Villa Gregoriana a Tivoli, patrimonio FAI - Viaggi Low Cost

Villa Gregoriana a Tivoli, patrimonio FAI

di , | Cosa Fare

Villa Gregoriana a Tivoli nasce più o meno nel 1826 quando una spaventosa ondata di piena fa tracimare le acque del fiume Aniene. Il governo dello Stato pontificio interviene e per volere di Papa Gregorio XVI viene deviato il corso dell’Aniene creando una grandiosa cascata. Si decide di utilizzare il vecchio letto del fiume e le scoscese pareti che lo serrano per realizzare una fantastica passeggiata, che diviene la passeggiata papale preferita a Tivoli a due passi da San Pietro così nasce il parco di Villa Gregoriana.

Dopo la Prima Guerra Mondiale il Parco è rimasto chiuso al pubblico per molti anni principalmente a causa della mancata manutenzione. Nel 2002 il FAI ha voluto così festeggiare i 30 anni della sua fondazione. Dopo aver ottenuto l’affidamento della Villa da parte del Demanio di Roma, il Fai ha aggregato uomini, enti ed associazioni e con 4 milioni e mezzo di euro ha iniziato l’opera di restauro e bonifica di Villa Gregoriana.

Nel sito di Villa Gregoriana si legge così “per il restauro sono stati rimosse 350 tonnellate di rami e foglie, 5 tonnellate di rifiuti (lavatrici, frigoriferi, passeggini ecc), 1200 tonnellate di sassi e terra

Diversi sono i tour di Villa Gregoriana. Nei due ingressi vi verrà fornito tutto il materiale per scegliere il percorso più adatto a voi in base al tempo, alla difficoltà e alle cose da vedere. Gli scorci, romantici e non, sono incredibili. La Grande Cascata si vede in due punti meravigliosi, sia dall’alto che da metà, da metà l’acqua ti arriva addosso che è un piacere, soprattutto nelle calde giornate assolate.

I percorsi non sono molto difficili ma bisogna mettere in conto almeno un paio d’ore per farli con calma, fare qualche foto e fermarsi a gustare tra una camminata e l’altra il panorama seduti nelle panchine. In ogni angolo di Villa Gregoriana si ritrovano i simboli del FAI, il luogo è curato a dovere ed è importante lasciarlo pulito e conservato.

Gli orari sono piuttosto rigidi quindi prima di andare è bene consultarli. Dal 2 al 31 marzo nei giorni feriali è aperta dalle 10 alle 14.30, nei festivi  dalle 10 alle 16. Dal 1° aprile al 15 ottobre è aperta dalle 10 alle 18.30, dal 16 ottobre al 29 novembre dalle 10 alle 14.30 nei feriali, mentre nei festivi dalle 10 alle 16. Il prezzo del biglietto è di 5€ a meno che non siate soci del FAI, in tal caso l’entrata è gratuita, i bambini pagano 2.50€

© 2012 - Riproduzione riservata

Mini guida

48 ore a Roma tutta a piedi

Roma a piedi cosa vedere in tre giorni

Pensare ad una guida low cost a Roma in 48 ore, è stato abbastanza difficile. Potrei essere scontata su alcuni aspetti, ma vedere Roma in un weekend...

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!