsi agli spostamenti

Correre da un posto all’altro significa sapersi organizzare, saper decidere quando è il momento di partire, anticipare i mezzi, prevedere gli scioperi. Tutte queste cose non sono sempre facili e New York è una città grandissima.

Questo vuol dire che, per forza di cose, bisogna adattarsi agli spostamenti e fare in metropolitana quello che normalmente una persona farebbe a casa. Io ad esempio in metropolitana spesso leggo, mi trucco, faccio un sonnellino, rispondo alle mail e tanto altro. Spesso ci mangio anche, perché quando finisco di lavorare alle 21 e so che non sarò a casa prima delle 22 ecco, la cosa più agile da fare è comprare da mangiare, mangiare in metro e arrivare a casa senza bisogno di fare altro.

new-york-metro

Cibo, mangiare americano

Capitolo cibo! Va affrontato con le dovute precauzioni se avete intenzione di trasferirvi a New York perché non è così facile come sembra. Ovviamente noi italiani tante cose non le riusciamo a concepire e forse mai le concepiremo, ma dobbiamo sempre ricordare che nessuno nel mondo mangia come noi, per abitudini e qualità, dovunque andremo mangeremo sempre in modo diverso, a New York funziona così.

Quando mi hanno detto la prima volta che a New York la gente mangia in metropolitana non ci volevo credere. Quando l’ho visto con i miei occhi poi sono rimasta ancora più allibita. Quando mi sono trasferita a New York, la prima cosa che è sparita dall’arredamento anzi non è proprio mai comparsa è proprio il tavolo da cucina. Perché occupare spazio con un tavolo e 4 o 6 sedie quando esiste un divano, il marmo della cucina la scrivania che non ha un buco libero nemmeno a pagarlo, il tappeto ecc ecc? Il tavolo è stato comprato dai miei genitori quando sono venuti a trovarmi perché si sono rifiutati di mangiare come me sul divano. Quando il mio amico ci ha visti a tavola tutti insieme ci ha guardati con aria perplessa dicendo che l’ultima volta che si è seduto a una tavola apparecchiata, escludendo i ristoranti, erano 5 anni prima.
A livello di costo, mangiare fuori anche se sembra surreale costa meno che mangiare a casa, inoltre tutto questo fa perdere molto meno tempo, anche perché consente di non fare la spesa, lavare piatti e cucinare.

Booking.com

© 2014 - Riproduzione riservata

commenti

Però in effetti quando sono a casa da sola sul divano ci mangio sempre anche io!!! :D

Alessandra Granata

novembre 6, 2015 | Rispondi | report

Ogni cambio presume un addattamento. New York è una cittá che da visitare è bellissima ma viverci… è un’altra storia!!!

Rachele

novembre 9, 2015 | Rispondi | report

    Concordo, infatti io personalmente non so se riuscirei a viverci mai… sono troppo innamorata del pranzo e cena seduta a tavola :D

    Federica Piersimoni

    novembre 9, 2015 | Rispondi | report

Rispondi

Mini guida

New York, la mini guida della prima volta, prima parte

Viaggio a New York cosa vedere in 7 giorni

Il mio viaggio a New York è stato un sogno. Era da quando ero piccola che desideravo vedere la città di New York e quando mi hanno regalato i...