Strasburgo, 10 cose da fare nella città della Francia

10 cose da fare a Strasburgo

10 cose da fare a Strasburgo

Cosa fare a Strasburgo, cosa vedere e cosa provare di low cost. La città francese offre tantissime cose che vale la pena di provare e sapere per non perdersi nulla, ecco le nostre 10 preferite.

di , | Cosa Fare

Situata nel cuore dell’Alsazia, Strasburgo è una delle città più pittoresche di tutta la Francia. La storica contesa con la Germania per questi territori ha fatto sì che, nel corso dei secoli, architettura, usanze, cucina e tradizioni si sviluppassero in un connubio tra cultura tedesca e cultura francese, dando vita all’aspetto caratteristico che ben conosciamo.

strasburgo

Oltre a questo, Strasburgo è anche una città dove ho vissuto e alla quale sono particolarmente affezionata.
Oggi vi porto quindi a fare un giro virtuale delle dieci cose da non perdere durante una vacanza di qualche giorno.

La prima cosa che faccio quando sono a Strasburgo è sempre, irrimediabilmente, un giro in centro, partendo da Place Kléber. E’ la piazza principale della città nonché la più grande, e da lì – dopo aver fatto un giro delle numerose librerie presenti, s’intende! – si può partire alla scoperta di tantissimi altri posti affascinanti e altrettanto pittoreschi. La città non è grande come può sembrare, e una bella passeggiata vi porterà praticamente ovunque!

strasbourg-france

Una volta in centro, il mio consiglio è quello di proseguire verso la Petite France, passando da piazza Gutenberg (sapevate che è proprio a Strasburgo che Gutenberg mise a punto il suo sistema di stampa?). La Petite France è un quartiere storico della città, dove potrete osservare le famosissime case “a graticcio”, ovvero con la tipica intelaiatura di legno a vista, un motivo che ancora oggi viene ripreso, seppur solo come vezzo estetico,  in molte case alsaziane. Sempre in questo quartiere potrete visitare anche le fortificazioni medievali che costituivano il cuore della Strasburgo dell’epoca e che sono oggi Patrimonio Unesco.

strasburgo-cathedrale-notre-dame

Durante una vacanza a Strasburgo non può di certo mancare una visita alla Cattedrale di Notre-Dame. Per quanto – come in tutte le grandi Chiese e Cattedrali – ci sia qualche concessione al lato “commerciale” un po’ troppo evidente per i miei gusti, non si può non rimanere colpiti dalla bellezza del luogo, una bellezza che non si può descrivere a parole, ma che colpisce appena varcata la soglia. La peculiarità della Cattedrale? Beh, direi che salta subito agli occhi! Iniziati nel 1015 e proseguiti fino al 1439, i lavori di costruzione sono rimasti tuttora incompiuti! E’ per questo che la Cattedrale ha solo una torre, anzichè due!

Si dà per scontato che durante una vacanza invernale a Strasburgo il must sia il giro dei famosissimi Mercatini di Natale. Ma in estate e in primavera quale potrebbe essere un’alternativa altrettanto tipica? Io non ho dubbi: per me è senz’altro l’aperitivo sul lungo Reno. Se andate a Quai des Pêcheurs, troverete diversi bar con terrazza sul lungo fiume e il cui locale vero e proprio è in realtà.. una barca! Se vi state dicendo che tutto ciò non vi sembra tanto low-cost, purtroppo devo dissentire. E’ vero, i cocktail hanno prezzi non propriamente politici, ma se optate – come tra l’altro vi consiglio! – per un bicchiere di Riesling o per un bel Pastis spenderete sorprendentemente poco!

colmar2 small
Altra tappa immancabile a Strasburgo è il Parc de l’Orangerie, un parco curatissimo, enorme, e davvero per tutti i gusti! E’ ottimo per fare una passeggiata in mezzo ai fiori o per un pic-nic sul prato, ma grazie ai sentierini aménagés è anche la meta preferita di tutti gli strasburghesi sportivi, che lo sfruttano per fare jogging. Non è inconsueto nemmeno vedere classi di yoga, o di tai-chi, fare lezione in pubblico! Ma il parco dell’Orangerie è molto amato anche dai bambini: nel suo cuore ospita infatti un mini zoo dove potrete osservare – il tutto gratuitamente! – struzzi, scimmie, pappagalli, fenicotteri e naturalmente le immancabili cicogne, animali simbolo della città. Occhio perché loro sono in libertà e a volte volano bassette!
A me piaceva molto, in primavera, andarci e sedermi a leggere sulla riva di un laghetto interno abitato da anatre e cigni. Questo finchè un gruppetto di 5 o 6 cigni non è uscito dall’acqua per venirmi incontro sancendo la mia ritirata! (Scherzo, sono inoffensivi…credo!)

