Noleggiare l'auto in Spagna, consigli pratici - Viaggi Low Cost

Noleggiare l’auto in Spagna, consigli pratici

Noleggiare l’auto in Spagna, consigli pratici

di , | Cosa Fare

Se vai in Spagna, qui parlo in particolare di Andalusia, e non ti piace rimanere sempre nello stesso posto, quello che ti serve è noleggiare una macchina, o un motorino se devi fare piccoli spostamenti come nel caso delle isole. La mia esperienza mi ha portato a noleggiare un’auto per una vacanza itinerante in Andalusia, un viaggio di un migliaio di km suddivisi in 2 settimane.

Se pensiamo al noleggio auto in Italia, viene da mettersi le mani nei capelli e rinunciare al progetto, visti i costi spesso insostenibili. Ma la Spagna non è l’Italia, ed è certamente più adatta ad un turismo low-cost rispetto a casa nostra. Basta una semplice ricerca su internet e si vede come i prezzi proposti da agenzie online (nel mio caso DoYouSpain.com), che propongono vetture di proprietà di società di autonoleggio (Hertz, Avis, etc.) a condizioni veramente vantaggiose: 11 giorni di noleggio, con 100 km giornalieri inclusi e responsabilità civile compresa, mi sono costati 220€, a bordo di una dignitosa Chevrolet Spark (5 posti e bagagliaio per 2-3 bagagli a mano); dovendo lasciare la macchina sempre fuori in strada, ho ritenuto conveniente aggiungere anche una copertura assicurativa completa (furto, incendio, danni) per altri 60 € complessivi.

Rimangono da considerare poi le politiche sul carburante, che qui fanno pagare per il primo pieno fatto da loro (costa di più che farselo da soli, ma partendo dall’aeroporto e dovendo far subito strada può anche essere conveniente il servizio) e chiedono che l’auto venga riconsegnata a vuoto, anche perchè non rimborsano carburante residuo.

Aggiungo una piccola ma importante considerazione sulla scelta dell’auto: nelle dimensioni del bagagliaio considerate non solo i litri di capacità, ma soprattutto come è disposta questa capacità; infatti non sempre riuscite ad infilarci dentro i vostri bagagli (nonostante la capacità possa essere superiore a quella di cui necessitate), e questo diventa un grosso problema quando si devono fare tappe intermedie. Eventualmente, scomodo ma meglio che rischiare furti in auto, considerate di partire con bagagli non rigidi, mettere indumenti e asciugamani sui sedili posteriori e schiacciare le valigie per farle entrare nel baule. Un bagaglio pieno può far gola ad un malintenzionato, un asciugamano o un paio di calzini molto meno.

© 2012 - Riproduzione riservata

commenti

Anch’io per l’Andalusia dopo varie ricerche ho prenotato tramite enoleggioauto, agenzia online tipo quella che nomini tu nell’articolo. Nella pratica chi ci ha noleggiato l’auto era Aurigacrowne, compagnia spagnola con la quale ci siamo trovati benissimo spendendo pochissimo: ci hanno dato una Yaris fiammante che per 2 di noi era più che sufficiente… E naturalmente anche noi abbiamo fatto l’assicurazione aggiuntiva: per 5 giorni abbiamo speso poco più di 100 € totali, con km illimitati.
E che bellezza viaggiare in auto in Andalusia… Uno dei più bei viaggi che abbia mai fatto fin’ora! :-)

Valentina

ottobre 10, 2012 | Rispondi | report

Rispondi

Mini guida

48 ore a Barcellona, guida per 3 giorni low cost

Cosa visitare a Barcellona in 3 giorni

Barcellona è una delle nostre città preferite, non a caso abbiamo qui su Viaggi Low Cost tantissimi post consigli su dove dormire, cosa fare, ma...

Meteo

Spagna
C
% humidity
wind:
H • L

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Iscriviti alla Newsletter di Viaggi Low Cost

Vuoi diventare un viaggiatore low cost e ricevere tutte le settimane in anteprima i consigli e i trucchi dei viaggiatori del Magazine per risparmiare in viaggio?Iscriviti alla Newsletter e unisciti agli altri 2000 viaggiatori che hanno scelto di viaggiare di più spedendo di meno!