Viaggio a Madrid: ecco i consigli di Giulia - Viaggi Low Cost

Viaggio a Madrid: ecco i consigli di Giulia

Viaggio a Madrid: ecco i consigli di Giulia

di , | Cosa Fare

Eccomi tornata da 3 intense giornate a Madrid. Non era la prima volta che andavo in Spagna, considerando le mie tre vacanze alle isole Canarie (Tenerife, Gran Canaria e Lanzarote) e il viaggio a Barcellona nel 2004. Ma come ben sapete ogni città è unica per quello che offre sia dal punto di vista culturale – artistico sia per le persone che ci vivono, ma credo anche e soprattutto che la percezione e  l’apprezzamento di una città cambino anche in base al nostro stato d’animo del momento e alle persone con cui visitiamo un luogo.

Bando alle ciance… trascorrere Capodanno a Madrid era da tempo un mio sogno.. a cui ho sempre rinunciato per l’elevato costo di hotel e volo durante questo periodo di altissima stagione. Così ho deciso di organizzarmi per tempo e di prenotare ad agosto.

Ecco tutti i consigli per visitare la capitale spagnola a Capodanno senza spendere troppo.

1) Volo: prenotate con largo anticipo, sicuramente io ho esagerato prenotando ad Agosto.. ma non fate passare troppo tempo e per Settembre organizzatevi, soprattutto per l’acquisto del volo aereo. Quali voli per Madrid? Io ho volato con Iberia da Bologna, ma per gli instancabili del low cost ci sono anche Ryan Air, Vueling e  Easy Jet. Anche con Alitalia prenotando sempre in anticipo e stando attenti ad eventuali promozioni potrete raggiungere l’aeroporto Barajas di Madrid.

2) Hotel:  a  Madrid ci sono veramente tantissimi hotel. Durante la vostra ricerca ne troverete alcuni denominati Hostal. Non corrispondono a quello che noi chiamiamo ostello, si tratta semplicemente di un piccolo hotel. Il consiglio è quello di selezionarne due o tre in centro e di fare qualche check su Tripadvisor, su Zoover o su Trivago per capire in base alle recensioni degli altri utenti quale sia il migliore. Io ho prenotato un hotel di sole 20 camere in una piccola stradina a 5 minuti a piedi dalla Gran Via, la strada principale che taglia Madrid e su cui si affacciano negozi, teatri, ristoranti e chi più ne ha più ne metta. L’hotel si chiama Antigua Posada de Pez – colazione inclusa, wifi gratuito e soprattutto tanto silenzio. Infatti la Calle Pizzaro, dove sorge l’hotel non è per nulla rumorosa e non ci sono locali  bar quindi potete stare tranquilli che nessuno disturberà i vostri sonni.

3) Musei: Madrid come tutte le grandi città è ricca di musei. Il primo consiglio è di selezionarne due o tre  come ad esempio il Reina Sofia di arte moderna (Mirò, Picasso, Dali….) e il Prado di arte Classica (Tintoretto, Beato Angelico, Velasquez, Goya). Il secondo è di andare la sera dopo le 19.00 oppure la domenica quando sono gratuiti. Ovviamente aspettatevi un pò di fila ma vi giuro che ne vale la pena. Io ho finalmente potuto vedere opere che nei libri di arte di quando studiavo mi erano sembrate completamente diverse.

4) Mangiare: mangiare, in una città come Madrid, può essere davvero low cost anche nei luoghi più centrali. Uscita da Prado ho mangiato in uno dei numerosi Museo del Jamon (prosciutto). Un bocadillo, che sarebbe il nostro panino, con il prosciutto tipico di Madrid costa €1,00 e una cerveza (di medie dimensioni) €0,80. Quindi con meno di €2,00 potete pranzare. Ovviamente nei diversi Museo de Jamon potete mangiare anche altre tipicità di Madrid, come i piatti composti, che corrispondono in parte ai nostri taglieri, dove troverete prosciutto, salame e formaggio. Questi piatti costano sui 5-6€. Troverete i tipici Museo del Jamon in tutta la città, a partire dalla Gran Via, fino a Plaza Major e Paseo del Prado. Riconoscerli sarà facilissimo: oltre al cartello fuori, all’interno del locale ci sono numerosissimi prosciutti appesi al soffitto.

5) Bere: se siete amanti della birra a Madrid ne troverete di ogni sorta, ma soprattutto a buonissimo prezzo. Da 0,80€ fino a 2,50€. L’importante è berla in piedi o al bancone accompagnata da patatine e salatini (che loro chiamato tapas… da tapear, che significa fare l’aperitivo.. anche se poi vi accorgerete che la birra si beve ad ogni ora del giorno e non solo durante l’imperdibile aperitivo prima di cena).

6) Muoversi: a piedi sicuramente è tutto più bello e suggestivo… Anche perchè si riescono a scorgere particolari e a capire meglio lo stile di vita degli spagnoli. Per le lunghe distanze il consiglio è quello di prendere la metropolitana (12 linee per 12 colori e 12 numeri). Se state a Madrid per due o tre giorni acquistate l’abbonamento. Vi permette di risparmiare tempo e denaro.

Vi ho convinto? Se vi sentite spiriti liberi, se amate conoscere nuove persone e divertirvi ad ogni ora del giorno Madrid fa il caso vostro. Cosa aspettate a prenotare?

© 2011 - Riproduzione riservata

commenti

Aggiungo che vale la pena andarci per il calore delle persone. Sia gli spagnoli che gli immigrati sono tutti molto aperti, disponibili e accoglienti.

francesco

gennaio 4, 2011 | Rispondi | report

Grazie Francesco ; )

Federica

gennaio 4, 2011 | Rispondi | report

Ciao a tutti! Come promesso ecco il mio post sui motivi perché mi è piaciuta Madrid!!
http://giuliav82.wordpress.com/2011/01/06/perche-mi-e-piaciuta-madrid/

Giulia

gennaio 7, 2011 | Rispondi | report

Grazie Giulia ; )

Federica

gennaio 7, 2011 | Rispondi | report

Rispondi

Mini guida

48 ore a Barcellona, guida per 3 giorni low cost

Cosa visitare a Barcellona in 3 giorni

Barcellona è una delle nostre città preferite, non a caso abbiamo qui su Viaggi Low Cost tantissimi post consigli su dove dormire, cosa fare, ma...

Meteo

Madrid
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!