Parlamento-Ue-Strasburgo

Una volta in zona, vale davvero la pena di fare un tour delle istituzioni europee. Proprio davanti al parco vedrete il Consiglio d’Europa, e poi, a breve distanza, la Corte Internazionale dei Diritti dell’Uomo e il Parlamento Europeo. Organizzandosi per tempo è possibile fare delle visite guidate di tutti questi luoghi e scoprirne il funzionamento e le attività. Se si è particolarmente fortunati potrebbe anche essere possibile assistere ad alcune sedute del Parlamento dalle apposite tribune.

Uno dei grandi punti di forza di Strasburgo, specialmente per chi viaggia, è senza dubbio la facilità con la quale ci si può spostare a piedi o con i mezzi pubblici (bus e tram) che sono davvero molto efficienti. Inoltre, è possibile e comodissimo anche noleggiare una bicicletta per il tempo desiderato (che sia un paio d’ore o una settimana) in uno dei numerosissimi punti Vélohop della città. Detto questo, rispetto all’Italia, sono piuttosto economiche anche le auto in affitto: il mio consiglio sarebbe quello di prenderne una per un paio di giorni in modo da poter visitare i dintorni della città. Senza fare grandi spostamenti, potete assaporare il gusto della vita alsaziana anche facendo un giro dei paesini limitrofi. Uno su tutti Illkirch e il suo lago dal nome piuttosto germanico, il Baggersee.

colmar_int

Quello che rende particolarmente pittoresca la città di Strasburgo è il suo essere incrocio di culture. Quindi perché non approfittarne per fare una piccola gita anche in Germania? A 5 minuti di macchina (ma sono già in corso i lavori per estendere una linea del tram apposita), troverete Kehl, una cittadina tedesca molto carina, grande meta di shopping low-cost degli strasburghesi. Merita sicuramente una visita! Se non altro per poter dire di aver fatto una vacanza attraverso l’Europa!

Una cosa da tenere bene a mente è che Strasburgo ha degli orari un po’ particolari, rispetto al resto della Francia. Da un lato i negozi chiudono prestissimo a causa delle rigide temperature invernali, dall’altro la domenica non troverete praticamente mai un negozio aperto per via della forte tradizione cattolica del luogo. Ma non disperate! La domenica non sarà certo un giorno vuoto! Nel fine settimana sono tantissimi gli eventi che hanno luogo in città! Cercate di dare un’occhiata ai vari siti del turismo, o magari ai giornali locali per aggiornarvi su quello che è previsto nel week-end. Di solito ci sono spettacoli, mercatini, concerti.. davvero di tutto e di più. Se avete l’occasione, non perdete la fiera del libro antico: tantissime bancarelle disposte lungo il Reno dove scovare delle vere chicche godendovi una stupenda passeggiata.

strasburgo-francia

Ovviamente, non può mancare una visita in qualche museo, fosse anche solo per avere la coscienza a posto!! I più interessanti sono il Museo della vita Alsaziana, piccolo ma pittoresco, e il Museo d’Arte Moderna, che ospita spesso delle mostre temporanee di cui vale sempre la pena di approfittare. Molto originale è anche il Museo Tomi Ungerer, il famoso illustratore alsaziano, che espone tantissimi dei suoi caratteristici disegni e schizzi. Lo apprezzeranno anche i bambini!

© 2016 - Riproduzione riservata

Mappa

Mini guida

48 ore a Parigi, tour di 3 giorni low cost

Weekend a Parigi? Cosa vedere in tre giorni

Un weekend a Parigi è un sogno. Diciamoci la verità, Parigi è sempre una delle mete europee più belle. Per quanto i francesi possano più o meno...