Urbino in un giorno, cosa vedere del Rinascimento italiano nelle Marche

Cosa vedere a Urbino in un giorno

Cosa vedere a Urbino in un giorno, da dove iniziare la visita, il Duomo di Urbino e il Palazzo Ducale, tra Rinascimento italiano e la celebre crescia urbinate.

di , | Cosa Fare

Non lasciatevi spaventare dalle numerose salite che segnano le strade di questo straordinario comune, perdetevi piuttosto in esse per poter assaporare la magia di questo luogo. Girovagare per Urbino vuol dire immergersi nel cuore del rinascimento italiano, passeggiare con personaggi del calibro di Piero della Francesca, Raffaello Sanzio e Federico da Montefeltro.

Con il suo centro storico diventato patrimonio dell’umanità UNESCO a partire dal 1998, Urbino è “la città ideale” dove poter trascorrere una piacevole giornata tra natura, storia e gastronomia.

Cosa vedere ad Urbino in un giorno? Bè, appena arrivate, lasciatevi meravigliare dalle imponenti mura che racchiudono il centro storico. Dopodiché attraversate Porta Valbona, ripercorrendo così il corteo nuziale di Federico Ubaldo della Rovere e Claudia De’ Medici. Vi ritroverete ad affrontare la prima salita di Urbino, ma tutta quella fatica ne varrà la pena. Ecco infatti sbucare Piazza della Repubblica.

Si estende al centro della città, tra i due colli, e da qui si diramano le vie principali di Urbino, come corso Garibaldi. La piazza è il cuore della vita urbinate. Non ci si sente mai soli qui, circondati da giovani studenti o da abitanti in cerca di chiacchiere.

Dopo esservi sorseggiati un caffè in uno dei tanti bar che racchiudono la piazza, sul suo lato nord potrete trovare il collegio Raffaello, istituito nel XVIII secolo.

Ricaricate le batterie, ripartite alla volta del duomo di Urbino. All’interno di esso, eretto nel 1066, potrete notare una sobria decorazione in stile neoclassico, causata dalla sua ricostruzione in seguito al terremoto del 1789. All’esterno invece s’innalzano sette statue di santi, tra cui quella del patrono di Urbino.

Una volta arrivati fin qui non potrete di certo non notare al suo fianco il piatto forte del vostro viaggio, il Palazzo Ducale di Urbino. Sede della Galleria Nazionale delle Marche che ospita splendide pitture di artisti quali Raffaello e Piero della Francesca, fu il progetto più ambizioso di Federico da Montefeltro. Con pochi euro avrete la possibilità di ammirare il palazzo tanto desiderato dal Duca. Soffermatevi a visitare il suo studiolo, ne rimarrete sbalorditi.

Una volta usciti dal Palazzo vi ritroverete in piazza Rinascimento, con al centro un obelisco egizio e alle sue spalle la Chiesa di San Domenico, costruita in stile gotico. Lasciatevi trasportare dall’onda di ragazzi che si affrettano ad andare a lezione e ,perché no, curiosate anche all’interno dei palazzi che racchiudono uno degli atenei universitari più famoso d’Italia. Proseguite poi in via Raffaello, per poter così arrivare finalmente alla casa natale del celebre pittore. Qui, egli ebbe la possibilità di sperimentare il mondo della pittura e innamorarsene.

E dopo tutte queste salite, tutto questo camminare, che altro si può fare a Urbino? Bè, Mangiare! Scovate in mezzo alle vie il locale che più vi piace, prendete un calice di vino e accompagnatelo con la tipica Crescia del luogo, ripiena di caciotta e qualche buon affettato. Sazi, apprezzerete di più il fantastico panorama marchigiano che le mura di questa straordinaria città vi mettono a disposizione.

© 2016 - Riproduzione riservata

Mappa

Mini guida

48 ore a Roma tutta a piedi

Roma a piedi cosa vedere in tre giorni

Pensare ad una guida low cost a Roma in 48 ore, è stato abbastanza difficile. Potrei essere scontata su alcuni aspetti, ma vedere Roma in un weekend...

Meteo

Marche
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!