Villa Gregoriana a Tivoli, patrimonio FAI - Viaggi Low Cost

Villa Gregoriana a Tivoli, patrimonio FAI

Villa Gregoriana a Tivoli, patrimonio FAI

di , | Cosa Fare

Villa Gregoriana a Tivoli nasce più o meno nel 1826 quando una spaventosa ondata di piena fa tracimare le acque del fiume Aniene. Il governo dello Stato pontificio interviene e per volere di Papa Gregorio XVI viene deviato il corso dell’Aniene creando una grandiosa cascata. Si decide di utilizzare il vecchio letto del fiume e le scoscese pareti che lo serrano per realizzare una fantastica passeggiata, che diviene la passeggiata papale preferita a Tivoli a due passi da San Pietro così nasce il parco di Villa Gregoriana.

Dopo la Prima Guerra Mondiale il Parco è rimasto chiuso al pubblico per molti anni principalmente a causa della mancata manutenzione. Nel 2002 il FAI ha voluto così festeggiare i 30 anni della sua fondazione. Dopo aver ottenuto l’affidamento della Villa da parte del Demanio di Roma, il Fai ha aggregato uomini, enti ed associazioni e con 4 milioni e mezzo di euro ha iniziato l’opera di restauro e bonifica di Villa Gregoriana.

Nel sito di Villa Gregoriana si legge così “per il restauro sono stati rimosse 350 tonnellate di rami e foglie, 5 tonnellate di rifiuti (lavatrici, frigoriferi, passeggini ecc), 1200 tonnellate di sassi e terra

Diversi sono i tour di Villa Gregoriana. Nei due ingressi vi verrà fornito tutto il materiale per scegliere il percorso più adatto a voi in base al tempo, alla difficoltà e alle cose da vedere. Gli scorci, romantici e non, sono incredibili. La Grande Cascata si vede in due punti meravigliosi, sia dall’alto che da metà, da metà l’acqua ti arriva addosso che è un piacere, soprattutto nelle calde giornate assolate.

I percorsi non sono molto difficili ma bisogna mettere in conto almeno un paio d’ore per farli con calma, fare qualche foto e fermarsi a gustare tra una camminata e l’altra il panorama seduti nelle panchine. In ogni angolo di Villa Gregoriana si ritrovano i simboli del FAI, il luogo è curato a dovere ed è importante lasciarlo pulito e conservato.

Gli orari sono piuttosto rigidi quindi prima di andare è bene consultarli. Dal 2 al 31 marzo nei giorni feriali è aperta dalle 10 alle 14.30, nei festivi  dalle 10 alle 16. Dal 1° aprile al 15 ottobre è aperta dalle 10 alle 18.30, dal 16 ottobre al 29 novembre dalle 10 alle 14.30 nei feriali, mentre nei festivi dalle 10 alle 16. Il prezzo del biglietto è di 5€ a meno che non siate soci del FAI, in tal caso l’entrata è gratuita, i bambini pagano 2.50€

© 2012 - Riproduzione riservata

ciao

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

riceverai una notifica via email non appena ti risponderemo

Mini guida

48 ore a Roma tutta a piedi

Roma a piedi cosa vedere in tre giorni

Pensare ad una guida low cost a Roma in 48 ore, è stato abbastanza difficile. Potrei essere scontata su alcuni aspetti, ma vedere Roma in un weekend...